Lavoratore A2, le cadute al "vertice" del 4° turno


Scacco al re. Olimpic Pra’ Pegliese 1971 e AB Ventieventi hanno inflitto la prima sconfitta stagionale rispettivamente a Vecchia Rivarolese 2016 e Ospedale San Martino, i dominatori delle prime giornate del Girone A e B

Girone A – Nel 4° turno, i praesi hanno espugnato per 2-0 il Torbella, con una prestazione maiuscola, che ridà fiato alle legittime ambizioni di Curabba e compagni.
Ha deciso la sfida al vertice una splendida doppietta di un superlativo Mato Tomic, autentica spina nel fianco degli avversari per tutta la gara.
I giallorossoneri hanno dovuto chinare il capo, ma si sono rifatti nel terzo tempo, che segue sempre le partite casalinghe della Vecchia Rivarolese 2016. Con birra e panini i rivarolesi non sono inferiori a nessuno.

Il K.O. degli “avvoltoi” ha regalato il primato al Gs Gaiazza Arci Isoverde, salito a 8 punti con la sofferta affermazione (3-2) ai danni del temibile Deportivo 2007, che era ancora imbattuto.
Gli uomini di Marco Pericoli hanno colpito con lucida determinazione, sfruttando le conclusioni di Federico Sciutto, Francesco Pittaluga e del solito Alessio Mastrangelo.
Il “Depor” ha risposto solo in parte con Emanuele Lebrizzi e Jacopo Botticella.

Un Saint Trappa versione extra lusso ha avuto la meglio per 1-0 sul Due Settembre 1971, salendo a metà classifica.
Il match, avvincente ed intenso, è stato illuminato dal lampo di Claudio D’Agostino, che ha regalato la seconda vittoria del torneo ai giallo neri, in decisa ripresa dopo un avvio difficoltoso.

Goleada di uno scatenato Wings Aerospace, che non ha concesso scampo (5-1) al Phoenix 1995.
Gli “astronauti” sono stati incontenibili in attacco, concretizzando la loro superiorità con l’uno-due di Daniel Pantuso e gli acuti singoli di Daniele Dussoni, Giorgio Pinciroli e Nicola Manzo. Alla squadra della fenice sono rimaste le briciole e un guizzo di Alessio Noceti.

Il Genova Calcio Linea Messina ha superato per 3-2 il Pallavicino, che resta così fermo al palo con zero punti. Per i sestresi non è stata certo una passeggiata, ma le vena realizzativa di Armando Iazzetta (bomber di razza), Michele Fragomeno e Giorgio Mortello ha fato la differenza.
I nerazzurri hanno lottato col cuore, ma non sono bastati gli spunti di Manuel Bernasconi e Niklas Massone.

Nella classifica riservata alle punte, troviamo un trio con 5 gol: Armando Iazzetta (Genova Calcio Linea Messina), Stefano Morelli (Deportivo 2007) e Alessio Mastrangelo (Gs Gaiazza ArciIsoverde).
Seguono, a quota 4, Daniele Dussoni (Wings Aerospace) e Salvatore Marsala (Vecchia Rivarolese 2016).

Girone B – Dopo quattro, esaltanti vittorie consecutive, è caduto l’Ospedale San Martino.
A compiere l’impresa è stato l’AB Ventieventi, che si è imposto per 2-0, in virtù delle marcature di Stefano Castronovo e Francesco Auteri.
Il match è stato combattuto allo spasimo e la compagine di Merli ha prevalso perché ci ha creduto sino in fondo, come ha ammesso il professor Sergio Barocci, guida carismatica degli ospedalieri. 
L’AB Ventieventi, grazie a questa bella affermazione, si è portato al secondo posto ad una sola lunghezza dall’Ospedale San Martino, insieme a Marsiglia e Foce SAAR Depositi Portuali.

Il club di Multedo, che veniva dalla batosta subita dagli ospedalieri (1-6), si è “vendicato” contro l’AF Alcor Asd.
Il 3-0 conclusivo ha evidenziato l’eccellente prestazione del Marsiglia, che ha dato fondo a tutto il suo repertorio, centrando il bersaglio con Christian Steiner, Alexnder Sicari (che sotto porta ha pochi eguali) e Simone Galluzzo.

I focesi hanno bruciato sul filo di lana (3-2) un indomabile Atletico Quarto.
Il team di Marco Ferri è stato per due volte in vantaggio (con le reti di Luigi Figari al 36’ e Filippo Abbate al 50’) e ha sprecato molte ghiotte occasioni, ritrovandosi alla fine con un pugno di mosche in mano. Insomma, la divisione della posta, sarebbe stata forse più giusta.
Lo stesso Riccardo Grossi, “factotum” del Foce SAAR Depositi Portuali, lo ha evidenziato con la consueta sportività. 
Ma questa considerazione nulla toglie all’orgoglio dei biancocelesti, che in formazione d’emergenza (appena dodici giocatori disponibili su trentaquattro tesserati) ha saputo soffrire e reagire, trovando il varco giusto con Alessio Profumo (due volte, al 49’ su rigore e al 66’) e Marco Nicoletta (che ha completato la rimonta al 72’).

Finale al cardiopalmo anche tra Ottica Gualducci e Amatori Quarto, terminata 2-2.
Gli ottici, sotto per 0-2 a causa della doppietta di Ricardo Gary Mendoza Arauz, hanno riequilibrato la situazione negli ultimi nove minuti, capitalizzando l’uno-due del bravissimo Giacomo Giampechini.
Comprensibile il rammarico di Enzo Borella, “anima” dell’Amatori Quarto. 

Rinviata per pioggia Zener-CSKA Pizza: la partita verrà recuperata in data da destinarsi.

Nella classifica marcatori, Danilo Ieraci, pur restando a secco, è sempre in testa con 7 reti.
A quota 5 inseguono Rosario Germino (Zener, con una partita in meno), Alessio Profumo e Edwin Guillermo Betancourt (Foce SAAR Depositi Portuali), Alexander Sicari (Marsiglia) (Francesco Ferrando).