Lavoratore A1, ritorno in campo con "sorprese"


Panettone e spumante sono rimasti sullo stomaco a più di una squadra.
Si spiegano forse così i risultati a sorpresa dell’11° turno del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A1, che segnava la ripresa dell’attività dopo la lunga sosta per le festività natalizie (l’ultima giornata si era svolta il 16 e 17 dicembre scorsi).

L’evento più clamoroso ed inaspettato è stato senza dubbio la vittoria della Cattolica Bogliasco contro il Fia Italbrokers per 3-1, che rilancia le speranze di salvezza dei bogliaschini e probabilmente esclude dalla lotta per il primato gli “assicuratori” (ora quarti, a meno sette dalla vetta, sia pure con una gara in meno).
I “cattolici” hanno imbrigliato le manovre avversarie e hanno colpito con lucidità in avanti, grazie alla splendida doppietta dello scatenato Simone Starnini e ad un guizzo di Guido Arian Granda Bustamante.
I più quotati rivali sono parsi imballati e imprecisi e lo spunto di Corrado Silvestri non è bastato per evitare il K.O. 
Ma altre compagini che lottano per evitare la retrocessione hanno ottenuto punti insperati alla vigilia.

Il Mignanego Bunker, quart’ultimo con 7 punti insieme al Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna, ha bloccato l’ASLA Genova, facendo fruttare una tattica accorta e la determinazione di tutti i suoi giocatori.
I valpolceveraschi hanno colpito con Massimiliano Tedeschi, mentre i blu sono andati a segno con Luciano Ranno.

La Longobarda 2.0, “fanalino di coda del torneo”, ha impattato con un roboante 3-3 contro la Nuova Pedemontana.
E’ stata anche una sfida nella sfida tra due bomber di razza: il longobardo Fabio Finelli e il pedemontano Dario Camere, che hanno siglato una doppietta ciascuno.
Le restanti marcature portano la firma di Matteo Ivaldi per la Longobarda 2.0 e di Alessandro Bodrini per la Nuova Pedemontana. La gara testimonia la tenacia dei biancoblù. 

Anche il Genova Calcio Anni 50, lanciatissimo verso il terzo titolo consecutivo, ha accusato un po’ di ruggine nei suoi collaudati meccanismi.
Contro una volitiva Ansaldo Energia è arrivato sì l’ennesimo successo (2-1), ma non è stata certo una passeggiata in un giardino di rose.
Alla fine le invenzioni di Alessandro Dal Monte e Samuele Abbate hanno risolto l’intricata questione.
Ma gli ansaldini, che hanno trovato il varco giusto con Alessio Musante, sono usciti dal confronto a testa alta. 

Il Sori ha approfittato dei passi falsi delle concorrenti per agguantare al secondo posto, a quota 13, l’ASLA Genova.
La formazione del levante ligure non si è lasciata distrarre ed ha rifilato un secco 4-1 all’A.F. Calcio.
Luca Laudisi ha voluto strafare, tanto da timbrare tutte e quattro le marcature dei suoi: una prova di impressionante forza e di classe sopraffina.
Gli avversari hanno potuto replicare una sola volta con Simone Notarnicola. 

Infine, pari e patta (2-2) tra Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna e Quinto FC.
Gara incerta e ricca di capovolgimenti di fronte, con il team di Franco Bertolla che ha sfondato grazie a Matteo Panzone e Simone Tabò.
I quezzini di Massimo Larosa hanno controbattuto con Alessio Giacinto Giarratana e Roberto Nasso.

Ha riposato il Campomorone Sant’Olcese

Nella classifica marcatori, balzo in avanti di Luca Laudisi: l’ariete del Sori è balzato a quota 11, a due lunghezze dal leader Giacinto Zito, bomber della Fia Italbrokers.
A quota 6 troviamo Nicolò Trignano (Campomorone Sant’Olcese).

Nel prossimo turno, il Genova Calcio Anni 50 osserverà il suo turno di riposo.
Cercheranno di trarne vantaggio il Sori e l’ASLA Genova, che affronteranno rispettivamente l’Ansaldo Energia (venerdì sera, Recco, ore 21) e la Cattolica Bogliasco (venerdì sera, Borzoli, ore 21,30).
La Fia Italbrokers cercherà un pronto riscatto contro il Quinto FC (sabato, S. Desiderio, ore 11), ma non sarà facile contro gli orgogliosi quintini.
La Nuova Pedemontana “incrocerà i bulloni” con il Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna (sabato, Serra Riccò, ore 13,15), mentre il Campomorone Sant'Olcese se la vedrà con la Longobarda 2.0 (sabato, Via Maritano “A”, ore 13).
Infine, scontro salvezza di capitale importanza tra A.F. Calcio e Mignanego Bunker (venerdì sera, Baiardo,ore 21,30) (Francesco Ferrando).