Lavoratore A1, importanti sfide 'salvezza' nel 12° turno


AF Calcio e Mignanego Bunker inseguono l’obiettivo salvezza e nel 12° turno del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A1 si sono affrontate in un match chiave per restare nel massimo campionato uispino.  
Sul campo “G. Strinati” di Baiardo, l’ha spuntata per 3-1 la compagine del direttore sportivo Moreno Palmaverde, che con questa preziosa affermazione aggancia proprio i polceveraschi sul penultimo gradino della classifica, a quota 7.
A far pendere la bilancia dalla parte del team che onora la memoria di Alessandro Ferrando (detto Lollo), sono stati uno spunto di Giovanni Marini e una doppietta da incorniciare di Simone Notarnicola. Sul fronte opposto, è servita a poco la stoccata di Hermenegildo Inies Viera. 

Sempre nei bassifondi della graduatoria, altro exploit della Cattolica Bogliasco, che si sta tirando fuori dai guai con un inizio di 2017 davvero sfolgorante.
Una settimana dopo aver battuto la Fia Italbrokers, i bogliaschini hanno mietuto un’altra vittima illustre, piegando per 2-1 l’ASLA Genova, terza forza del torneo.
La nuova impresa è stata firmata da Luca Roccalberti e Ayoub Mohamadi, autori dei gol decisivi. Gli avversari hanno colpito con Leonardo Pastorino. 

Così, all’inseguimento del Genova Calcio Anni 50, che riposava, è rimasto il Sori, che ha avuto la meglio di misura (1-0) su un’Ansaldo Energia sempre ostica e difficile da piegare. Lo spunto che ha indirizzato la partita è stato opera di Francesco Cuomo.
Gli ansaldini hanno dimostrato di essere competitivi, ma non hanno raccolto nulla. 
Il team di Enrico Ciferri è a meno quattro dalla vetta e sembra in grado di contrastare la supremazia dei campioni in carica. Tutti (o quasi) gli avversari sostengono però che il Sori sia la squadra che gioca meglio, esibendo proprio un bel calcio. 

La Nuova Pedemontana, che ha sempre un incontro in meno, è stata bloccata sul pari (1-1) da un Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna solido e determinato a raggiungere, un passetto dopo l’altro, la salvezza.
Gli uomini di Omar Lafi hanno trovato il varco giusto col solito Dario Camere, il loro bomber di sempre, mentre i rosanero hanno sfondato con l’ottimo Andrea Romani, alla terza segnatura in stagione. 

La Longobarda 2.0 è incappata in una nuova sconfitta, cedendo per 0-2 sul terreno del Campomorone Sant’Olcese.
La compagine di mister Bricola ha regolato i rivali con una prestazione attenta, anche se non particolarmente brillante, sfruttando al meglio i guizzi di Davide Zilli Masotti (al suo primo acuto) e Alessandro Mongeri, che è invece salito a quota tre.

Nella graduatoria dedicata ai giocatori più prolifici, Giacinto Zito (Fia Italbrokers) comanda sempre con 13 reti.
Due in più del fromboliere principe del Sori, Luca Laudisi.
Attestati a quota 6, ci sono poi Nicolò Trignano (Campomorone Sant'Olcese) e Dario Camere, intramontabile “pirata d’area” della Nuova Pedemontana

Nel prossimo turno, in programma nel fine settimana, altra sfida da brividi nella parte calda della classifica tra Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna e AF Calcio (sabato, S. Eusebio, ore 11,30); per entrambe, vietato sbagliare. Interessante e di sicuro richiamo il confronto che opporrà la Fia Italbrokers e l’ambiziosa ASLA Genova (sabato, Sori, ore 13).
Compito proibitivo, sulla carta, per il Mignanego Bunker che ospiterà l’imbattuto Genova Calcio Anni 50 (venerdì sera, Serra Riccò, ore 21,30).
La Cattolica Bogliasco cercherà di prolungare il suo momento positivo contro il temibile Campomorone Sant’Olcese (venerdì sera, Bogliasco “3 Campanili”, ore 21,30), mentre il Sori farà vista al “fanalino di coda”, la Longobarda 2.0, chiamata ad una prova d’orgoglio (venerdì sera, Cornigliano, ore 21,30) (Francesco Ferrando).