Amatori a 6, Francesco Ferrando fa il punto sul girone di andata


Nel recupero del 6° turno del Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori, l’Ediltecnco Design AB Edilizia ha piegato, non senza difficoltà, un combattivo Nanetta 11 per 5-4, raggiungendo così al secondo posto, a meno tre dalla vetta, il Real Pluto.
Ma è stata dura per i campioni in carica conquistare il bottino pieno.
Hanno dovuto lottare e dar fondo a tutte le loro energie per prevalere, capitalizzando le stoccate di Attilio Biribò, Walter Dellepiane, Alessandro Grimaldi, Gianluca Motta e Claudio Redenti.
Gli avversari, che hanno confermato di essere una delle formazioni più convincenti e determinate del torneo, sono usciti dal confronto a testa alta, trovando il varco giusto con l’uno-due di Flavio Lanza e i guizzi di Fabrizio Tassara e Enrico Miroglio.

Dopo questa gara, si è quindi completato il quadro del girone d’andata.
Cosa ha detto la prima metà di stagione?

Sicuramente che per l’Ediltecno Design AB Edilizia non sarà facile ottenere l’ottavo titolo nelle ultime nove edizioni (il che costituirebbe un record nei campionati UISP, difficilmente eguagliabile).

Sulla loro strada gli edili hanno trovato sin’ora un superlativo Gsc Sant’Olcese KF Service, che dopo tredici giornate è stata senz’altro la squadra più forte.
Non solo è prima con 25 punti, ma è ancora imbattuta e ha raccolto 12 successi e 1 pareggio.
Ma il dato più impressionante è quello dei gol segnati, ben 112, con una media incredibile di 8,61 segnature per gara. Non solo.
I santolcesini hanno esibito pure la difesa migliore, incassando  32 reti, cinque in meno del Real Ponente, che ha presentato un’altra difesa solidissima. Con tali dati non stupisce che giochi nella capolista il capocannoniere assoluto, l’inarrestabile Emanuele Cipollaro (44 centri), che ha un vantaggio enorme sul primo inseguitore, Maurizio Renna (Real Pluto), attestato a quota 27.  

I “plutoniani”, che hanno racimolato 22 punti, patendo un solo K.O., sono stati la rivelazione stagionale. La loro organizzazione di gioco è stata superaltiva: sono stati sempre equilibrati, propositivi, concentrati. 

Grimaldi e soci campioni in carica - restano comunque protagonisti e, sfruttando la loro esperienza nella lotta per il primato, potrebbero, a lungo andare avere la meglio.
I margini di errore si sono però ridotti al minimo e mai come quest’anno la loro dittatura rischia di interrompersi. Del resto, nel 2012-2013, fu proprio la Carrozzeria KF, antenata del Gsc Sant’Olcese KF Service, a bloccare la loro striscia vincente. 

Note positive anche per Real Ponente, attualmente quarto, a meno cinque dalla vetta, e il già citato Nanetta 11: entrambe hanno brillato con un calcio divertente e, a tratti, pure spettacolare.
Solo qualche distrazione ha impedito a queste due compagini di trovarsi ancora più in alto in classifica. Vedremo se sapranno reggere sino alla fine, rimanendo lassù in alto.
I ponentini sembrano un po’ più attrezzati dal punto di vista tecnico.
Ma il team di Fabio Melis ha dalla sua l’entusiasmo e la spinta emotiva che nasce dal desiderio di onorare la memoria della figlia di Melis: la piccola Elena (soprannominata Nanetta, da cui il nome del club).

Al di sotto delle aspettative della vigilia, invece, l’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, che l’anno scorso duellò sino all’ultimo con l’Ediltecno, cedendo d’un soffio.
I praesi hanno perso sì qualche “pezzo da novanta”, ma, in ogni caso, il loro rendimento è stato troppo altalenante. Potranno solo migliorare nel ritorno, puntando magari sulla vena realizzativa del bravo Andrea Atzeni (26 gol) e sull’orgoglio del gruppo storico. 

In progresso rispetto al passato il Cibona C.B. che ha presentato una rosa giovanissima.
La freschezza atletica di tanti ragazzi (insieme alla beata incoscienza tipica dell’età) ha consentito ai bianchi di issarsi in settimana posizione, non troppo distante da Nanetta 11  Real Ponente. Complimenti!

In fondo alla graduatoria, troviamo, con due punticini, Banda Bassotti FC e Bambocci Team, che hanno perso dodici partite e ne hanno vinta soltanto una.
Il Bambocci Team ha la difesa più perforata (128 reti), contro i 111 della Banda Bassotti.
L’attacco più asfittico è stato quello del Teplice, con 43 marcature. 
Ma il Bambocci Team, squadra simpatia per la sua correttezza, si è rifatto nella speciale graduatoria della Coppa Disciplina, dove comanda con zero penalità insieme al Real Ponente. Gsc Sant’Olcese KF Service, Teplice e Banda Bassotti FC sono lì vicino, con 1 punto

L’Amatori a sei ha ribadito di essere un vero campionato di sportpertutti, dove l’agonismo non sconfina mai nella cattiveria. Anche le restanti compagini, infatti, hanno ricevuto complessivamente poche penalità. Di questi tempi, un dato da sottolineare (Francesco Ferrando).