Amatori a 6, il 15° turno nel segno delle prime cinque


Vincono tutte le prime cinque del campionato, con maggiore o minor autorevolezza, ma ribadendo comunque un certa superiorità sul resto della compagnia.

Quella che ha faticato un po’ di più, nel 15° turno del Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori, è stata l’Ediltecno Design AB Edilizia, che ha piegato per 7-5 un ostico Cibona CB, che ha esibito la consueta freschezza atletica dei suoi tanti giovani, capaci di colpire con Federico Ferrando, Umberto Galliano, Andrea Parodi, Nicolò Bozzolo e Simone Pasqualetto.
Ma, alla lunga, ha prevalso l’esperienza e la classe degli edili, terzi in graduatoria, che hanno trovato il varco giusto con le doppiette di Claudio Redenti, Attilio Biribò e Alessandro Grimaldi, più un acuto di Massimo Filetti.

L’imbattuta capolista Gsc Sant’Olcese KF Service ha avuto la meglio per 10-6 su un combattivo Studio Fossati SRL, al termine di un confronto giocato a viso aperto e con tante occasioni.
Uno splendido Davide Rivolta, che ha siglato una quaterna, e gli spunti di Alberto Morasso e Alessio Bertin non sono bastati ai nero-arancio, visto che i santolcesini hanno esibito la solita potenza offensiva: l’incontenibile Giuseppe Pala ha calato una fantastica cinquina (metà del bottino), a cui si sono aggiunti il tris del non meno ispirato Samuel Ientile e i tiri precisi di Giovanni Pilato e Michele Cadile. 

Il Real Pluto, sempre secondo, a meno tre dalla vetta, ha superato con un punteggio tennistico (6-2) il Mambo FC, confermandosi la più bella rivelazione del torneo.
I “plutoniani” hanno sfruttato al meglio la sublime prova di Luca Rosso, che ha trascinato i suoi con una quaterna favolosa; le altre marcature portano la firma di Davide Torchia e del solito Maurizio Renna.
Sul fronte opposto, l’uno-due del bravissimo ed indomito Alessandro Pische ha un po’ “indorato la pillola”. 

Il Real Ponente, quarto, ha “passeggiato” (12-1) contro il “fanalino di coda” Bambocci Team (per i portuali, gol della bandiera di Mirko Martino).
In una gara senza storia e senza pathos, i “realisti” hanno fatto il bello e il cattivo tempo. I sontuosi Salvatore Di Pasqua e Alessio Greco, con un poker a testa, si sono divertiti più di tutti; hanno completato l’opera Salvatore Adamo, che ha concesso il bis, Carlo Ragosa e Massimo Fassone.

Il Nanetta 11, quinto, ha travolto per 6-1 l’All Scars S.C.
Il team di Fabio Melis (che si è tolto la soddisfazione di realizzare un gol) ha concretizzato la sua evidente supremazia con le doppiette di Flavio Lanza e Fabrizio Tassara e una stoccata di Davide Schiappacasse.
I rivali hanno bucato la difesa in una sola circostanza con Mario Villaricca, il loro attaccante più prolifico (è al quindicesimo centro stagionale).

L’Olimpic Pra’ Pegliese 1971 ha sconfitto per 9-2 la Banda Bassotti FC.
Ma si potrebbe dire che sia stato un immenso, straordinario ed incontenibile Andrea Atzeni ad abbattere i gialli, visto che da solo ha infilato otto delle nove segnature; l’altra è stata opera di Andrea Lorusso.
I volonterosi avversari, che hanno dato l’anima (come sempre) senza raccogliere punti, hanno risposto solo parzialmente con Massimiliano Ferrigno, l’uno-due di Christian Frau e le bordate di Claudio Rossi e Giacomo Pecorella.

Infine, il Teplice, si è arreso (2-9) ad uno scatenato Resto Del Mondo, che ha “mitragliato” le postazioni difensive con i micidiali uno-due di Giuseppe Patrone, Daniele Giugno, Francesco D’Amico e Alessio Soldi; Filippo Russo ha dato un volto definitivo al punteggio).
Sul fronte opposto, l’onore è stato salvato da un orgoglioso Giuseppe De Vita, che ha “timbrato” il suo personale cartellino con una doppietta. 

Nella classifica riservata ai bomber, Emanuele Cipollaro (Gsc Sant’Olcese KF Service) è sempre ampiamente primo (malgrado sia rimasto all’asciutto), con ben 46 reti.
Ma è stato un po’ avvicinato da Andrea Atzeni, implacabile “fromboliere” dell’Olimpic Pra’ Pegliese 1971 (36 gol). Sul terzo gradino, con 31 segnature, troviamo Maurizio Renna (Real Pluto), seguito, a quota 29, da Alessandro Grimaldi (Ediltecno Design AB Edilizia) e a 26 da un altro “intramontabile”, Alessandro Pische (Mambo FC) (Francesco Ferrando).