Amatori a 8, corsa ai play-off nel 15° turno di campionato


In periodo di Oscar, va sicuramente assegnato quello di miglior calciatore protagonista del Campionato Uisp Amatori a 8 giocatori a Simone Spinelli.
Nel 15° turno del Girone A, l’attaccante ha messo a segno ben otto dei 13 gol (a 1) con cui il Genova Calcio Anni 50 ha annichilito l’Ottica Gualducci.
A completare l’ampio score, c’hanno pensato Roberto Barozzi (tripletta) e Stefano Zelatore.
Gli ottici hanno evitato il “cappotto” con Vito Castagnoli.

Le prime quattro della graduatoria hanno già staccato in anticipo  il biglietto per i play off.
Resta da assegnare il quinto e ultimo a disposizione.
In questa corsa, hanno rallentato sia I Lucani (13 punti) che il Radioactivity (12). 

I bianchi della Basilicata hanno ceduto d’un soffio (1-2) al Circolo Uguaglianza, terza forza del gruppo, al termine di un confronto tiratissimo.
Il guizzo di Fato Asa non è bastato per evitare il K.O., visto che i corniglianesi si sono rivelati più lucidi in fase conclusiva, incamerando così l’intera posta grazie ad una magnifica doppietta di Michele Longo.

Il Radioactivity non ha avuto scampo (1-6) contro il lanciatissimo Sushi-Si Genova, che contende il primato al Genova Calcio Anni 50.
Gazmend Allaraj ha trascinato i suoi con un tris favoloso, a cui si sono aggiunti i guizzi di Daniele Parrella, Kristjan Reci e Ciprian Costantin Craciun.
I “radioattivi” hanno dovuto accontentarsi di un’invenzione di Sanoussy Diakite. 

Il CRS Filippo Merlino Punto Luce ha lottato sino alla fine nel derby con il Real Sestri, ma ha dovuto arrendersi, nonostante una buona prova e le stoccate di Manuel Ronchetto, Michael Barisone Gatto e Matteo Giordani.
Sul fronte opposto, hanno capitalizzato la manovra corale della loro squadra Simone D’Avino, Mohamed Amine Sabor, Madyan Aitablyad, Josè Andres Amaja Viejo e Umberto Barletta.

La Lokomotiv Zapata No Borders ha alimentato le residue speranze di acciuffare in extremis i play off salendo a quota 10, in virtù della  sofferta affermazione per 3-1 ai danni del Senzanome.
Gli “zapatisti” hanno trovato il varco giusto con Mahamadou Bodiang, Fili Kamara e Lamine Jitte.
Gli avversari, usciti dalla contesa a testa alta, hanno ribattuto in parte con Luca Bianchi. 

Simone Spinelli (Genova Calcio Anni 50), con i suoi 51 gol, irraggiungibile, comanda la classifica marcatori sin dalla prima giornata.
Lo segue, con 24 gol, la prolifica coppia del Sushi-Si Genova, composta da Ciprian Costantin Craciun e Gazmend Allaraj

Girone B – Il Figgeu ’98 ha allungato in testa: ora vanta quattro lunghezze di vantaggio sull’Ambramar Tabaccheria De Bonis.

I “tabaccai” sono infatti inciampati e caduti (2-4) contro un ottimo Old Blacks, capace di sorprendere la retroguardia col micidiale uno-due di David Frascatani e gli spunti di Davide Campanino e Mauro Capone.
Non sono servite a molto, dall’altra parte, le conclusioni, peraltro apprezzabili, di Massimo Damiani e di Marian Larentiu Neata. 

I pegliesi hanno invece avuto vita facile contro la Dinamo, ultima in graduatoria, come dimostra il sonoro 7-0.
A segno: Alberto Mostes, Gabriele Lai (una doppietta ciascuno), Fabrizio Roversi, Stefano Marinelli e Federico Lai. 

Fondamentale successo per il Genova Galaxy Betty & Lu Parrucchieri per 5-4 contro il Movimento Rangersport 3N Strade Prima, diretta concorrente per la quinta piazza.
E’ stato un incontro vibrante, incerto e senza un attimo di tregua, che i “galattici” hanno portato infine dalla loro parte con uno splendido tris di Alessandro Pische e le bordate di Emilio Pennavaria e Fabrizio De Angelis.
I combattivi “rangers” hanno impegnato a fondo i rivali, sfondando con un sontuoso Isacco De Benedictis (tripletta d’autore) e Jacopo Pigliapochi.

Il Rocca Automobili ha confermato il suo buon momento, imponendosi, sia pure con qualche lieve affanno, sull’Arci Isoverde 1991 Uniservice Uisafe (4-2).
Il solito Brian Marchi, con un letale uno-due, ha inciso notevolmente sulla gara, coadiuvato da Andrea Cavallini e Flavio Cuccaro. Gli isoverdini, più arcigni del previsto, hanno colpito con Matteo Traverso e Massimo Rebora.

Molto palpitante e incerto anche il match tra Asd Gymnotecnica e Real Ponente, caratterizzato da una sola marcatura.
Quella che ha regalato i due sudatissimi punti (1-0) ai “realisti”: merito del bomber Denny Costanzo. 

Con questo centro, il “puntero” ponentino ha raggiunto i 26 gol nella graduatoria dedicata ai cannonieri. Brian Marchi (Rocca Automobili) non è troppo distante (23).
Sul terzo gradino del podio, c’è Marian Laurentiu Neata, dell’Ambramar Tabacchera De Bonis, con 19 centri (Francesco Ferrando).