Over 40, i verdetti dell'ultimo turno di regular-season


Pedemover e Marsiglia hanno bruciato sul filo di lana rispettivamente il Foce SAAR Depositi Portuali e l’Holland nel 14° e ultimo turno della stagione regolare del Campionato Uisp Over 40, conquistando così i due ultimi posti disponibili per i play off. 

La notizia del giorno è senza dubbio l’esclusione dei focesi, campioni in carica (dovranno accontentarsi dei play out), che hanno chiuso a pari punti (16) con il Pedemover, ma con gli scontri diretti a sfavore (0-1 e 1-3)

Inutile, quindi, l’impresa nella gara conclusiva, con il successo per 1-0 a spese dell’Ansaldo Energia, che ha trionfato nel Girone A con 23 punti (11 successi, 1 pareggio e 2 sconfitte).
La compagine di Riccardo Grossi ha disputato la miglior gara della “temporada”, bloccando l’attacco “monstre” degli ansaldini (rimasti per la prima volta a secco) e capitalizzando nel modo migliore un’invenzione di Massimiliano Gullone. I rimpianti per quello che poteva essere e non è stato sono molti.
Ma l’inizio stentato e i due K.O. con il Pedemover sono risultati fatali.

I nerazzurri, al loro esordio nel torneo, rappresentano una piacevole sorpresa.
Il loro cammino, regolare e costante, è stato coronato dalla bella affermazione per 4-1 contro l’I.P.A. Insieme Per Amicizia.
I micidiali uno-due di Gianluca Ruffino e Daniele Costa hanno fatto la differenza; i rivali hanno accorciato il divario con uno spunto di Gianluca Arecco. 

Lo Zener ha chiuso in seconda posizione, a quota 20, perdendo seccamente (0-4) con il San Martino, buon terzo con 19 punti.
Gli “ingegneri”, visto che i giochi erano già fatti, non hanno espresso la giusta concentrazione e sono stati inesorabilmente infilzati dai più determinati sammartinesi, letali nel colpire con Michele Persi, Massimo Menegatti, Danilo Rombolà e Andrea Benazzo.

I Basanotti hanno cercato di schiodarsi dallo zero in classifica, ma sono caduti per la quattordicesima volta consecutiva, superati di misura (4-5) dal GS Amici Struppa.
Il team della Valbisagno ha sfruttato le magnifiche doppiette di Andrea Fossati e Vincenzi Alagna, più uno spunto di Simone Grotti.
I rivali, che hanno messo tutto il loro impegno nella sfida, hanno alla fine alzato bandiera bianca, nonostante una prestazione più che dignitosa e il fantastico tris del bravissimo Giuseppe Spadafora (a cui si è aggiunto un tocco di Roberto Bognanni).

Nella graduatoria riservata alle punte, supremazia assoluta di Mirko Pieralisi, “gunner” dell’Ansaldo Energia, che ha siglato 37 gol.
Davide Ghirone (Foce SAAR Depositi Portuali) e Massimo Menegatti (San Martino) sono appaiati a quota 19.
Di rilievo pure i 14 centri di Paolo Coppini (Zener) e i 13 di Alessio Musante, compagno di club dello scatenato Pieralisi.

Girone B – Il passo falso sull’ “ultimo gradino” dell’Holland ha dato via libera al Marsiglia.
Gli olandesi (che devono recuperare una gara ormai ininfluente con l’Olimpic Sava Idraulica) hanno dovuto chinare il capo (1-2) di fronte al KF Service, seconda forza del gruppo con 20 punti, al termine di un confronto incertissimo ed appassionante.
I santolcesini hanno fatto pendere la bilancia dalla loro parte con le bordate di Federico Fognani e Andrea Garofani. Sul fronte opposto, non si è rivelato sufficiente il lampo di Gianluca Pistone.

Il Marsiglia ha conquistato la quarta posizione, staccando l’Holland, grazie al successo per 4-3, tanto sofferto quanto prezioso, contro il Multedo FC Sen Sushi Clean&Clean, che è finito terzo, a quota 16.
I marsigliesi si sono aggiudicati la scontro in famiglia con le “mortifere” doppiette di Khalid Hssinou e Alessandro Verde.
I granata, in calo nella parte conclusiva della regular season, hanno replicato parzialmente con Marco Martino, Marco Macrillo  e Fabrizio Roversi. 

Il Multedo FC Amici di Tury, che ha stradominato il raggruppamento con i suoi 24 punti (frutto di 12 affermazioni e 2 soli K.O.), ha superato d’un soffio (3-2) un orgoglioso Agua Etilic Korps Cabrones, capace di andare a segno con Julio Enrique Ramirez Campor e Alessandro Zaccaria.
I multedini hanno sfruttato il solito, puntuale Pasquale Geremicca (che ha concesso il bis) e un guizzo di Mauro Cappai.  

Pari e patta (3-3) tra Multedo FC Levante C, che si è svegliato troppo tardi per puntare in alto, e Olimpic Sava Idraulica, un po’ troppo incostante per insidiare le prime quattro.
I levantini hanno trovato lo spiraglio giusto con Luca Chiodi e una mirabile doppietta di Danilo Donati, bomber d’eccezione.
Gli olimpici hanno tenuto botta con l’uno-due di un sempre efficae Andrea Alongi e una saetta di Francesco Centomani.

Nella classifica cannonieri, il sontuoso Danilo Donati (Multedo FC Levante C) ha imposto la legge del più forte con 43 reti.
Il suo exploit è avvalorato dal fatto che milita in una compagine che è giunta ultima, a pari punti con l’Agua Etilic Korps Cabrones. Pasquale Geremicca (Multedo FC Amici di Tury) è secondo con 31 timbri, seguito a 25 da Giuseppe Alongi (Olimpic Sava Idraulica).
A 18 troviamo poi Andrea Romani (KF Service); a 16 la coppia formata da Fabio Ricci (Marsiglia) e Fabio Cesare Imperiale (KF Service).

Il campionato, prima dell’avvio di play off e play out, si fermerà per una settimana.
Riprenderà il 13 marzo con la giornata inaugurale della fase decisiva (Francesco Ferrando).