Amatori a 7, le emozioni di play-off e play-out (4° turno)


Solidarietà a passione sportiva vanno a braccetto nell’US Valponte 1986.
La scorsa settimana, la società di Isoverde ha raccolto fondi con il club Insieme Per Caso attraverso l’iniziativa “spille solidali” e, sul campo da calcio, ha sconfitto per 5-3 il pericoloso Roccacannuccia in un match importante nella corsa verso le semifinali del Girone 2 dei play off del Campionato Uisp Amatori a 7 giocatori

In una gara ad alto tasso agonistico, la svolta è stata impressa dalla stupenda tripletta dell’incontenibile Stefano Ferrante e dal letale uno-due di Marco Tancredi.
La compagine di Oregina ha replicato parzialmente con Giovanni Cavallaro e il bravo Denis Ottaviani (che ha concesso il bis).

I valpontini
sono balzati al comando con 6 punti, in compagnia del Francesco Marmi, che ha tramortito con un eloquente 7-0 il Black Panters.
Non c’è stato nulla da fare per le “pantere”, che hanno dovuto inchinarsi di fronte alla fantastica quaterna di Matia Tonetti e ai guizzi di Francesco Di Franco, Fabrizio Casazza e Alessandro Terreni. 

Primo K.O. in questa fase decisiva per il Gs Gaiazza, che ha perso partita e primato contro uno scatenato Gsc Sant’Olcese KF Service (2-7).
I santolcesini, dopo un avvio stentato, si sono rilanciati con una prestazione maiuscola, esaltata dalle marcature di Ahmed Zahid, Michele Valente, Giuseppe Zibella (tripletta d’autore), Luigi Saccone e Pasquale Sarno.
I rivali hanno dovuto accontentarsi degli acuti di Stefano Piana e Alessio Mastrangelo.

Play-off Girone 1 – Il DLC Centro Biomasse, che era partito col piede sbagliato, si è rimesso in carreggiata, mandando al tappeto (4-2) la Gelateria Cavassa, che sembrava invece in gran forma.
I ”gelatai” hanno gioito con Simone De Marchi e Francesco Capurro, ma i bianconeri sono stati più incisivi e determinati con la bella doppietta di Walter Marongiu e le invenzioni di Massimo Guano e Massimiliano Tedeschi. 

La Polisportiva Sant’Eusebio ha conservato la leadership, piegando per 6-5 l’R.D. Auto Baldini Motoricambi, al termine di un match al cardiopalmo.
La meravigliosa tripletta del guizzante Stefano Longo ha lanciato i “santi”, che hanno usufruito anche delle conclusioni al bacio di Diego Manuguerra, Fabio Giuseppe Vignola e Alexis Ramos Dextre.
Gli avversari alla fine hanno dovuto arrendersi, malgrado una gara gagliarda e le stoccate di Fabrizio Traverso (tris da incrociare) e Matteo Carrozzino (doppietta).

Un Quinto FC sempre più convinto e convincente ha retto il passo della Polisportiva Sant’Eusebio, rimanendo in vetta, dopo aver sconfitto per 4-2 l’Ediltecno Design AB Edilizia.
L’équipe di Walter Bertolla ha sfruttato al meglio l’uno-due dello scatenato Antonio Pandiscia e gli affondi d Antonio Saggiomo e Filippo Marcenaro. Gli edili hanno dovuto accettare il verdetto e a poco sono servite le marcature di Claudio Redenti e Attilio Biribò. 

Play-out Girone 2 – Con la capolista San Ciro Eremita che riposava, piccolo ma importante passo in avanti del Gs Amici Struppa, che ha impattato per 3-3 con l’UC Il Torchio in una partita ricca di giocate interessanti.
La compagine di Struppa ha colpito con l’uno-due di Stefano Gazzo e uno spunto di Nicolò Tiscornia.
I rivali sono stati altrettanto efficaci, andando a segno con una squillante tripletta di Giulio Vianella. 

Il Sarabamba The Orange è finito nuovamente al tappeto (2-3) contro la Pedemontana Cantera Carrozzeria Mannino, pur lottando con grande determinazione.
Gli acuti di Michele Gattulli e Filippo Giannotta non sono però stati sufficienti, visto che sul fronte opposto hanno trovato lo spiraglio giusto Gioele Rosa e Andrea Lo Cigno e una sfortunata autorete ha regalato i due punti ai pedemontani.  

Play-out Girone 1 – In vetta, troviamo a 6 punti ben tre formazioni: La Resistente, Capichera Calcio e Percivale’s Team.
La lotta per conquistare le semifinali è apertissima.

La situazione incerta è stata determinata dal successo del Capichera Calcio contro La Resistente per 7-3. Capichera è il nome di un famoso vino sardo (della Gallura per la precisione).
Possiamo quindi dire che i biancoverdi hanno “ubriacato” gli avversari, “alzando i calici” quattro volte con uno straordinario Luigi Cuneo, due con Renato Bisagno e una con Giuseppe Rosa. Il sontuoso tris di Luca Crovetto non ha salvato i “resistenti”.

Anche il Percivale’s Team, che aveva brillato nei primi tre incontri, è inciampato (1-3) contro gli Artisti Vari, che hanno fornito una prestazione eccellente.
Un’autorete e le invenzioni di Fabio Zuffanti e Fabio Perazzo hanno reso inutile la bordate del bravo Danilo Tornatore.

Il Rovers FC ha conquistato il primo successo nei play out, piegando per 2-0 un orgoglioso All Scars S.C. L’equilibrata contesa è stata decisa dai siluri di Sergio Manfredi e Michele Torre; l’impermeabilità difensiva ha poi sigillato i due punti.

Nella classifica cannonieri generale, Giacomo Cardinale (Polisportiva Sant’Eusebio) e Luigi Saccone (Gsc Sant’Olcese KF Service) duellano con 26 centri.
I due sono tallonati, a quota 25, da un’altra coppia di prolifici attaccanti come Alessio Mastrangelo (Gs Gaiazza) e Fabrizio Casazza (Francesco Marmi).
A 24 troviamo Luca Crovetto, trascinatore de La Resistente. Stefano Ferrante (US Valponte 1986) è arrivato a 22 (Francesco Ferrando).