Lavoratore A2, Francesco Ferrando presenta play-off e play-out


Le squadre del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A2 si sono riposate una settimana, prendendo lo slancio per la corsa ai play off, che decreteranno (oltre al vincitore del torneo) tre promozioni dirette (la quarta classificata spareggerà con la terz’ultima del Lavoratore A1).

Dando uno sguardo complessivo alle “magnifiche dieci”, notiamo subito che sono presenti le neoretrocesse ARCI Isoverde 1991 Uniservice Unisafe e Foce SAAR Depositi Portuali, che erano le favorite della vigilia e non si sono smentite, trionfando rispettivamente nel Girone A e B. 

Spiccano poi i nomi di tre esordienti assolute nel calcio uispino: Saint Trappa, Atletico Quarto Liggia Pub e Ottica Gualducci, che sono andate oltre le più rosee aspettative.

Ci sono le conferme di Deportivo 2007, Olimpic Pra’ Pegliese 1971, Marsiglia e Wings Aerospace, che raggiunsero la fase decisiva anche nella passata stagione.

Ed infine l’ingresso nell’élite di un club storico della A2 come l’Ospedale San Martino, che finalmente potrà lottare per il salto di categoria.

Mentre si scaldano i motori e sale l’adrenalina, stiliamo un “borsino” delle protagoniste, azzardando anche un pronostico, che va preso col beneficio d’inventario, come semplice curiosità o, al massimo, come uno stimolo alla discussione.

ARCI ISOVERDE 1991 UNISERVICE UNISAFE – Prima nel Girone A con 29 punti in diciotto gare, 13 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte, 52 gol fatti e 25 subiti (+ 27), 3 punti di bonus nella classifica iniziale dei play off.
Si presenta come la squadra più solida, quadrata, concreta e affidabile. Non ha evidenziato sin’ora crepe o punti deboli. 
Ha un gioco collaudato, interpreti affiatati che giocano assieme da lungo tempo, individualità di spicco come Federico Sciutto (vice cannoniere del girone con 14 reti), Alessio Mastrangelo (9  segnature).
La presenza in società di un “guru” con l’esperienza e il carisma di Marco Pericoli fornisce una garanzia in più. Insomma, punta legittimamente non solo all’immediato ritorno in A1, ma anche ad aggiudicarsi il titolo.
A mio avviso, è la favorita numero uno. Unico dubbio: la pressione di chi sa di non poter fallire.   

FOCE SAAR DEPOSITI PORTUALI – Primo nel Girone B con 28 punti, 12 vittorie, 2 pareggi, 4 sconfitte, 62 gol fatti (miglior attacco in assoluto) e 30 subiti (+32). 3 punti di bonus.
Rispetto alla sfortunata “temporada” 2015-2016 ,si è rinforzata con giocatori di esperienza. Pratica il gioco più spettacolare, veloce ed intenso. E’ bella da vedere, ma ogni tanto si distrae.   
Può contare su un Marco Nicoletta spietato sotto porta (21 reti) e vanta altri interpereti di qualità come Alessio Profumo, Stefano Ciani o Edwin Guillermo Betancourt.
La guida di Riccardo Grossi, che per passione, competenza ed esperienza non è secondo a nessuno, darà un’ulteriore spinta, oltre alla voglia di rivalsa dopo le traversie dell’anno passato.
La promozione non dovrebbe sfuggirgli e si candida pure come principale alternativa per il successo finale agli isoverdini.

DEPORTIVO 2007 – Secondo nel Girone A con 27 punti, 11 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte, 47 gol fatti e 28 subiti (+19). 2 punti di bonus. E’ ambizioso, motivato, deciso, tanto che nella pausa natalizia ha reso ancor più competitivo l’organico con un paio di acquisti.
Nel 2014-2015 venne promosso per la prima volta in A1 e ha tutte le carte in regola per ripetere quell’impresa. Sembra il candidato ideale almeno per la terza piazza, confidando pure nella vena realizzativa di Stefano Morelli, bomber del gruppo con 16 reti.
Potrebbe riaffiorare quell’incostanza che ha spesso caratterizzato le sue stagioni. Ma in mano ha senz’altro tutte le carte giuste: dovrà giocarsele al meglio.

OSPEDALE SAN MARTINO – Secondo nel Girone B con 25 punti, 10 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte, 49 gol fatti e 23 subiti (miglior difesa in assoluto), differenza + 26. 2 punti di bonus.
Potrebbe davvero essere la volta buona per salire in A1.
Ha trovato quella convinzione e quella regolarità che gli erano mancati in passato, trascinata dalle prodezze di Danilo Ieraci (nessuno ha segnato più di lui: 22 reti) e dalla saggia conduzione del professor Sergio Barocci, figura mitica del calcio amatoriale genovese. 
Certo, i suoi giocatori sono impegnati nei turni ospedalieri e non può sempre schierare la formazione migliore. Inoltre, nelle ultime uscite, è parso in calo (più di testa che di gambe).
Ha dato comunque l’impressione di non dover temere alcun avversario sul piano squisitamente tecnico.
Potrebbe contendere il terzo posto al Deportivo 2007 o arrivare quarto e giocarsi tutto nello spareggio.

WINGS AEROSPACE – Terzo nel Girone A con 25 punti, 11 vittorie 3 pareggi e 4 sconfitte, 42 gol fatti e 24 subiti (+18). 1 punto di bonus. Dal momento della sua nascita, è cresciuto costantemente, stagione dopo stagione.
Ha esordito l’anno scorso nei play off e ora si presenta più consapevole e maturo (e con una rosa migliore). Spera di essere l’outsider, anche se non parte certo favorito. 
La terza o quarta piazza non sono però irraggiungibili, grazie a “frombolieri” come Daniele Dussoni (11 reti) e Daniel Pantuso (9). Inoltre, la difesa è blindata (solo gli ospedalieri hanno fatto meglio e per un solo gol). Però, come accade spesso, è l’ultimo gradino quello più arduo da scalare per chi è salito in alto.
Dovrà mantenere i nervi saldi e la mente lucida, ma l’attendiamo tutti con curiosità.

ATLETICO QUARTO LIGGIA PUB – Terza nel Girone B con 23 punti, 10 vittorie, 3 pareggi, 5 sconfitte, 42 gol fatti e 31 subiti (+11). 1 punto di bonus. Come “neofita” del campionato, si è rivelata la sorpresa più bella.
Può già gioire per la stagione che ha fatto, ottenendo un risultato che non si aspettava. 
I vari Romano (8 reti), Montaldo, Tassara, Abbate (6 marcature ciascuno) hanno trascinato la squadra e l’entusiasmo è cresciuto partita dopo partita.
Ora tutto quello che viene sarà ben accetto. Anche se, ovviamente, l’appetito vien mangiando e già che ci sono… Anche per loro è la terza o quarta posizione il sogno da trasformare in realtà.
Non hanno l’esperienza, ma potrebbero ancora stupire. Non dovranno però sbagliare nulla.
Queste sono le pretendenti più accreditate.

Olimpic Pra’ Pegliese 1971 (che si è qualificato in extremis e solo per gli scontri diretti a favore con la Vecchia Rivarolese) e Ottica Gualducci (altra esordiente d’assalto che con una costante rimonta ha strappato il pass con pieno merito) sono finite quinte nelle regular season e in questo momento cruciale non sembrano poter aspirare a qualcosa di più.
Ma non dimentichiamo che nella passata stagione anche l’A.F.Calcio, che avrebbe poi vinto il campionato, non era certo approdata ai play off da favorita. Per cui pure ottici e praesi sono autorizzati a coltivare i loro sogni.

Discorso a  parte per Saint Trappa e Marsiglia, che sono delle autentiche mine vaganti, con pregi e difetti, ma capaci di mettere tutti nel sacco se imbroccheranno il periodo giusto.
I “marsigliesi” sono devastanti nella giornate di grazia (vedi il 5-0 rifilato al Foce SAAR Depositi Portuali) e in attacco un tipo come Alexander Sicari (12 reti) terrorizza ogni difesa.

Il Saint Trappa è ancor più imprevedibile, ma ha buone frecce al suo arco.
La più appuntita e velenosa è Claudio D’Agostino (14 centri), ma pure Edoardo Bastile (10) provoca spesso danni seri.
Insomma, guai a sottovalutare i gialloneri. Sull’abbrivio di una regular season così positiva, sono in grado di andare ancora più avanti.

Guardando al calendario del turno inaugurale, si partirà subito con il botto, visto che si sfideranno ARCI Isoverde 1991 Uniservice Unisafe e Foce SAAR Depositi Portuali (sabato, Pontedecimo, ore 11).
Ma, giunti a questo punto, ogni incontro è interessante e ricco di fascino: Atletico Quarto Liggia Pub-Ospedale San Martino (venerdì sera, Quarto Alta, ore 21,30), Marsiglia-Ottica Gualducci (venerdì sera, Multedo, ore 21,30), Wings Aerospace-Olimpic Pra’ Pegliese 1971 (sabato, Borzoli, ore 12,30) e Deportivo 2007-Saint Trappa (sabato, Bavari Taviani, ore 11,15).
Buon divertimento!

PLAY OUT – In contemporanea, scatterà anche il torneo di consolazione.
Qui troviamo, naturalmente, molte compagini deluse.
CSKA Pizza, Due Settembre 1971, Phoenix 1995 e AB Ventieventi erano partite con ben altre aspettative.
Basti dire che i “pizzaioli”, poco più di dodici mesi fa, perdevano per 1-3 lo spareggio promozione-retrocessione con la Nuova Pedemontana.

La Vecchia Rivarolese 2016 si è vista sfuggire la qualificazione per un soffio e lo Zener, sempre tra le prime per tre quarti di stagione, ha pagato a caro prezzo un inatteso calo nel finale.

Questo il programma della prima giornata, ricordando che anche nei play out sono assegnati i punti di bonus (3 alla sesta classificata, 2 alla settima, 1 all’ottava): Due Settembre-CSKA Pizza (venerdì sera, Baiardo G. Strinati,ore 21,30), AF Alcor-Genova Calcio Linea Messina (venerdì, Piani del Ferretto, ore 21,30), Pallavicino-Amatori Quarto (sabato, Pra’, ore 11), AB Ventieventi-Vecchia Rivarolese 2016 (sabato, Quarto Alta, ore 11,30), Phoenix 1995-Zener (sabato, Sori, ore 11) (Francesco Ferrando).