Amatori a 6, sono diciannove le giornate di campionato


185 gol in diciannove partite.
Vale a dire quasi 10 gol a gara (9,73 di media), uno ogni 5 minuti e 13 secondi.
Queste le cifre, impressionanti, dell’attacco del Gsc Sant’Olcese KF Service, che spiegano ampiamente la sua supremazia nel Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori.

Nel 19° turno, la capolista ha esagerato contro il malcapitato All Scars S.C. (17-4). Un’autentica abbuffata, degna di Pantagruel, il vorace gigante partorito dalla fantasia di Francois Rabelais. 
Il più ingordo è stato, ancora una volta, Emanuele Cipollaro, che da solo si è “spazzolato undici porzioni”, seguito da Giovanni Pilato (tre), Pasquale Cirillo (due) e Giovanni Romano (appena una).
Gli avversari hanno provato a difendersi con una doppietta di Simone Villaricca e gli acuti di Emanoil Stoica e Giorgio Fonzi.

Malgrado questi numeri, l’imbattuta capolista (18 successi e 1 pareggio) ha un vantaggio contenuto (tre punti) sul Real Pluto, che non molla, sperando che prima o poi cali un po’ il rendimento di chi gli sta davanti.
I “plutoniani” hanno retto il passo, superando per 6-2 lo Studio Fossati Srl, trascinati dalla fantastica quaterna di Francesco Garbarini, a cui si sono aggiunte le stoccate di Camillo Cella e Davide Torchia.
Sul fronte opposto, hanno limitato il passivo Davide Rivolta e un’autorete.

Il match più bello ed interessante di giornata è stato quello tra Ediltecno Design AB Edilizia e Nanetta 11, terminato con un salomonico 5-5.
I campioni uscenti hanno colpito con l’uno-due di Ardian Peco e gli spunti di Andrea Solari, Andres Xavier Garcia Castillo e Luca Franceschi.
Il team che onora la memoria della piccola Elena ha risposto per le rime con i bis di Fabio Melis (il padre di Elena, fondatore del club) e Daniele Chiappalone, più un guizzo di Davide Schiappacasse.  

Molto combattuto e appassionante anche l’incontro che ha visto il Real Ponente prevalere per 7-5 sull’Olimpic Pra’ Pegliese 1971.
I “realisti” si sono esaltati con la meravigliosa tripletta di Denny Costanzo (secondo solo all’inarrivabile Cipollaro come goleador) e le doppiette di Salvatore Adamo e Massimo Fassone.
I praesi, che hanno mostrato grinta e buone trame di gioco, sono riusciti a sfondare con gli uno-due di Alessio Sercia e Gianmarco Costini e un tocco di Matteo Tedone. 

Il Cibona C.B. ha confermato la sua forza propulsiva e una condizione atletica invidiabile, sconfiggendo con un secco 4-0 il Teplice.
L’eccellente prestazione collettiva è stata concretizzata dalle marcature di Umberto Galliano, Nicolò Bozzolo, Simone Pasqualetto e Federico Ferrando, che ha portato il suo bottino personale a quota 33.  

Il Resto Del Mondo ha imitato il Gsc Sant’Olcese KF Service in fase conclusiva.
Ha fatto addirittura meglio, andando a segno in diciotto occasioni nel roboante 18-5 con cui ha mandato al tappeto il Bambocci Team.
Francesco D’Amico, assolutamente incontenibile, ha recitato il ruolo di protagonista, con una sestina da incorniciare.
Si sono fermati a quattro Filippo Russo e Davide Peghini (un autogol ha completato l’ampio score).
I portuali si sono consolati con una doppietta di Gianluca Roba, i guizzi di Mirko Nalbone e Alessandro Canepa, più un’autorete. 

Il “fanalino di coda” Banda Bassotti FC, a bersaglio con un meraviglioso poker di Christian Frau (il loro bomber migliore con 25 centri) e le bordate di Gabriel Omar Pozo Rodriguez, Ivan Josue Balon Rojas e Giacomo Pecorella, si è arreso (7-12) di fronte al Mambo FC.
I rossoblù hanno “accecato” la difesa con i lampi di Roberto Catanese, Luca Mambelli, Luca Morstabilini (un’irresistibile tripletta ciascuno), Alessandro Pische (che ha concesso il bis) e Andrea Di Bella.

Nella classifica cannonieri, Emanuele Cipollaro (Gsc Sant’Olcese KF Service) non ha rivali, dall’alto delle sue 66 segnature. 3,47 di media a partita). Andrea Atzeni (Olimpic Pra’ Pegliese 1971) lo guarda da lontano, con 43.
A 41 troviamo poi Maurizio Renna, del Real Pluto (Francesco Ferrando).