Femminile, turno favorevole alle capoliste di A1 e A2


Nel 17° turno del Campionato Femminile Uisp - serie A1, il Boglia United ha affilato le armi, teso la trappola e alla fine ha conquistato un prestigioso pareggio nel difficile confronto con il Real Ovomaltina (1-1), seconda forza del campionato.
Le bogliaschine hanno confermato di essere una formazione competitiva, gagliarda, con buone individualità e un grande equilibrio.
Così alle più quotate avversare non è bastato il tocco della solita, imperiosa Serena Coppolino per incamerare l’intera posta, visto che sul fronte opposto ha centrato il bersaglio un’abile Maria Beltrandi.

Per effetto di questo risultato, il Bar Roma Arenzano ha dilatato il sua vantaggio: ora è a +2 (e con una partita in meno).
La capolista ha superato in scioltezza per 5-2 il Seven Fighters KF Service, grazie alle magnifiche doppiette di Elisabetta Parodi e Giulia Rogina, più un guizzo di Silvia Malavasi.
I tocchi precisi di Sonia Carmarino e Alessandra Santanna sul fronte opposto sono serviti soltanto a livello statistico. 

In chiave salvezza, fondamentale affermazione del Campomorone Sant’Olcese, che ha steso per 2-0 in trasferta il Rayo Vallecano, scavalcando il Mignanego Impero (che riposava).
Le santolcesine hanno capitalizzato nel miglior modo possibile le bordate di Marcella Pandolfi e Martina Ballestrasse, contenendo con maestria ogni tentativo delle “spagnole”. 

Il Moto GP ha sconfitto senza alcun problema il Vado FC.
Un 6-0 che ha esaltato tutte le doti della splendida Valentina Villivà, che ha siglato una meravigliosa tripletta.
Il “cappotto” è stato rifinito e consegnato da Marta Schenone, Elena Guainazzo e Giulia Boschini.
Le vadesi, che vedono avvicinarsi la retrocessione, hanno mostrato comunque la consueta, lodevole dignità.

Una C.O.F.La.M. in una delle sue giornate di grazia, non ha concesso scampo (4-1) all’Atletico Levante, mantenendo fede al pronostico.  
Francesca Boggero è stata la “reginetta del ballo”, firmando un delizioso uno-due, a cui si sono aggiunti i “giri di valzer” di Sonia Sulfaro e Monica Fasce.
Le levantine hanno “danzato” solo una volta con la brava Ilenia Gasperini. 

Nella classifica cannonieri, Serena Coppolino (Real Ovomaltina) è salita a 29, un gol in più della rivale Alessia Calcagno (Boglia United).
Terza la scatenata Valentina Villivà (Moto GP), che con il suo tris ha toccato quota 24.
Monica Fasce (C.O.F.La.M.) è a 18.

Serie A2 - Il Valgraveglia Gruppo Alloro, dopo aver perso la scontro al vertice con il CFFSD Cogoleto l’8 febbraio scorso, è entrato in crisi e ha visto allontanarsi prima il titolo e ora anche la promozione (salgono in A1 le prime due classificate).
Nel 17° turno la formazione di Cogorno è finita al tappeto (1-2) in un'altra sfida cruciale sul campo, sempre ostico per chiunque, del Bavari Hills 16133.
Il lampo di Alice Giuliana non è servito ad evitare il terzo K.O. stagionale, visto che le grintose e indomite bavaresi hanno colpito in un paio di occasioni con Lucia Cortimiglia e Marzia Giordano. 

Ora le valgravegliesi sono terze a meno due dal team di Bavari e a meno quattro dalla capolista CFFSD Cogoleto (sia pure con una gara in meno: devono infatti recuperare il mach con l’AF Alcor).
Le cogoletesi hanno confermato agevolmente la loro leadership, sconfiggendo con un tennistico 6-2 l’AE Team, “fanalino di coda” del torneo.
Giulia Robello e Laura Trichilo hanno siglato una bella doppietta, mentre Elena Porcile e Rossana Damonte hanno contribuito a chiudere il set.
Le rivali hanno dovuto accontentarsi delle conclusioni precise di Erica Vacchero e Valeria Grasso.

Brutto capitombolo dell’incostante US Valponte 1986, che ha ceduto 1-2 ad un pimpante Deportivo Nervi.
Le nerviesi hanno sfondato con il micidiale uno-due dell’incontenibile Chiara Giordani.
Mara Manzolillo ha dato speranza alle valpontine, che però sono tornate a casa a mani vuote dal terreno della Corderia, nonostante una prova più che accettabile. 

La Polisportiva CAP&S non ha avuto scampo (0-4) contro la tecnica superiore dell’ABM Real Levante, una delle compagini più spettacolari del campionato.
Le levantine hanno concretizzato la loro supremazia con i bis personali di Sabina Beretta e Beatrice Verdina, entrambe in gran spolvero.

Il Genova Calcio ha “dato la paga” (3-1) al Panta ZD-X Med, che ha bucato la difesa in una sola circostanza con Eugenia Repetto.
Le “portuali” hanno fatto saltare il banco con Jennifer Fredini e la fantastica doppietta di Jennifer Alvarez Rodriguez.
Insomma, tutto nel segno di Jennifer (versione inglese di Ginevra, il cui significato è “genio splendente”).
E, nella circostanza, le due Jennifer hanno brillato davvero come due luminose geniette del calcio. 

L’Arenzano ha chinato il capo (2-4) di fronte ad uno spietato AF Alcor, abilissimo sotto porta con l’ottima Silvia Moschen (doppieta da incorniciare), Masha Valla e Valentina Venturini.
Pregevole, per quanto inutile, lo show sul fronte opposto di Camilla Porrata, che ha insaccato un paio di palloni con la solita prontezza.

Nella classifica cannonieri, proprio la Porrata è terza, con 21 reti, staccata però dalla prime due, che nell’ultima uscita sono rimaste all’asciutto.
Alessia Giuffra (Valgraveglia Gruppo Alloro) svetta con 28 centri, uno in più di Roberta Maranini, bomber DOC dell’US Valponte 1986 (Francesco Ferrando).