Amatori a 6, le sfide del ventesimo turno di campionato


Potrebbe essere calato il sipario sul Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori, anche se mancano ancora sei “atti” al termine della rappresentazione.
Nel 20° turno, infatti, il Gsc Sant’Olcese KF Service ha compiuto lo scatto decisivo verso il trionfo, sconfiggendo con un sonoro 6-1 il Real Pluto nello scontro diretto: ora vanta ben cinque punti di vantaggio sulla seconda (ed è sempre imbattuto). 
I santolcesini hanno dominato il confronto con una prestazione autorevole, sicura, spietata.
Hanno concretizzato con efficacia le loro azioni, spesso travolgenti, andando a segno con le doppiette di Michele Cadile e Pasquale Cirillo e gli spunti di Samuel Ientile ed Emanuele Cipollaro.
I portuali hanno dovuto accettare l’impietoso verdetto, consolandosi con una stoccata di Walter Fossa.

L’Ediltecno Design AB Edilizia, terzo, si è portato ad una sola lunghezza dai “plutoniani”, piegando per 8-6 il Real Ponente, al termine di un match esaltante e ricco di pathos.
Gli edili sono stato trascinati da una fantasmagorica cinquina di Alessandro Grimaldi, a cui si sono aggiunte le conclusioni al bacio di Andrea Solari (che ha concesso il bis) e Andres Xavier Garcia Castillo.
I “realisti”, che hanno comunque destato una buona impressione, hanno replicato in parte con gli uno-due di Marco Bevegni e Salvatore Adamo, più le invenzione di Gabriele Di Meo e Salvatore Di Pasqua.

La Banda Bassotti FC si è aggiudicata per 9-3 il duello sul fondo con il Bambocci Team, agganciandolo a quota 4.
La meravigliosa sestina di un incontenibile Giacomo Pecorella ha fatto la differenza; di Christian Frau, Gabriel Omar Pozo Rodriguez e Michelangelo Conte le altre marcature.
Sul fronte opposto, hanno mitigato l’amarezza le fiondate di Michele Antonacci e Giorgio Ecca (doppietta).  

Il Nanetta 11, a bersaglio con Riccardo Olivieri e Fabio Melis, si è arreso, non senza combattere, contro il Mambo FC (2-4), in un incontro interessante e ben giocato.
I rossoblù, più lucidi sotto porta e con una solida difesa, hanno colto l’attimo giusto con l’uno-due dell’ottimo Roberto Catanese e i lampi di Alessandro Sannino e Davide Bisio.  

L’All Scars S.C. ha offerto una valida ed orgogliosa resistenza, ma alla fine ha dovuto soccombere (8-12) contro il Resto Del Mondo.
Daniele Giugno è stato il protagonista assoluto, calando un “settebello” che ha fatto saltare il banco; hanno completato lo score Giuseppe Bignone, il bis di Filippo Russo e i tocchi di Marco Vassallo ed Alessio Soldi.
Gli orgogliosi e tenaci avversari hanno trovato lo spiraglio giusto con i doppi affondi di Simone Villaricca, Jhony Hilario Ponce Lescano e Paolo Diamento, più le bordate di Emanoil Stoica e Francesco Repetto. 

Il Teplice ha impegnato sino allo spasimo l’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, prima di cedere d’un soffio per 5-6.
Il tris di uno splendido Antonio Mongiovì e l’uno-due di Andrea Parodi hanno fatto sperare i celesti, ma i praesi sono riusciti ad avere la meglio grazie al tris di Rosario Maganuco (implacabile in zona calda), alla doppietta del sempre puntuale Andrea Atzeni e ad un bolide di Matteo Tedone.

Il Cibona C.B. ha prevalso per 6-4 su un combattivo Studio Fossati Srl, dando un’altra dimostrazione della sua forza d’urto.
Le reti di Lorenzo Massoletti (doppietta), Davide Rivolta e Diego D’Amico sono state vanificate dai micidiali uno-due di Simone Pasqualetto e Federico Ferrando, oltre che dai “ganci” di Lorenzo Bianchi e Andrea Parodi.

Nella classifica cannonieri, Emanuele Cipollaro (Gsc Sant’Olcese KF Service), meno “ingordo” del solito nell’ultima uscita, è irraggiungibile dall’alto delle sue 67 segnature.
Andrea Atzeni (Olimpic Pra’ Pegliese 1971) si è portato a 45, mentre Maurizio Renna (Real Pluto) è rimasto fermo a 41.
Alessandro Grimaldi (Ediltecno Design AB Edilizia) è salito a 37, Federico Ferrando (Cibona C.B.) a 35 (Francesco Ferrando).