Lavoratore A1, sono ventuno le giornate di campionato


Ventunesimo turno del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A1 con il Quinto FC che non si ferma più e continua nella sua striscia positiva, in un 2017 sin’ora quasi perfetto.
Anche il quotato Sori ha subito la legge dei quintini, subendo un secco 0-3, frutto di una prestazione superlativa degli uomini di Franco Bertolla.
Il mister direbbe: “Il lavoro e la serietà pagano sempre”.
Così è stato. I padroni di casa sono partiti a mille e al 18’ sono passati in vantaggio con Alhaje Njie, che ha concluso da par suo una trama da manuale.
Sette minuti dopo è arrivato il raddoppio ad opera di Mahmdou Bodiang, che ha insaccato all’incrocio dei pali dopo aver “mandato al bar” un difensore con una finta.  
In avvio di ripresa, un’ingenuità di Boero lasciava il Quinto FC in dieci.
Ma il match non mutava registro.
Al 23’ arrivava la rete che chiudeva definitivamente la contesa, grazie ad uno spunto di Simone Tabò.
Nel finale, Saggiomo sprecava altre due occasioni da solo davanti al portiere e Franchini colpiva la traversa. Insomma, un autentico show.

In coda, fondamentale affermazione dell’A.F. Calcio, che ha superato per 2-1 la Longobarda 2.0, agganciando in penultima posizione il Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna, con cui lotta disperatamente per evitare la retrocessione diretta (destino ingrato delle ultime due classificate). 
I longobardi hanno fatto del loro meglio, trovando lo spiraglio giusto con Matteo Basile.
Ma la maggiore qualità della compagine del presidente Maurizio Bacigalupo e del preparatore atletico Alberto Ferrando ha fatto la differenza, certificata dalle bordate di Marco Maniscalco e Simone Notarnicola.

I quezzini si soni inchinati (1-2) al cospetto del Campomorone Sant’Olcese, che viaggia tranquillamente a metà della graduatoria.
Il team dell’appassionato allenatore Bricola ha sfruttato la vena realizzativa, ritrovata in pieno negli ultimi tempi, del bravissimo Giovanni Mongeri, che ha illuminato la scena con una fantastica doppietta e altri lampi di classe.
I rosanero hanno dovuto arrendersi, nonostante la consueta grinta e un’invenzione di Roberto Di Francesco.

Il Genova Calcio Anni 50 ha proseguito la sua marcia sicura verso il titolo, superando, sia pure con qualche patema d’animo, la Nuova Pedemontana per 3-2.
La compagine di Omar Lafi ha cercato di arginare i rivali con i bolidi di Roberto Casagrande e Alessandro Boldrini, ma non sono bastati.
L’esperienza e la forza dei campioni in carica hanno infatti prevalso, grazie all’uno-due di uno scatenato, eterno Roberto Balboni e ad un acuto di Francesco Penna.

La Cattolica Bogliasco, dopo lo 0-0 della settimana precedente, ha ripreso a correre spedita, ribadendo la seconda piazza.
I bogliaschini, in condizioni di forma smaglianti, non hanno concesso scampo al pur volonteroso Mignanego Bunker.
Il 2-0 che ha certificato la loro superiorità è stato sigillato dai timbri autorevoli di Lorenzo Ghilarducci e Guido Adrian Bustamanta Grande. 

L’Ansaldo Energia ha strappato un prezioso e meritato pareggio (1-1) nella difficile sfida con l’ASLA Genova.
In un match interessante ed incerto, Fabrizio Casazza (che brilla pure negli Amatori a otto con la maglia del Francesco Marmi) ha lasciato il segno per l’équipe di Alessandro Scarcella, mentre gli ansaldini hanno fatto breccia con un letale Lorenzo Canepa. 
Ha riposato la Fia Italbrokers.  

Nella classifica cannonieri, Luca Laudisi (Sori) ha conservato la leadership con 18 gol, cinque in più di Giacinto Zito, della Fia Italbrokers.
Alessandro Mongeri (Campomorone Sant’Olcese) è buon terzo, a quota 11, seguito a 8 da Luciano Ranno (ASLA Genova) e Dario Camere (Nuova Pedemontana).

In questa giornata, fari puntati, soprattutto, sul duello per palati fini tra Sori e Genova Calcio Anni 50 (venerdì sera, Recco, ore 21).
Il Quinto FC cercherà di prolungare il suo momento magico affrontando l’Ansaldo Energia (sabato, Via Maritano A, ore 13), mentre il Campomorone Sant’Olcese farà visita al Mignanego Bunker (venerdì sera, Serra Riccò, ore 21,30). 
Gara da brividi sul fondo quella che opporrà la Nuova Pedemontana all’A.F. Calcio (sabato, Serra Riccò, ore 13,15).
Impegno arduo per l’altra pericolante, il Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna, che se le vedrà con la qualitativa ASLA Genova (sabato, Sant’Eusebio, ore 11,30).
La Longobarda 2.0 incontrerà la Fia Italbrokers (venerdì sera, Cornigliano, ore 21,30).
E' di riposo la Cattolica Bogliasco (Francesco Ferrando).