Femminile, è titolo in A1 per il Bar Roma Arenzano


Il Bar Roma Arenzano, pareggiando per 1-1 all’ultimo respiro il big match del 20° turno con la Real Ovomaltina, ha conquistato il titolo del Campionato Femminile Uisp a 7 giocatrici – serie A1, il quinto consecutivo (i primi tre con la denominazione di Real Cecilia). 

L’incontro chiave, svoltosi ad Oregina, è stato un inno al movimento rosa uispino, che non ha eguali in Italia per quantità di squadre e qualità del gioco.
E’ stato un confronto aspro ma leale, intenso, incerto e appassionante.
Sino allo spasimo finale, quando le arenzanesi, a pochi secondi dal termine, hanno acciuffato le rivali, passate in vantaggio grazie a Serena Coppolino, sfruttando un guizzo di Silvia Malavasi.

Ora, a due giornate dalla conclusione, il Bar Roma Arenzano ha due punti in più (e una gara in meno) delle rivali, che devono giocare soltanto una partita.
Al massimo possono chiudere a pari punti, ma sono in svantaggio negli scontri diretti, avendo perso all’andata per 2-3. Game over. 

Nelle restanti partite, il Campomorone Sant’Olcese si è avvicinato alla salvezza, con una squillante affermazione (10-4) ai danni dell’Atletico Levante.
Le santolcesine hanno dominato, concretizzando la loro superiorità con una valanga di reti: tre per Micol Profumo e Martina Ballestrasse (assolutamente immarcabili), due a testa per Denise Civitella e Marcella Pandolfi. Le levantine hanno trovato il varco giusto con una superlativa Ilenia Garberini (che ha realizzato una tripletta) e Carolina Pomo.

La C.O.F.La.M. ha espugnato il terreno del Seven Fighters KF Service per 5-3, dopo una sfida serrata e palpitante.
Le biancoblù hanno fatto pendere la bilancia dalla loro parte grazie al travolgente tris della scatenata Francesca Boggero e alle bordate di Valentina Ruggero e Monica Fasce.
Le avversarie hanno replicato in parte con Sonia Carmarino, Alessandra Santanna e Paola Sessarego.

Brutta botta per il Mignanego Bunker, travolto senza discussioni (1-7) da un eccellente Boglia United.
Le polceverasche hanno marcato il gol della bandiera con Elena Scuzzarello.
Per il resto, le bogliaschine hanno imperversato con una fantastica quaterna di Alessia Calcagno, l’uno-due di Alessia Romeo e l’acuto di Maria Beltrandi.

Moto GP-Rayo Vallecano si disputerà il 4 maggio, in Via Terpi, alle ore 21.

Il “fanalino di coda” Vado FC ha riposato.

Nella classifica cannonieri, Alessia Calcagno (Boglia United) ha allungato il passo, portandosi a quota 33.
A 31, insegue Serena Coppolino, del Real Ovomaltina. Valentina Villivà (Moto GP) è rimasta ferma a 25.
Silvia Malavasi (Bar Roma Arenzano) è salita a 21, Monica Fasce (C.O.F.La.M.) a 20 

Serie A2 - Con il Bavari Hills 16133 avviato, grazie al calendario favorevole, ad una promozione e forse anche al titolo di categoria, CFFSD Cogoleto e Valgraveglia Gruppo Alloro si sono preparate allo scontro campale e decisivo del 20 aprile (Cogoleto, ore 21), vincendo agevolmente i rispettivi incontri del 20° turno di serie A2

Le valgravegliesi devono battere le rivali e poi aggiudicarsi il recupero con l’AF Alcor.
Le padrone di casa possono accontentarsi di un pareggio, ma sono obbligate a conquistare i due punti se vogliono contendere il primato alla bavaresi.

La compagine di Cogorno
è reduce dalla perentoria affermazione per 4-0 contro la Polisportiva CAP&S frutto di una prova scintillante, esaltata dalle conclusioni al bacio di Alessia Giuffra (che ha “timbrato” una splendida doppietta), Annalisa Bettimelli e Monica Michelini.
Le portuali non hanno trovato le contromisure adatte. 

Le ragazze di Andrea Ramaglia, a loro volta, hanno lasciato solo le briciole all’AF Alcor Arcadia (6-1), malgrado molte assenze.
Il loro dominio è stato totale e si è tramutato nella tripletta di Alessia Puppo (tornata a segnare dopo un digiuno per i problemi ad un ginocchio), Laura Trichilo, Rossana Damonte e Valentina Pedemonte. Le “arcadi” si sono consolate con un guizzo di Olga Boero.

Il Bavari Hills 16133 ha proseguito la sua corsa verso la A1 superando in scioltezza (4-1) l’Arenzano.
Hanno risolto la questione l’uno-due della spietata Marzia Giordano e le stoccate di Rossella Villa e Valentina De Caroppo.
Unica soddisfazione per le arenzanesi un tocco astuto di Elisa Procacci.

L’ABM Real Levante, quarta forza del campionato e con più di un rimpianto per qualche occasione persa, ha confermato quelle doti tecniche che ne fanno la formazione più spettacolare del torneo.
Le levantine hanno piegato per 2-1 una combattiva e mai doma US Valponte 1986.
Alle valpontine, che sono comunque uscite a testa alta dal confronto, non è bastato un fendente della solita Roberta Maranini.
Le gialloverdi sono state più precise e anche un po’ più fortunate, andando a segno con Sabina Beretta e Daniela Parisi.

Il Panta ZD-X Med ha resistito a lungo al Deportivo Nervi, prima di cedere di misura per 1-2.
La penultima in classifica ha mostrato buona volontà e anche qualche giocata interessante, trovando lo spiraglio giusto con Camilla Lupattelli.
Le nerviesi hanno sfondato in maniera decisa (e decisiva) con Elena Gaggero e Roberta Ostigoni.  

Il Genova Calcio non ha concesso scampo (7-0) al malcapitato AE Team.
Il fragoroso “settebello” porta la firma di Jennifer Fredini (che ha siglato una quaterna da ricordare), Marta Longo (bella doppietta) e Jennifer Alvarez Rodriguez. 

Nella graduatoria riservate alle attaccanti, Alessia Giuffra (Valgraveglia Gruppo Alloro, 33 reti) duella sempre con Roberta Maranini (US Valponte 1886, a quota 32).
Più staccata, con 24, troviamo Camilla Porrata, bomber d’eccezione dell’Arenzano.
Debora Dapelo (ABM Real Levante) è a 19 e Alessia Puppo (CFFSD Cogoleto) è risalita a 17 (Francesco Ferrando).