'Coppa Lavoratore UISP': è finale ASLA Genova-Cattolica Bogliasco


Pronostici rispettati nel ritorno delle semifinali della Coppa Lavoratore UISP: saranno Cattolica Bogliasco e ASLA Genova, le due formazioni più attrezzate, a contendersi il trofeo nella finalissima di questa prima edizione

I bogliaschini, dopo l’inatteso pareggio interno per 0-0, hanno travolto (4-0) al “Baiardo Strinati” il Real Quezzi Eam Edilizia Artigiana Moderna, con la testa già alla cruciale sfida salvezza di sabato contro l’A.F. Calcio, nel turno conclusivo del Lavoratore A1.  
In fase conclusiva ha fatto tutto un indiavolato ed immarcabile Simone Starnini, che ha calato un meraviglioso poker.
Impressionante la sua prova, ma anche quella di tutta la squadra, apparsa in smaglianti condizioni di forma e carica per la recente conquista del secondo posto in A1, che rappresenta il miglior piazzamento di sempre per questo storico club.
I quezzini nulla hanno potuto contro avversari tanto in palla.
Hanno cercato di opporre un’orgogliosa resistenza, ma era davvero difficile.
Alla fine, meglio pensare al match con l’A.F. Calcio, decisivo per sfuggire a quel terzultimo posto che costringerebbe i rosanero ad un’altra gara da “brivido caldo” contro la quarta classificate della A2, per evitare la retrocessione.

L’ASLA Genova, sfruttando il 3-1 dell’andata, ha resistito nel retour match agli assalti di un indomito Mignanego Bunker, chiudendo la tiratissima partita sullo 0-0.
Ma non è non è stata certo una passeggiata. Tutt’altro.
“E’ stata una faticaccia – hanno commentato infatti sulla loro pagina Facebook quelli dell’ASLA -. Ma alla fine ci siamo riusciti, obiettivo raggiunto, pur con mille difficoltà. Questi vecchietti ce l’anno fatta. E ora tutti a Marassi per la coppa”. Dove cercheranno di conquistare il loro primo trofeo UISP.
I polceveraschi, dal canto loro, sono usciti a testa alta dalla competizione, onorata sino all’ultimo con una serie di prestazioni volitive.
Niente male per una formazione che l’anno scorso era ancora nel Lavoratore A2 e che, da neopromossa, ha saputo salvarsi con anticipo in A1. Il futuro sembra davvero roseo per Stefano Ferrante e compagni.

Quest’ultimo, punta di diamante dei biancazzurri, è ancora in testa nella classifica cannonieri di Coppa con 6 reti, una in più del trio composto da Simone Starnini (Cattolica Bogliasco), Luciano Ranno (ASLA Genova) e Fabrizio Crovetto (Cattolica Bogliasco) (Francesco Ferrando).