Amatori a 6, l'ultimo turno aspettando la festa al Ferraris


Il Gsc Sant’Olcese, già aritmeticamente campione del Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori, ha celebrato il Titolo con una gara rilassata, divertente e, almeno a tratti, anche spettacolare contro il Real Ponente, deciso a salutare la stagione con un risultato di prestigio.
Obiettivo raggiunto per i “realisti”, che hanno strappato un pirotecnico pareggio per 7-7, grazie alla bruciante tripletta di Salvatore Adamo, all’uno-due di un abile Daniele Campoliti e ai guizzi di Salvatore Di Pasqua e Carlo Ragosa.
I santolcesini, che non volevano certo chiudere con una sconfitta, hanno replicato a tono, trainati dal solito, mostruoso Emanuele Cipollaro, che ha calato una cinquina favolosa, a cui si sono aggiunte le conclusioni precise di Michele Cadile e Samuel Ientile. 

Il Real Pluto, superando per 9-4 l’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, è così finito secondo, staccato di solo una sola lunghezza dalla vetta.
I “plutoniani”, che hanno disputato un torneo straordinario al loro esordio nell’Uisp, hanno controllato il match, concretizzando le loro azioni spesso travolgenti con un “settebello” da sballo di Maurizio Renna, assolutamente incontenibile; ha completato lo score una bella doppietta di Francesco Buiese.
I praesi, che si sono battuti con dignità, hanno centrato il bersaglio con Doriano Pesenti (che ha concesso il bis), Andrea Atzeni ( bomber DOC) e Rocco Costarelli. 

L’Ediltecno Design AB Edilizia, che ha visto interrompersi la sua striscia di tre “scudetti” consecutivi (sette in totale), è finita terza, a tre punti dai neo campioni.
Gli edili, nel 26° e ultimo turno, hanno incenerito con un deciso 10-2 l’All Scars S.C.
Nel festival del gol, hanno brillato in particolare Attilio Biribò (che ha siglato un poker da urlo), Andrea Damonte e Francesco Bordo (una doppietta ciascuno), Andrea Faletti e Andres Xavier Garcia Castillo.
I gialloblù hanno evitato un passivo ancor più pesante con i tocchi di Johny Hilario Ponce Lescano e Massimiliano Ciotola. 

Il Mambo FC ha riservato un trattamento analogo al Bambocci Team, superandolo per 12-5.
Simone Mina hanno recitato il ruolo del protagonisti con una quaterna; di Andrea Di Bella, Alessandro Pische (doppiettisti di giornata), Luca Mombelli e Luca Morstabilini le restanti marcature.
I portuali hanno trovato il varco giusto con un orgoglioso Mirko Martino (poker da fenomeno) e Diego Gaspare Kosir.

Pari e patta (7-7) nella sfida, aperta ed equilibrata, tra Resto Del Mondo e Nanetta 11.
La compagine di Fabio Melis, che ha inflitto l’unico K.O. stagionale al Gsc Sant’Olcese KF Service (sia pure a giochi ormai fatti) e ha esibito spesso un calcio esteticamente pregevole, è andata a segno con una tripletta del bravo Davide Schiappacasse, l’uno-due di un micidiale Fabrizio Tassara e gli acuti singoli di Flavio Lanza e Alessandro Cervetto.
Sul fronte opposto, grande prova di Daniele Giugno (che ne ha fatti quattro), col prezioso appoggio degli spunti di Alessio Soldi, Francesco D’Amico e Giuseppe Patrone.

Il Teplice, con un colpo di reni finale, ha abbandonato l’ultima posizione, piegando per 6-4 lo Studio Fossati Srl. Decisivi i bis dei concreti e mortiferi Luca Parodi, Gabriele Vallone e Antonino Mongiovì.
Il team che porta il nome di uno studio per perizie tecniche ed assicurative di Sant’Olcese ha sfondato con la doppietta di Davide Rivolta e le fiondate di Lorenzo Massoletti e Alessio Bertin, ma alla fine ha dovuto arrendersi.

Infine, il Cibona C.B., altro club che in questo 2016-2017 ha fatto enormi progressi, sfruttando una rosa giovane e sbarazzina, ha avuto la meglio per 7-6 sulla Banda Bassotti FC, “fanalino di coda” della competizione.
I “banditi”, nella circostanza, hanno mostrato buone cose e sono sembrati degni di una classifica migliore.
I “timbri” di Claudio Rosso (2), Christian Frau (2), Giacomo Pecorella e Michelangelo Arcangelo Conte (1 ciascuno) non sono stati però sufficienti, perché gli avversari hanno saputo mettere la testa avanti con gli uno-due di Nicolò Bozzolo, Umberto Galliano e i lampi di Simone Pasqualetto e Andrea Parodi.

Nella classifica cannonieri, trionfo di Emanuele Cipollaro (Gsc Sant’Olcese KF Service), che ha raccolto l’impressionante bottino di 85 reti , con una media incredibile di 3,26 a partita (una rete ogni quarto d’ora circa). 
Andrea Atzeni (Olimpic Pra’ Pegliese 1971), fior di stoccatore d’area, è arrivato secondo con 57 gol, seguito, a quota 54 da Maurizio Renna, infallibile “arciere” del Real Pluto e a 48 da Alessandro Grimaldi, eterno “puntero” dell’Ediltecno Design AB Edilizia.
Nota di merito per Mirko Martino (Bambocci Team), capace di infilare 47 marcatore giocando in una formazione che ha conquistato soltanto sei punti. 

I rosanero
, ultimi in graduatoria, si sono consolati con la Coppa Disciplina: sono stati infatti buonissimi, con zero penalità (vale a dire che non hanno mai ricevuto un cartellino).
Correttissime, con 1 solo punto, anche Teplice, All Scars S.C. e Real Ponente

La coppa non è un premio fine a se stesso.
Tutt’altro. Regalerà infatti al Bambocci Team l’ambita opportunità di giocare al “Luigi Ferraris” nella kermesse di fine stagione, disputando le finali per la Supercoppa Disciplina Amatori.
Una bella soddisfazione poter calcare almeno una volta nella vita il mitico prato di Marassi. Sembrava un sogno impossibile. Invece…  
L’Uisp sa trasformare i sogni in realtà, regalando a tutti una possibilità (Francesco Ferrando).