Amatori a 6, tre squadre a punteggio pieno dopo il 4° turno


E’ il Real Pluto, targato quest’anno Pizzeria Al Portico, la più bella realtà dei primi turni del Girone A del Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori.
La squadra, nata nel 2016 per iniziativa di un gruppo di lavoratori portuali, è in testa a punteggio pieno, avendo vinto le prime quattro partite disputate. 

L’ultima contro la blasonata Ediltecno Design AB Edilizia per 5-3.
Gli edili costituiscono da sempre una formazione ricca di qualità ed esperienza. La gara, in effetti, è risultato tiratissima e combattuta.
La svolta si è avuta al 46’, sul punteggio di 4-3 per i “plutoniani, quando il loro portiere, il magico Valle, ha respinto un rigore. Sul capovolgimento di fronte è poi arrivato il quinto gol.
Per l’Ediltecno sono andati a segno Antonio Rizza (doppietta) e Fabio Parodi.
Per i neroverdi, fantastico tris di Roberto Pastorino, più acuti singoli di Maurizio Renna e Daniele Biggi. 

E’ partito col piede giusto anche l’All Scars SC, che sta marciando come mai aveva fatto nelle precedenti edizioni del torneo.
Attualmente è secondo con 7 punti, frutto di tre vittorie ed un pareggio.
Contro il Teplice, i gialloblù hanno trionfato con uno squillante 10-4, divertendosi un po’ tutti: doppiette degli scatenati Davide Cosso ed Alessandro Arpe, acuti singoli di Claudio Villaricca, Simone Villaricca, Giorgio Fonzi, Massimo Menegatti ed Emanoil Stoica, più un’autorete.
I rivali hanno limitato il passivo con le conclusioni precise di Antonino Mongiovì (che ha concesso il bis), Giacomo Pittaluga e Jacopo Profumo.

L’US San Marzano ha ceduto per 2-4 alla Pizzeria Cip e Ciop, che ha centrato la prima affermazione stagionale.
I “pizzaioli” hanno colpito con Michelangelo Conte, il letale uno-due di Josue Abraham Saverio Ramirez e una stoccata di Giacomo Pecorella.
La compagine che porta il nome della città campana famosa per i suoi pomodori ha replicato parzialmente con Nicolò Casagrande e Matteo Dell’Acqua. 

Il Real Ponente ha annichilito l’Olimpic Pra’ Bambocci Team con un fragoroso 10-2, in cui ha fatto la parte del leone Davide Martello, che ha messo a segno una poderosa cinquina.
L’altra metà delle marcature porta la firma di Daniele Campoliti, Massimo Fassone (una doppietta ciascuno) e Denny Costanzo.
I praesi hanno dovuto accontentarsi di un paio di bordate di Mirko Martino. 

Nella classifica cannonieri, Maurizio Renna (All Scars SC) è il più prolifico con 10 centri, seguito a quota 6 da ben quattro giocatori: Francesco Garbarini e Luca Rosso (Real Pluto Pizzeria Al Portico), Simone Villaricca (All Scars SC) e Francesco Bordo (Ediltecno Design AB Edilizia). 

Girone A – Una conferma e una piacevole novità.
Dopo il 4° turno comandano Resto del Mondo, che non si è mai trovato così in alto, e KF Service srl, campione in carica

La novità è il Resto del Mondo che, dopo la discreta stagione 2016-2017, sembra aver compiuto un deciso salto di qualità.
Ha confermato la sua forza piegando per 5-3 il temibile Nanetta 11, al termine di un confronto bello ed appassionante.
Uno straordinario Giuseppe Patrone ha trascinato i suoi con una meravigliosa tripletta, a cui vanno aggiunte le marcature di Daniele Giugno ed Alessio Soldi.
La compagine che vuol onerare la memoria della piccola Elena, figlia di Fabio Melis, scomparsa anni fa per una grave malattia, ha combattuto strenuamente prima di arrendersi, trovando la via della rete con l’uno-due di Andrea Giuliani e un guizzo dello stesso Melis.

Il KF Service, che punta decisamente a confermare il titolo conquistato nella passata stagione, ha proseguito il suo percorso netto, rifilando un “tennistico” 6-1 al Cibona CB, che è riuscito solo a siglare il classico gol della bandiera con Simone Pasqualetto.
Gli incontenibili santolcesini hanno archiviato la pratica con gli uno-due di Enrico Mirko Capece e Luigi Saccone, più i siluri di Franceso Abruzzese ed Emanuele Cipollaro. 

Il Mambo FC si è mantenuto nella scia delle capolista, sconfiggendo per 7-5 il Senzanome, in virtù delle splendide doppiette del solito Alessandro Pische e di Marco Rombi, oltre alle invenzioni di Fabrizio Parodi, Luigi Nicoletti e Andrea Di Bella.
Sul fronte opposto non è bastato un Ivan Sorbera “mostruoso”, che ha realizzato una quaterna; lo score è stato completato da un affondo di Michele De Siena.

Anche l’Olimpic Pra’ Borussia Porcmund si è portato a quota 6, travolgendo con un pirotecnico 19-8 un’Edilcleri troppo fragile in fase difensiva.
Questo l’infinito tabellino dei praesi: Marco Marino (7), Simone Tagliafico (6), Michele Cadile (2), Luca Cadili, Luca Cacciotti e Metteo Tedone (1 a testa).
Gli edili hanno segnato tanto pure loro, anche se non potevano reggere il passo di un avversario così ispirato sotto porta; tra gli sconfitti i migliori sono stati Aniello Ascione (tris d’autore) e Massimiliano Ciotola. 

Nella graduatoria dedicata agli attaccanti, nessuno ha fatto meglio (10 reti) di Marco Martino, spietato finalizzatore dell’Olimpic Pra’ Borussia Porcmund.
Lo tallonano con 11 gol Alessandro Pische (Mambo FC) e Enrico Mirko Capece (KF Service srl) (Francesco Ferrando).