Amatori a 8, il quarto turno sorride al Genova Galaxi


In attesa dello scontro diretto del 22 novembre (Villa Gavotti, ore 21), Genova Calcio Anni 50 e Sushi-Si Genova continuano a vincere.
Entrambe hanno fatto bottino pieno nel 4° turno del Girone A del Campionato Uisp Amatori a 8 giocatori, mantenendo fede ai pronostici. 

I campioni in carica hanno superato per 2-0 un combattivo ed ostico CSI Fincantieri Ansaldo Sestri.
Gli uomini di Sergio Lagomarsino hanno inserito il pilota automatico e alla fine hanno avuto la meglio, grazie alle segnature dell’eterno Roberto Balboni (classe 1964, “vecchio cuore” Sestrese) e Tommaso Pisano.
Ma i “metalmeccanici” hanno dato del filo da torcere ai più quotati avversari, riducendone al minimo la pericolosità e tentando anche qualche temibile ripartenza.

Il Sushi-Si Genova ha avuto meno problemi contro la Dinamo, “chiudendo il set” con un significativo 6-2, frutto di una meravigliosa tripletta dell’incontenibile Arjan Bizgjoni (allenatore-giocatore) e degli acuti singoli di Gerald Buci, Ciprian Costantin Craciun e Salvatore Cortese.
Sul fronte opposto, hanno limitato un po’ i danni Matteo Pizzaferri e Lorenzo Piccinini.  

Alle spalle delle due attese protagoniste del raggruppamento, brilla il Real Sestri, che ha rifilato un altro “tennistico” 6-2 all’RC Tech, capace di andare in gol solo con Diego malerbe ed Alessio Furiosi.
Per il resto, è stato un monologo dei “realisti”, che hanno colpito ripetutamente con Sadok Akkari (che ha calato un fantastico tris), Madyan Aytlabyad , Luca Basile e Josè Andrea Amaja Viejo. 

Grande lotta e gara incerta tra Punto Luce Merlino e I Lucani, con vittoria in volata (5-4) di questi ultimi, che hanno sfruttato la vena realizzativa dell’eccellente Filippo De Salvo (tripletta d’autore), Fabio Cagnoni e Michael Celano.
L’espressione  calcistica del noto e storico circolo di Sestri Ponente ha replicato in parte con un sontuoso tris di Edoardo Diego Delfino e Silvio Andreoli.  

Agevole affermazione del Circolo Uguaglianza, che ha travolto per 6-0 lo Star People.
I corniglianesi hanno dominato la scena dal primo all’ultimo minuto, sfondando le linee difensive avversarie, piuttosto fragili, con un’irresistibile quaterna dello scatenato Ledio Ivo Domi e gli spunti di Franco Casula e Raffaele Furci. 

Nella classifica cannonieri, Ciprian Costantin Craciun, punta di diamante del Sushi-Si Genova, comanda con 7 centri, seguito a quota 5 da Matteo Pizzaferri (Dinamo) e Ledio Ivo Domi (Circolo Uguaglianza). 

Girone B – Che spettacolo! Bar Europeo e Figgeu’98 hanno dato vita ad un in incontro palpitante, equilibratissimo e ricco di giocate per palati fini, terminato con un salomonico pareggio (4-4).
Per i pegliesi, hanno trovato il varco giusto Matteo Mazzoni, Federico Lai e Marco Arduini (che ha concesso il bis). La compagine sponsorizzata dal locale di San Martino, divenuto un importante punto di riferimento per la vita universitaria e non solo, ha risposto a tono con lo splendido uno-due di Loris Portanova, più le bordate di Florin Achitei e Geancarlo Manuel Mendieta Jimenez.

In virtù di questo risultato, il Real Ponente è rimasto da solo in vetta punteggio pieno, dopo la “manita” mostrata alla Gymnotecnica.
L’eloquente 5-0 porta la firma del puntuale Denny Costanzo (autentica macchina da gol dei ponentini), Alessandro Aresca, Davide Martello e Salvatore Adamo. 

Anche l’Arci Isoverde 1991 ha trionfato con un punteggio altisonante contro il Movimento Rangersport (5-1), bucando il portiere rivale con una tripletta da urlo di Alessandro Tassistro e i guizzi di Marco Ferrara e Michele Rebora. Gol della bandiera dei “rangers” ad opera del bravo Lorenzo Manfrè.

L’Ivaldi & Generale FC ha steso il Teplice per 4-1, capitalizzando le conclusioni al bacio di Manuel Scancalepore, del bomber Brian Marchi (doppietta) e Radouan Idrissi El Asfar. Il Teplice si è consolato con un tocco preciso di Jacopo Profumo.

Prima gioia dopo tante delusioni per il Genova Galaxy, che ha prevalso per 3-1 sull’Old Blacks.
I “galattici”, che vantano una buona tradizione nel “calciotto”, hanno messo in mostra uno straordinario Daniel Causa (che ha “timbrato” una bella doppietta), a cui si è aggiunto un fendente del “fromboliere” per tutte le stagioni Alessandro Pische.
Ai “vecchi neri” non è bastata una prova grintosa e l’invenzione di David Frascatani per evitare il K.O.

L’appena citato Alessandro Pische guida la graduatoria riservata agli attaccanti con 6 reti, in compagnia di Denny Costanzo (Real Ponente) e Stefano Marinelli (Figgeu ’98).
Tallona questo “trio maravilha” Kelvin Rodolfo Canales Zambrano, del Bar Europeo (Francesco Ferrando).