Over 40, la terza giornata dei "veterani" Uisp


Siamo solo agli inizi e la situazione è in completo divenire.
Ma in queste prime battute del Campionato Uisp Over 40 a 7 giocatori sottolineiamo il momento di particolare forma dell’Olimpic Sava Idraulica, che è l’unica ad aver sempre vinto (solo due, però, le gare giocate, visto che ha già riposato).

Nel 3° turno, gli “idraulici” hanno piegato per 5-3 lo Zener al termine di un confronto teso come una corda di violino e interessante dal punto di vista tecnico.
Il mattatore del match è stato un guizzante Giuseppe Alongi, che ha “timbrato” una bella doppietta, a cui si sono aggiunte le stoccate di Lorenzo Triolo, Massimo Fassio e Francesco Centomani.
Gli “ingegneri”, che hanno contribuito allo spettacolo con una prova tenace e coraggiosa, sono andati a segno con Marco Pizzorno, Paolo Coppini e Paolo Fardin.

Le due favorite della vigilia, Levante C Amici di Tury (campione in carica) e Ansaldo Energia, sono momentaneamente davanti a tutti con 5 punti.

I “levantini” hanno travolto con un significativo 8-2 la Dinamo con i magnifici uno-due di Fabrizio Bertucci e Roberto Bianchi, più gli affondi di Francesco Longo, Giuseppe Vannicola, Stefano Pasquino e Massimiliano Oliviero.
I rivali hanno trovato lo spiraglio giusto solo con una doppietta del rapace Reno Cataldi.

Gli ansaldini, che hanno dominato le prime edizioni della manifestazione dedicata ai Veterani, hanno riservato identico trattamento (altro fragoroso 8-2) al Gs Amici Struppa.
I bomber senza tempo Alessio Musante e Mirko Pieralisi hanno realizzato una tripletta ciascuno; di Franco Alinovi e Felice Mallia le restanti marcature. Il team di Struppa ha limitato un po’ i danni con Luca Succi e Cristiano Pozzo.  

Gara equilibrata e salomonico pareggio per 3-3 tra Longobarda e Vecchia Rivarolese 2016.
Gli “avvoltoi” hanno gioito per i tiri precisi di Davide Ghironi, una punta che ”vede” sicuramente la porta, capace di firmare una meravigliosa tripletta. I longobardi non sono stati da meno, bucando la retroguardia avversaria con Matteo Antonellini e l’uno-due dello scatenato Giovanni Ciccozzi. 

Un redivivo San Martino ha mandato al tappeto con un secco 3-0 il pur volonteroso ma poco incisivo Rovers FC. Hanno deciso la contesa gli spunti di Nicola Bilanzone (che ha regalato il bis) e Luca Doragrossa. 

Il Pedemover ha steso per 4-0 l’Agua Etilic Korps Cabrones.
I nerazzurri hanno tramortito i rivali con i “ganci” di Andrea Biggi, Christian Tuttino, Luca Sciutti e Luigi Galluzzo. 
Vittoria a tavolino (4-0) per il KF Service srl ai danni del Bar Europeo, che sul campo aveva prevalso d’un soffio per 5-4.

Ha riposato il Levante C, una delle formazioni di veterani (come gli Amici di Tury) che mantengono viva la tradizione di una società storica del ponente genovese (Francesco Ferrando).