Lavoratore A2, le sfide del sesto turno di campionato


Sono spietati, implacabili, in questo momento imbattibili.
La Gente della Notte, targata da questa settimana Tissercar, ha battuto nel 6° turno del Girone B del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A2 anche l’Arci Isoverde 1991, grande favorita della vigilia, proseguendo così la sua marcia imperiosa: sei gare, sei vittorie, con 25 gol fatti e appena 5 subiti.
Una macchina da guerra.  
Sul campo di Borzoli, la formazione di Luis Rocca si è imposta con un perentorio 3-1, esibendo una manovra razionale e ficcante, esaltata dal magnifico uno-due di uno straordinario Alessio Profumo; l’altra marcatura porta la firma di Davide Parodi.
Gli “iosverdini”, sorpresi dalla forza d’urto e dalla perfetta organizzazione degli avversari, hanno potuto replicare solo con una botta del sempre puntuale Davide Sorrenti.  

Nell’altro big match di giornata, AB Ventieventi e Wings Aerospace si sono divisi la porta (1-1), al termine di un confronto appassionante.
Per gli “atletici, terzi in classifica e ancora imbattuti, si tratta del quarto pareggio in sei partite: una media che li mantiene in alto, ma non permette il definitivo salto di qualità.
Gli “astronuati”, solidi e concentrati, hanno colpito con Giorgio Pinciroli, mentre gli uomini di Emilio Merli sono andati a segno con Pietro Vanella.

Anche la Vecchia Rivarolese 2016 non ha ancora perso.
Nell’ultima fatica, ha superato al Torbella” per 2-0 l’Olimpic Zena Tecnocasa.
L’esperta compagine di Davide Ghironi, che ha bucato il portiere con un tiro dei suoi, ha controllato con autorevolezza la situazione, chiudendo i conti con Muhamadou Tunkara.
li “avvoltoi” hanno così agganciato a quota 8, in piena zona play off, l’AB Ventieventi.

Lo Zener ha regolato con un punteggio che una volta si definiva all’inglese (2-0) il New Old Boys.
Gli “ingegneri hanno concretizzato la loro superiorità con le stoccate di Giulio Corsi e Andres Xavier Garcia Castillo.
I vecchi ragazzi” hanno cercato di reagire, ma i loro pur lodevoli sforzi sono risultati vani.  

Continua a stentare il Phoenix 1995, che ha alzato bandiera bianca (0-3) di fronte all’Amatori Genova, bravo ad approfittare del periodo complicato dei rivali.
Mattatore della gara è stato Stefano Castronovo, che ha realizzato una fantastica doppietta, a cui si è aggiunto un acuto di Luca D’Arrigo. 

Successo a tavolino (3-0) per il Deportivo 2007, che si è giovato del forfait dell’Ottica Gualducci

Nella classifica cannonieri, Davide Sorrenti (Arci Isoverde 1991) è balzato ad 8 reti.
Lo tallona da vicino, con 7 gol, Alessio Talia, bomber della Gente della Notte Tissercar.
A quota 5 troviamo Guillermo Edwin Betancourt (compagno di club di Talia), Stefano Castronovo (Amatori Genova) e Michele Longo (New Old Boys).

Girone A – Squillo di tromba (e che squillo!) dell’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, che ha annichilito il malcapitato AF Alcor con un terrificante 9-2.
I praesi, secondi a due lunghezze dalla vetta, hanno impazzato dall’inizio alla fine. Gjergji Kusha è stato il più scatenato di tutti, con una sestina di reti da record; hanno completato l’opera Davide Favale, Massimo Angileri e l’eterno Alessio Sercia.
Sul fronte opposto, hanno dovuto accontentarsi di sue sortite di Simone Ferrentino e Giorgio Cucubita.

L’Atletico Quarto ha confermato la sua leadership (11 punti), sconfiggendo il Pallavicino per 3-1.
I nerazzurri, nell’ambito di una prova comunque dignitosa, hanno sfondato una volta con Manuel Bernasconi, ma sono stati inesorabilmente trafitti da una splendida doppietta di Luca Tassara (uno che “sente” la porta) e da uno spunto di Pathe Seck (altro finalizzatore DOC). 

CSKA Pizza e Due Settembre 1971 hanno chiuso in parità (1-1) il duello nei “quartieri alti”.
Gara molto combattuta ed incerta, tra due compagini che sanno il fatto loro e potranno recitare un ruolo da protagonisti nel torneo.
I ragazzi di Alessio Batini hanno trovato lo spiraglio giusto con Matteo Nosenghi, mentre i “settembrini” di Federico Figini hanno “imbucato” con Mattia Rogolino. 

Un Genova Calcio Messina in gran spolvero ha steso per 4-2 il volonteroso Nazario Et Celso.
Inutili, per gli arenzanesi, i guizzi di Marco Nebiacolombo e Federico Tovaglieri. I sestresi, apparsi in forma smagliante, hanno capitalizzato al meglio la vena in fase conclusiva di Giorgio Mortello (doppietta d’autore), Alberto Esposito e Luca Bartoli. 

Spettacolo e adrenalina a fiumi nel successo di misura della Polisportiva Sant’Eusebio contro un indomito Ca’ de Rissi San Gottardo (4-3).
I bavarini hanno sfruttato il giorno di grazia di un incontenibile Daniele Verderame, che ha calato un tris da urlo; Gabriele Wiann ha chiuso lo score, ribadendo la sua rapacità in area di rigore. L’équipe di Molassana, che non si è mai arresa, ha replicato in parte con Federico Danovaro, Nicolò Gattorna e Danilo Tornatore.

Rinviata a data da destinarsi La Resistente-Edilizia VM.

Nella graduatoria dedicata alle punte, Gjergji Kusha (Olimpic Pra’ Pegliese 1971), grazie al suo exploit, ha agganciato in prima posizione, a quota 8, Giorgio Cardinale, “fromboliere” della Polisportiva Sant’Eusebio. Pathe Seck (Atletico Quarto) ha messo insieme 7 reti, 6 per Giorgio Mortello (Genova Calcio Linea Messina) e Luca Tassara (Atletico Quarto) (Francesco Ferrando).