Amatori a 8, le emozioni della quinta giornata di campionato


Nel suo piccolo, la sfida tra Sushi-Si Genova e Genova Calcio Anni 50 è la “madre di tutte le partite” per il Campionato Uisp Amatori a 8 giocatori.
Nel 5° turno del Girone A, le due rivali si sono trovate nuovamente di fronte, dopo la finale della passata stagione, vinta dagli Anni 50 solo ai calci di rigore.
Ancora una volta l’hanno spuntato loro d’un soffio, imponendosi per 5-4 dopo una gara vibrante, intensa e avvincente sino all’ultimo secondo.
Decisivo, come spesso capita, il contributo di Simone Spinelli, bomber di lungo corso, che oltre qualche presenza in serie B con il Genoa, ha vestito anche le maglie di CULMV Polis, Voghera, Casale, Valle D’Aosta, Arezzo, Cremonese e Pro Vasto (95 reti segnate in serie D).
La sua doppietta e il suo esempio hanno trascinato i compagni, tenendo costantemente sotto pressione gli avversari, che per cercare di controllare lui hanno lasciato spazio agli altri giocatori.
Ma, al di là di Spinelli, l’intera compagine di Sergio Lagomarsino ha dato l’ennesima dimostrazione di forza, trovando il varco giusto pure con Stefano Bettella, Tommaso Pisano e Andrea Viacava.
Il Sushi-Si è uscito sconfitto, ma rimane una formazione in grado di tenere testa alla capolista.
I gialloblù hanno lottato da pari a pari e non ce l’hanno fatta davvero per un soffio. Le loro marcature portano la firma di George Ionut Negru, Marian Laurentiu Neata, lbanesi Arjan Bizgjoni e Gerald Buci. 

Guardando la classifica, però, il rivale più temibile dei campioni in carica è il Real Sestri, che divide il primato, a punteggio pieno, con Spinelli e compagni.
Nel 5° turno, i sestresi hanno piegato per 4-3 la Dinamo in un altro incontro tiratissimo, risolto dal micidiale uno-due di Andrea Carvelli e dagli acuti di Domenico Fabiano e Madyan Aytlabyad, che “timbra” con regolarità in ogni gara.
Sul fronte opposto, hanno centrato il bersaglio Lorenzo Piccinini e Alessio Idili (che ha concesso il bis). 

In una giornata all’insegna dell’equilibrio, ha fatto eccezione il Circolo Uguaglianza, che ha travolto per 9-2 l’RC Tech.
I corniglianesi, che hanno usufruito anche di un’autorete, hanno imperversato con la tripletta di un incontenibile Adriatik Shtufi, le doppiette degli scatenati Valerio Cariello e Franco Casula, più uno spunto di Rocco Mercuri.
Per l’RC Tech, hanno addolcito un po’ la pillola i guizzi di Massimiliano Castelli e Christian Sabetti.

Star People e CRS Merlino Punto Luce hanno impattato per 3-3 un match a tratti spettacolare e sempre combattuto.
Lo straordinario tris calato da Leonardo Pastorino non è bastato al “popolo delle stelle” per vincere, visto che i sestresi hanno risposto a tono con una bordata di Matteo Giordano e una bella doppietta del bravo Matteo Scatilazzo; la compagine del noto circolo di via Galliano, intitolato a Filippo Merlino, ha conquistato così il primo punto stagionale.   

Infine, il Csi Ansaldo Fincantieri Sestri, malgrado le stoccate di Daniele Scarlini e Paolo Iodice, si è arreso per 2-4 di fronte a I Lucani, che hanno capitalizzato al meglio le conclusioni precise e “taglienti” di Luca Valle, Marco Opisso, Salvatore Continanza e Michael Celano.

Nella classifica cannonieri, primeggia Ciprian Costantin Craciun (Sushi-Si Genova), con ben 12 centri.
Lo segue a distanza, con 6 gol, Andrea Carvelli, “arciere” del Real Sestri

Girone B – Anche qui era in programma un duello al vertice molto atteso: il Bar Europeo ha dominato la scena contro il Real Ponente (6-2), infliggendo il primo K.O. ai “realisti” e scavalcandoli in vetta alla graduatoria (insieme al Figgeu ’98). 
I “baristi” hanno impresso il loro ritmo e sfruttato la fantasia dei loro bomber, che hanno ripetutamente sfondato le linee difensive con cinque giocatori diversi, segno anche di un’eccellente manovra collettiva: Roberto Leyter Vergara Cortez, Wilson Josimar Gomez Machuca, Miguel Eduardo Cabrera Cruz, Kelvin Rodolfo Canales Zambrano (che ha realizzato una splendida doppietta) e Aldo Rodrigo Alvaredo Revilla.
I ponentini hanno replicato solo un paio di volte con l’intramontabile Denny Costanzo, che sotto porta è una “sentenza”; ma la sua eccellente prestazione e l’orgoglio di tutto il gruppo non hanno potuto evitare la sconfitta.  

Il Figgeu ’98 ha steso senza troppa fatica l’ARCI Isoverde 1991 con un netto 7-2.
Mattatore della partita è stato un imprendibile Stefano Marinelli, che ha “timbrato” una fantastica tripletta; hanno completato l’opera Matteo Mazzoni (doppietta), Gabriele Lai e Alessandro Paesanti.
Gli “isoverdini “hanno limitato un po’ il passivo, per quanto possibile, con Marco Gazzo e Mauro Chino. 

L’Ivaldi & Generale FC ha spedito al tappeto (4-1) un Movimento Rangersport che non trova la giusta quadratura (l’unica gioia gliel’ha regalata Giampietro Cevasco).
I “meccanici navali” hanno bucato la retroguardia dei “rangers” con l’uno-due di Radouan Idrissi El Asfar e gli affondi di Brian Marchi e Manuel Sciancalepore. 

Le altre due gare sono terminate con due palpitanti pareggi.

Il Genova Galaxy (a segno con una doppietta di Giuseppe Argentino  i siluri di Alfredo Patrone e Fabrizio De Angelis) hanno diviso la posta (4-4) con un arcigno Teplice, che ha colpito con l’uno-due di Gabriele Vallone e i tocchi di Antonino Mongiovì e Jacopo Profumo.  

La Gymnotecnica, a bersaglio con un doppio Andrea Barbin, ha impattato per 2-2 con un indomito Old Blacks, che ha replicato puntualmente con un autogol e un’invenzione dell’eccellente David Frascatani.  

Il peglino Stefano Marinelli (Figgeu ’98) è balzato al comando della graduatoria riservata agli attaccanti, raggiungendo quota 9.
Denny Costanzo (Real Ponente) è salito a 8, mentre con 7 marcature troviamo Kelvin Rodolfo Canales Zambrano, del Bar Europeo (Francesco Ferrando).