Femminile, il bilancio della prima parte di campionato


Il Moto GP riapre i giochi nella serie A1 del Campionato Femminile Uisp a 7 giocatrici, infliggendo la prima sconfitta stagionale al Bar Roma Arenzano, che non perdeva in campionato da tempo immemorabile.
Valentina Villivà e compagne non si sono limitate semplicemente a vincere il big match del 7° turno, ma l’hanno fatto con una prestazione superlativa, in grado d’infliggere un severo 4-0 alle campionesse in carica.
La gara è stata dominata dalle “motocicliste”, che hanno concretizzato la loro superiorità con una doppietta di Chiara Zampacorta e le stoccate di Elisa Guainazzo e Francesca Canale.

Per effetto di questo risultato, sotto l’albero di Natale ritroviamo tre formazioni in vetta, a quota 10 (anche se le arenzanesi hanno giocato una gara in meno).
La terza compagine è il Boglia United, che ha impattato per 3-3 con il CFFSD Cogoleto, specialista in pareggi (ben quattro su sei gare disputate).
Le bogliaschine hanno sfondate le linee con una doppia Maria Laura Beltrandi e un acuto di Barbara Cadeddu, ma le ragazze di Andrea Ramaglia non sono state a guardare e hanno colpito a loro volta con Rossana Damonte, Laura Trichilo e Laura Cerruti.

Il Campomorone Sant’Olcese è balzato a 9 punti, liquidando con un significativo 6-0 il Rayo Vallecano.
Le santolcesine hanno “chiuso i set” con una tripletta dell’incontenibile Sonia Carmarino, l’uno-due di Micol Profumo e un tocco di Denise Civitella. 

Punteggio “tennistico” anche per il Real Ovomaltina, che ha superato per 6-3 l’Impero, capitalizzando un meraviglioso tris di Serena Coppolino, una doppietta di Alice Coppola e un’invenzione di Arianna Raglione.
Le rivali hanno trovato il guizzo giusto con Agostina Occhiuto (che ha concesso il bis) e Francesca Pappalardo. 

Pari e patta (3-3) nella sfida che opponeva il Bavari Hills 16133 al Vado FC.
Per le vadesi è il primo punto del torneo, strappato in virtù delle marcature di Nadia Galliano (doppietta d’autore) e Sara Vignone.
Le bavarine hanno colto l’attimo con l’uno-due della brava Giulia Sigona e una “sberla” di Oriana Barbieri, protagonista assoluta della promozione del 2016-2017.  

Ha riposato il Meci Srl.

Nella classifica cannonieri, guida con 12 gol Micol Profumo, del Campomorone Sant’Olcese.
Sonia Carmarino, altra santolcesina, è a quota 10, Alessia Calcagno (Boglia United, passata in serie B federale al Molassana) a 9, Nadia Galliano (Vado FC) a 8. 

Serie A2 – Il Genova Calcio si aggiudica il duello al vertice con l’ABM Real Levante e resta solo a punteggio pieno.
Le bianco rosse hanno prevalso con una dimostrazione di forza impressionante, esaltata dalla splendida doppietta dell’ottima Agata Cenname e da una botta di Jennifer Fredini.
Le levantine, che pure hanno mostrato buone cose e si sono battute con grande ardore, hanno gioito solo una volta con Sabina Beretta.

Ben due gli 0-0 di giornata, un punteggio decisamente inconsueto nel calcio a sette.
Il Valgraveglia Gruppo Alloro non è riuscito a valicare il solido muro difensivo eretto da un eccellente Zena FC.

Reti inviolate anche in Deportivo Nervi-Polisportiva CAP&S; gara incerta e caratterizzata da una fase difensiva perfetta di entrambe le squadre, che viceversa hanno un po’ peccato nella costruzione della manovra. 

L’US Valponte 1986 ha invece travolto con uno squillante 8-1 il Team Pontedecimo, che si è almeno tolta la soddisfazione di siglare il gol della bandiera con Lorena De Chirico.
Le valpontine hanno imperversato dall’inizio alla fine, dilagando con gli uno-due di Martina Cacciabue e Marcella Pandolfi, più un autogol e le bordate di Roberta Maranini, Marta Dell’Antico e Letizia Minetto. 

Successo agevole anche per l’Atletico Levante, che ha annichilito per 6-1 il Panta ZD, con una favolosa quaterna della solita Alice Nappi, un affondo di Chiara Levaggi e un’autorete.
Le volonterose amaranto hanno evitato il “cappotto” con un saggio di bravura di Francesca Casanova. 

Alice Nappi ha ulteriormente rafforzato la sua leadership nella graduatoria riservata agli attaccanti, raggiungendo quota 18.
Debora Da Pelo (ABM Real Levante), rimasta a bocca asciutta, è a 13 ed è stata avvicinata da Martina Cacciabue (US Valponte 1986), salita a 10.
Agata Cenname, miglior stoccatrice della capolista Genova Calcio, è a 9 (Francesco Ferrando).