Lavoratore A2, il 2017 si chiude con il nono turno di campionato


Il Ca’ de Rissi San Gottardo amatoriale si unisce alla festa della prima squadra, che quest’anno è salita in Promozione, salutando il 2017 con una preziosa vittoria per 2-1 sul campo dell’Olimpic  Pra’ Pegliese 1971.
Sono stati Daniele Casula e Federico Danovaro a firmare le reti che hanno deciso il confronto, combattuto ed intenso dall’inizio alla fine.
I praesi, che conservano comunque il secondo posto in classifica nel Girone A del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A2, hanno pagato a caro prezzo qualche ingenuità di troppo, pur confermando di essere una formazione altamente competitiva a questi livelli.
Nella circostanza, però, il guizzo di Davide Favale non è stato sufficiente per evitare il primo K.O. stagionale.

Questo risultato un po’ a sorpresa ha favorito la fuga dell’imbattuto Atletico Quarto, ora a più 3 sulla più immediata inseguitrice, che si è aggiudicato di misura il big match del 9° turno contro l’ambizioso CSKA Pizza (1-0).
E’ stato il solito Pathe Seck, attaccante di sicuro affidamento, a cogliere l’attimo fuggente, insaccando il pallone che ha fatto pendere la bilancia dalla parte degli uomini di Raffaele Bevere. 

Per il team di Alessio Batini, che ha comunque disputato una discreta gara, una battuta d’arresto che costa l’aggancio in terza posizione da parte del Due Settembre 1971, abile nello superare in scioltezza (2-0) l’AF Alcor, ultimo in graduatoria insieme all’Edilizia VM.
I “settembrini” hanno capitalizzato al meglio le conclusioni letali di Mauro Torre (il “guru” del club biancorosso) e Fabio Multari. 

Prima gioia, a lungo attesa, per l’Edilizia VM, che dopo otto sconfitte consecutive ha trovato finalmente il successo, piegando per 4-3 il Pallavicino dopo una sfida vietata ai cardiopatici, con continui capovolgimenti di fronte e tante scariche di adrenalina.
Le fantastiche doppiette di Nicola Sabatino ed Ivan Sorbera hanno lanciato gli edili verso un’affermazione che ridà morale a tutto l’ambiente.
I nerazzurri hanno dovuto chinare il capo di fronte alla determinazione dei rivali; neanche lo splendido uno-due di Claudio Guazzi e uno spunto di Marco Gullaci sono serviti per tornare a casa con un risultato positivo.  

Sono saliti intanto in zona play off (riservata alle prime sei del gruppo) La Resistente e Polisportiva Sant’Eusebio.

I ragazzi di Alessandro Fossati hanno prevalso d’un soffio (2-1) sul Genova Calcio Linea Messina, trovando lo spiraglio giusto con Igor Balducci e Luca Crovetto.
I sestresi hanno replicato in parte con una stoccata di Giorgio Mortello, la loro punta più prolifica. 

I ”santi” di Bavari hanno travolto in trasferta per 4-1 il Nazario Et Celso, grazie ad una prestazione perfetta, esaltata dalla doppia segnatura di Giacomo Cardinale, che tre giorni prima aveva brillato nell’Amatori a 7 siglando una tripletta; hanno completato lo score gli acuti singoli di Gabriele Wiann e Daniele Verderame.
Gli arenzanesi hanno evitato il “cappotto” con una fiondata di Luca Caviglia. 

Gjergji Kusha bomber dell’Olimpic Pra’ Pegliese 1971 col vizio del gol, guida sempre la classifica cannonieri con 12 “timbri”.
Ma è stato avvicinato da Giacomo Cardinale, salito a quota 10.
Pathe Seck (Atletico Quarto) è a 9, Giorgio Mortello (Genova Calcio Linea Messina) a 7. 

Girone B -  La Gente della Notte Tissercar come Beethoven.
Ha infatti eseguito in maniera impeccabile la “Nona Sinfonia”, battendo anche la temibile Vecchia Rivarolese 2016 per 1-0.
Da segnalare, tra l’altro, che le due formazioni sono nate e sono costituite da numerosi ex tesserati della storica formazione del Foce di Riccardo Grossi, per anni grande protagonista dei campionati Uisp.
Nove trionfi consecutivi la dicono lunga sulla forza dirompente della squadra di Luis Rocca, che resta così a punteggio pieno, con ben sei lunghezze di vantaggio sulla seconda.
Gli “avvoltoi” hanno reso la vita dura alla capolista, ma sono stati inesorabilmente “impallinati” da Alessio Profumo.  

L’Arci Isoverde Uniservice Unisafe ha scavalcato in seconda posizione l’AB Ventieventi, vincendo lo scontro diretto con uno spettacolare 4-2.
Il puntuale Alessio Mastrangelo, bomber di lungo corso ma sempre efficace, ha realizzato una doppietta da sballo, a cui si sono aggiunti i tiri precisi di Michele Rebora e Raffaele Nuovo.
Gli “atletici” hanno messo in mostra un superlativo Michael Murru, che ha realizzato un sontuoso uno-due, ma sono stati puniti dalla fragilità difensiva e dalla superiore tecnica degli isoverdini.  

Lo Zener ha approfittato delle cadute di Vecchia Rivarolese 2016 e AB Ventieventi, agganciandole al terzo posto, in virtù del convincente 3-1 rifilato agli Amatori Genova.
Gli “ingegneri” hanno sfruttato la vena sotto porta di Giulio Corsi (che ha concesso il bis) ed Ernesto Dragone, ma hanno anche esibito una buona manovra collettiva. I granata, viceversa, hanno dovuto accontentarsi di una botta di Umberto Conti. 

Crollo del Wings Aerospace, che manifesta una certa incostanza di rendimento.
Gli “astronauti” (a bersaglio solo una volta con Marco Botto) hanno subito un severo 1-4 da uno scatenato New Old Boys, che ha imperversato dal primo all’ultimo minuto, bucando il portiere con una straordinaria doppietta del bravo Michele Longo e le invenzioni di Matteo Saba e Daniele Dussoni. 

Ha ritrovato il sorriso l’Ottica Gualducci dopo un periodo negativo, mandando al tappeto (2-1) l’Olimpic Zena Tecnocasa.
I praesi, “cugini primi” dell’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, hanno colpito soltanto con Daniele Firpo.
Gli “ottici”, più spavaldi e decisi nei momenti topici della gara, hanno lasciato il segno con Enis Ceka ed Alberto Savino. 

Infine, il “fanalino di coda” del Phoenix 1995 ha alzato bandiera bianca (2-3) anche di fronte al Deportivo 2007 dopo un’accesa battaglia sportiva.
La compagine di Massimiliano Patti ha fatto saltare il banco mettendo sul piatto le carte vincenti di Giorgio Franchini, Fabio Boccaccio ed Emanuele Lebrizzi.
L’équipe di Carlo Melani, neppure troppo fortunata, si è consolata con una superlativa doppietta di Bryan Fernando Esmeralda Jinez; ma la sue prodezze si sono rivelate inutili. 

Nella graduatoria riservata alle punte, Michele Longo (New Old Boys) è balzato in testa con 10 reti, una in più di Davide Sorrenti, “arciere” quasi infallibile dell’Arci Isoverde Uniservice Unisafe.
Alessio Talia (Gente Della Notte) viaggia con 8 reti.
Seguono poi Stefano Castronovo (Amatori Genova) a 7 e Davide Parodi (compagno di club di Talia) a 6.

Il campionato si ferma ora per le festività di fine anno e ricomincerà il 12 e 13 gennaio, rispettivamente con le gare del Girone A (che si gioca il venerdì sera) e quelle del Girone B (programmato al sabato) (Francesco Ferrando)