Femminile, equilibrio e "classifica corta" dopo l'ottavo turno


Resta cortissima la classifica della serie A1 del Campionato Femminile Uisp a 7 giocatrici, anche dopo l’8° turno, con ben sei squadre racchiuse nello spazio di tre punti: dai 12 della coppia di testa ai 9 di Campomorone Sant’Olcese e Real Ovomaltina.

In vetta, prosegue il duello serrato tra Moto GP e Bar Roma Arenzano, che ha però una gara in meno rispetto alle rivali.

Le campionesse in carica hanno iniziato il 2018 con un’agevole affermazione ai danni dell’Impero.
Un netto 5-0, firmato dalle doppiette di Ilenia Gasperini e Silvia Malavasi e da uno stoccata di Giulia Rogina.

Il Moto GP, che ha vinto lo scontro diretto con le arenzanesi, ha avuto vita ancor più facile contro il fragile Rayo Vallecano, penultimo, travolto con uno squillante 9-0.
E’ stata una festa per le biancoblù, che hanno centrato ripetutamente il bersaglio con gli uno-due di Francesca Canale, Chiara Zampacorta, Francesca Gandolfi, Elisa Guainazzo e un acuto singolo di Valentina Villivà.

Il Boglia United ha invece rallentato il passo, impattando per 1-1  con il temibile Real Ovomaltina nel match clou di giornata.
La sfida è stata appassionante ed incerta, con le bogliaschine a segno con il collaudato bomber Alessia Calcagno, mentre le avversarie hanno trovato lo spiraglio giusto con Alice Coppola, al quarto centro stagionale. 

Nelle retrovie, primo successo per il CFFSD Cogoleto, dopo ben quattro pareggi e due K.O.
Le ragazze di Andrea Ramaglia hanno espugnato con un combattuto 4-3 il campo del Vado FC, “fanalino di coda” del torneo, capitalizzando una favolosa tripletta della letale Laura Cerruti e uno spunto di Martina Drago.
Le volonterose vadesi hanno lottato come leonesse, ma le “zampate” di Alice Piombo (che ha concesso il bis) e Nadia Galliano non sono servite per evitare l’ennesima sconfitta (la sesta in sette incontri). 

Il Meci Srl ha avuto la meglio d’un soffio (2-1) sul Bavari Hills 16133 in un altro confronto tiratissimo dal primo all’ultimo minuto.
Le combattive bavarine, che certo non hanno nulla da imparare sul piano agonistico, hanno sfondato una sola volta con Andrea Mezzavia; le avversarie sono state più lucide nei momenti topici della partita, facendo pendere la bilancia dalla loro parte con le bordate di Sara Carino e Monica Fasce.

Ha riposato il Campomorone Sant’Olcese.

Nella classifica cannonieri, Micol Profumo, del Campomorone Sant’Olcese, è ancora prima con 12 reti, seguita a quota 10 da Alessia Calcagno, punta di diamante del Boglia United, e Sonia Carmarino, compagna di squadra della Profumo.
A 9 troviamo poi Silvia Malavasi (Bar Roma Arenzano), Laura Cerruti (CFFSD Cogoleto) e Nadia Galliano (Vado FC). 

Serie A2 – L’inarrestabile Genova Calcio è sempre a punteggio pieno dopo aver infilato la settima vittoria consecutiva.
La capolista ha però dovuto faticare più del previsto per piegare (2-0) l’accanita resistenza di un indomito Zena FC.
Alla fine sono risultate risolutive le conclusioni precise di Agata Cenname, che ha realizzato una magnifica doppietta. 

L’US Valponte 1986 è rimasta in scia, superando, anche lei a stento (2-1), un Valgraveglia Gruppo Alloro tornato d esprimersi su buoni livelli.
Le valpontine hanno sfondato con Mara Manzolillo e Letizia Minetto, mentre le valgravegliesi, che sono uscite dal campo a testa alta, hanno replicato in parte con la brava Marzia Barbieri.

L’ABM Real Levante ha riposato e ora è terzo, sia pure con un incontro in meno rispetto all’US Valponte 1986. Le “realiste” (11 punti) hanno mantenuto comunque un punto di vantaggio sull’Atletico Levante,  sorprendentemente battuto a domicilio  per 1-3 da un eccellente Deportivo Nervi, che ha sfruttato la vena realizzativa di Soraia Fernandes ed Alice Giaretti (doppietta d’autore).
Sul fronte opposto, l’unica gioia è venuta da un guizzo di Elisa Dalfiume. 

Una scatenata Polisportiva CAP&S ha travolto con un significativo 8-0 il malcapitato AE Team Pontedecimo.
Tra le “portuali” ha brillato soprattutto Micol Favoni, che ha calato un sontuoso tris, completato dall’uno-due di Stephanie Rondino e dai tocchi di Silvia Castagnino, Laura Micali e Marta Morando. 

L’Arenzano, che sta disputando una stagione convincente, ha superato per 5-3 il Panta ZD al termine di una gara divertente e ricca di emozioni.
Sara Valle ha trascinato le arenzanesi con una tripletta da urlo, a cui si sono aggiunte le invenzioni di Elisabetta Parodi e Lucia Guastavino.
Le rivali, sempre bloccate sul fondo senza neanche un punto, non hanno demeritato, mostrando di valere più di quanto dica la loro misera classifica; ma anche stavolta le ragazze in maglia amaranto sono tornate a casa a mani vuote, nonostante le marcature di Camilla Lupattelli, Francesca Casanova e Greta Galasso.  

Nella graduatoria dedicate alle attaccanti, domina Alice Nappi, “reginetta” dell’Atletico Levante, che ha totalizzato 18 gol.
Debora Dapelo (ABM Real Levante) è attestata a 13, mentre Agata Cenname (Polisportiva CAP&S) è salita a 11. Martina Cacciabue (US Valponte 1986) è rimasta ferma a 10 (Francesco Ferrando)