Amatori a 7, il punto dopo l'undicesima giornata


FC Quinto non rallenta, non conosce intoppi, non molla la presa.
Nell’11° turno del Girone A del Campionato Uisp Amatori a 7 giocatori, ha superato anche un arcigno All Scars SC, che malgrado la “cilindrata inferiore” ha cercato di competere con i quintini, sperando di ingolfare il motore turbo degli avversari.
Ha anche trovato il modo di lasciare il segno in avanti con sontuoso Federico Bellu, che ha realizzato una tripletta da urlo.
Ma il team di Walter Bertolla ha “sgasato” al momento giusto e alla fine si è imposto per 6-3, colpendo inesorabilmente con i micidiali uno-due di Fabio Crovetto e Valdyslav Dzyunko e gli acuti di Riccardo Ciocca e Sandro Caruso. 

La capolista, che ha pure una gara in meno, ha mantenuto due lunghezze di vantaggio sul Serramenti Struppa, favorito della vigilia, che ha avuto la meglio su una combattiva Polisportiva Sant’Eusebio (5-2).
Matia Tonetti e Fabrizio Casazza (una doppietta ciascuno) sono stati i soliti risolutori implacabili e Alessio Bianchi ha completato la “manita”.
La formazione di Bavari ha lottato con tutte le sue forze, ma i guizzi di Luca Cotella e Stefano Longo non hanno potuto evitare il KO.

Il Roccannuccia, terzo, non è andato oltre il pari (2-2) contro un eccellente Percivale’s Team, capace di graffiare con Giuseppe Esposito e Nickolas Bonaiuti.
I rivali, al termine di un confronto tiratissimo, hanno comunque ottenuto un punto che li mantiene in piena zona play off, sfruttando le conclusioni precise di Mario Simone Carle e Francesco Conti.

Un Capichera Calcio determinato e voglioso ha steso per 6-2 il San Ciro Eremita, capitalizzando al meglio una manovra collettiva di qualità, esaltata sotto porta dalla meravigliosa tripletta di Samuele Canepa, dalla doppietta di Renato Bisagno e da un’invenzione di Giuseppe Rosa.
I “santi” si sono dovuti accontentare della vena realizzativa del solito Alessandro Renna, che ha concesso il bis.

Ha riposato l’Ediltecno Design AB Edilizia.  

Nella classifica cannonieri, i gemelli del gol del Serramenti Struppa, Fabrizio Casazza (19 centri) e Matia Tonetti (17), hanno proseguito la loro sfida personale a suon di prodezze, seguiti a quota 15 dal bravo Andrea De Luca, stoccatore dell’Ediltecnco Design AB Edilizia.
Vladyslav Dzyunko (FC Quinto) è salito a 14.
A 12 troviamo poi Antonio Saggiomo (compagno di club di Dzyunko), Giuseppe Esposito (Percivale’s Team) e Alessandro Massa (San Ciro Eremita). 

Girone B – La Pro Sesto Genova ha una marcia in più rispetto alla concorrenza e continua a mietere vittime.
Le ultime a cadere sotto i colpi dell’imbattuta capolista sono stati gli Artisti Vari, travolti da un “tennistico” 6-1. Tutto facile per i sestesi, che hanno esulato per l’uno-due di Davide Procolo Conte e gli spunti di Niko De Angelis, Daniele Alfano, Francesco De Spirito e Gennaro Disanto.
Gol della bandiera per i verdi di Fabio Zuffanti.

Nel derby in famiglia, la Nuova Pedemontana ha prevalso per 2-0 sulla Pedemontana Cantera Carrozzeria Mannino, rispettando i pronostici.
Ma è stata dura per gli uomini di Omar Lafi contro i giovani e indomiti “canterani”, che si sono difesi con ordine e sono stati infilzati soltanto dalle botte di Andrea Lo Cigno e Federico Ratto, abili e rapaci nei momenti topici della gara. 

L’US Valponte 1986 ha vinto un confronto delicato ed importante contro il GS Gaiazza.
Il 6-1 ha testimoniato eloquentemente la supremazia dei valpontini, che hanno dominato la scena, sfondando le linee con i bis di Francesco Pittaluga e Davide Ferrando, più i siluri di Stefano Ferrante e Michele Porcile.
Il team di Ceranesi ha evitato il “cappotto” con una bordata di Raffaele Nuovo.

Ha riposato il Gsc Sant’Olcese KF Service.

Nella graduatoria riservata ai bomber, Luigi Saccone (Gsc Sant’Olcese KF Service) ed Alessio Mastrangelo (GS Gaiazza) sono appaiati al comando con 18 segnature, quattro in più di Walter Marongiu, “ariete” della Nuova Pedemontana.
Marco Tancredi (US Valponte 1986) è a 12.
Il suo compagno di squadra Stefano Ferrante a 11, insieme a Claudio Cerasuolo (Pro Sesto Genova) e Omar Lafi (Nuova Pedemontana) (Francesco Ferrando)