Femminile, l'ultimo turno prima della sosta


Il Bar Roma Arenzano, pur senza giocare (recupererà il match con il Bavari Hills 16133 l’8 febbraio, Negrotto C, ore 21), si è laureato campione d’Inverno, con la prospettiva di aumentare il margine di vantaggio se batterà le bavarine, che partono nettamente sfavorite.

Nell’11° turno del Campionato femminile Uisp a 7 giocatrici - serie A1, ultimo del girone d’andata, la principale inseguitrice delle arenzanesi, il Moto GP, è stato bloccato sul pari (1-1) da un Meci Srl sempre più convincente e competitivo.
In un incontro vissuto sul filo del più assoluto equilibrio, le “motocicliste” hanno  trovato il varco giusto con Francesca Canale, mente le rivali sono andate a segno con Simona Casalino. 

Il Moto GP è stato così agganciato al secondo posto dal Real Ovomaltina, capace di liquidare con un perentorio 4-1 il neopromosso CFFSD Cogoleto, che ha sfondato in una sola circostanza con Laura Trichilo.
Le “realiste, superiori per organizzazione tattica e doti tecniche, hanno concretizzato le loro efficaci manovre offensive con una splendida doppietta di Alice Coppola e i guizzi di Hajer Messaoudi e Katia Germani.  

In coda, prima vittoria del Vado FC, che ha espugnato il campo del Rayo Vallecano per 6-4, riaccendendo le speranze di salvezza.
Eccellente prova delle vadesi, che hanno imperversato in avanti con un’incontenibile Nadia Galliano, che ha realizzato un poker da favola; l’altra marcatura porta la firma di Sara Vignone.
Le “spagnole”, incappate in una giornataccia, soprattutto in fase difensiva, hanno replicato parzialmente con Francesca Alberico, Federica Cardini ed Erica Lombardo (che ha concesso il bis). 

Sempre in chiave salvezza, importante ed insperato successo dell’Impero, che ha battuto in trasferta il più quotato Campomorone Sant’Olcese per 6-5.
E’ stato un duello al cardiopalmo, con continui capovolgimenti di fronte e di stati d’animo.
Le polceverasche, più determinate e grintose che mai, hanno bucato il portiere con i magnifici uno-due di Agostina Occhiuto e Tanya Porcu, più un’autorete e un tocco letale di Marta Minato.
Alle santolcesine, un po’ sbadate e anche poco fortunate, non sono bastate la favolosa tripletta della bravissima Micol Profumo e gli spunti di Sonia Carmarino e Denise Civitella. 

Ha riposato il Boglia UNited.

Nella classifica cannonieri, Micol Profumo è in testa con 17 centri, due in più di Nadia Galliano, bomber del Vado FC.
Sonia Carmarino (santolcesina come la Profumo) è a quota 14, Laura Cerruti (CFFSD Cogoleto) a 13, Alessia Calcagno (Boglia United) a 10.

Serie A2Genova Calcio e ABM Real Levante si dividono il primato al temine dell’andata con 17 punti e attualmente sarebbero loro le promosse in A1.
Ma la lotta è ancora aperta, con almeno altre tre formazioni che possono aspirare al salto di categoria.

Nell’ultima uscita, il Genova Calcio ha diviso la posta con l’Atletico Levante, terza forza del campionato, chiudendo l’appassionante sfida con uno spettacolare 3-3.
Le biancorosse hanno colto l’attimo con Marta Longo, Jennifer Fredini e Roberta Di Blasi, ma le “atletiche” non sono state da meno, sfondando con una sontuosa doppietta della solita Alice Nappi e un’invenzione di Chiara Levaggi.

L’ABM Real Levante ha approfittato subito del rallentamento del Genova Calcio per salire in vetta, grazie al sofferto successo per 5-3 contro il temibile US Valponte 1986.
Le levantine  hanno sfruttato la tripletta di Sabina Beretta e ben due autoreti.
Le sfortunate valpontine hanno provato a strappare almeno un punto, ma il loro coraggio, la doppietta di un’eccellente Martina Caccaiabue e una bordata di Letizia Minetto non sono state sufficienti per evitare un doloroso KO. 

Tanta adrenalina e punteggio in bilico anche nella gara vinta per 5-4 dallo Zena FC contro l’Arenzano.
Le “zeneisi” hanno capitalizzato al meglio l’uno-due di Silvia Moschen e i tocchi di Alice Cordara, Tiziana Senatore e Laura Venturini.
Per le arenzanesi, hanno centrato il bersaglio Erica Damonte, Silvia Damonte, Sara Valle e Giulia Guastavino.   

Un Deportivo Nervi lucido e concentrato non ha concesso scampo all’AE Team Pontedecimo, imponendosi con un secco 3-0, suggellato da un tris da incorniciare dell’incontenibile Chiara Giordani.
Davvero una dimostrazione di forza e di classe quella fornita dalla punta di diamante delle nerviesi.  

Infine, il Valgraveglia Gruppo Alloro, sin’ora inferiore alle attese, ha compiuto il suo dovere sconfiggendo per 3-1 il “fanalino di coda” Panta ZD.
La compagine di Cogorno è passata con Marzia Barbieri, Stefania Radici e Martina Romaggi.
Le avversarie, malgrado la precaria classifica, si sono battute con dignità, togliendosi la soddisfazione di “timbrare” con Silvia Scaramuzza. 

Ha riposato la Polisportiva CAP&S.

Nella graduatoria dedicata alle attaccanti, Alice Nappi (Atletico Levante) è salita a quota 22, mentre Debora Dapelo (ABM Real Levante) è a 16, tallonata a 15 dalla compagna di club Sabina Beretta.
Agata Cenname, principale finalizzatrice del Genova Calcio, è a 14.
Segue a 12 Martina Cacciabue (US Valponte 1986).

Il torneo si ferma questa settimana per concedersi un attimo di riposo.
Riprenderà con le partite della dodicesima giornata, in programma dal 14 al 16 febbraio
(Francesco Ferrando)