Amatori a 8, si lotta in chiave play-off


Il CSI Ansaldo Fincantieri Sestri mette la freccia e in un sol colpo ne supera due, I Lucani e Sushi-Si Genova, portandosi al quarto posto, in piena zona play off nel Girone A del Campionato Uisp Amatori a 8 giocatori.

Ma gli ansaldini non hanno avuto vita facile contro il “fanalino di coda” Dinamo, come dimostra il punteggio di 4-3.
C’è voluta una giornata di grazia di Girolamo Valerio Tirella, che ha messo sul piatto un fantastico poker, per aver ragione di avversari orgoglioso e indomabili, che sono andati a segno con una doppietta del bravo Alessio Idili e uno spunto di Matteo Bottani.

I Lucani hanno subito l’implacabile legge del Genova Calcio Anni 50, anche se hanno lottato sino alla fine, cedendo solo per 4-6.
La squadra che tiene vivo il ricordo dell’antica e nobile terra di Lucania ha trovato il varco giusto con Michael Celano, Filippo De Salvo, Luca Valle e Salvatore Continanza, ma i campioni in carica sono riusciti a spuntarla come sempre grazie ad un meraviglioso tris di Andrea Rovatti e ai guizzi di Giovanni Neri, Dritan Ajdini e Roberto Barozzi.

Più grave il passo falso del Sushi-Si Genova, finalista nella passata stagione, dove perse soltanto ai rigori, ma in difficoltà quest’anno, in cui rischia di dover disputare i play out.
Non riesce ancora a trovare l’assetto giusto e contro l’RC Tech ha subito il quarto KO (2-3). Inutili le prodezze di Ionut George Negru e Mirjan Neli, visto che i rivali, apparsi in forma e molti determinati, hanno sfondato con uno straordinario Alessio Furiosi, capace di realizzare una tripletta da sballo. 

Il Real Sestri, che divide il primato con il Genova Calcio Anni 50, sia pure con una gara in più, ha travolto con un significativo 8-1 lo Star People.
Nelle festa sestrese hanno brillato in particolar modo Josè Andres Amaja Viejo (tripletta) e Luca Basile (doppietta); hanno completato lo score Sadok Akkari, Madyan Aitlabyad e Jorge Luis Jacome Viteri.
Gol della bandiera di Federico Sciutto. 

Il Circolo Uguaglianza ha “dato la paga” al Filippo Merlino Punto Luce Genova (5-1), concretizzando la sua superiorità con un doppio Franco Casula e gli acuti singoli di Nicholas Patrone Genovesi, Ivo Ledio Domi e Rocco Mercuri.
I ragazzi del circolo di via Giuseppe Galliano hanno evitato il “cappotto” con Matteo Scatilazzo.

Nella classifica cannonieri, Girolamo Valerio Tirella (CSI Ansaldo Fincantieri Sestri), con le sue doti balistiche da infallibile tiratore è balzato al comando con 18 reti, scavalcando Ciprian Costantin Craciun (Sushi-Si Genova) e Simone Spinelli (Genova Calcio Anni 50), rimasti fermi a 17.
A 13 troviamo Andrea Carvelli (Real Sestri) e a 12 Ivo Ledio Domi (Circolo Uguaglianza). 

Girone B – Il Figgeu ’98 annichilisce con un fragoroso 11-1 un Movimento Rangersport  rabberciato e debolissimo in difesa.
I peglini, che comandando il gruppo con 21 punti e dodici partite giocate, hanno dilagato con una quaterna di Federico Lai, un tris di Stefano Marinelli e le bordate di Alberto Mostes, Gabriele Lai, Andrea Lai e Alessandro Paesanti.
I “rangers” hanno salvato l’onore con un tocco di Isacco De Benedectis.  

L’Ivaldi & Generale FC, secondo ad un punto e undici gare, ha superato di misura un ostico Old Blacks per 3-2, capitalizzando le stilettate di Brian Marchi, Manuel Sciancalepore e Radouan Idrissi El Asfar.
I “vecchi neri” hanno replicato parzialmente con Sandro Avvenente e Luigi Repetto.

Il Bar Europeo, terzo a quattro lunghezze della vetta, ma con ben tre incontri in meno rispetto al Figgeu ’98, ha disposto a suo piacimento (8-1) dell’Asd Gymnotecnica, che ha gioito in un’unica circostanza con Marco Rovere. Nella beneficiata di gol, ci sono state anche due autoreti, oltre agli affondi letali di Michael Anderson Alcivar Murillo (che ha concesso il bis), Manuel Geancarlo Jimenez Mendieta, Kelvin Rodolfo Canales Zambrano e Josè Paul Cabrera Romero.

Il Genova Galaxy, che cerca di risalire faticosamente verso la zona play off dopo una partenza ad handicap, ha piegato con un inusuale ma meritato 1-0 il Real Ponente.
Risolutiva in una partita incerta e combattutissima un’invenzione di Alfredo Patrone, bravissimo a cogliere l’attimo fuggente. 

Il Teplice ha steso per 3-2 l’Arci Isoverde 1991, a cui non sono bastati i tiri al fulmicotone di Gentjan Ilami, che ha realizzato una bella doppietta.
I verdi hanno conquistato l’intera posta in virtù delle fiondate di Andrea Ronchi, Luca Bo e Roberto Porcile. 

Nella graduatoria dei bomber, comanda Alberto Mostes (Figgeu ’98) con 17 centri.
Lo seguono due compagni di club, Stefano Marinelli, a 15, e Federico Lai, salito a 14. Brian Marchi (Ivaldi & Generale FC) è attestato a 13, Denny Costanzo a 12.
Alessandro Pische (Genova Galaxy), veterano di mille battaglie nei campionati amatoriali genovesi, è a quota 11. 

Questa settimana il torneo si ferma e lascia spazio ad alcuni recuperi, che daranno un volto più veritiero alle classifiche (Francesco Ferrando)