Over 40, il dodicesimo turno dei "veterani" Uisp


I campioni in carica del Levante C Amici di Tury, che non avevano certo cominciato il torneo in modo brillante, stanno ritrovando il loro ruolo di candidata al successo finale, risalendo pian piano la classifica. 
Nel 12° turno del Campionato Uisp Over 40 a 7 giocatori, terzultimo della prima fase, hanno superato per 5-2 l’Olimpic Sava Idraulica, che, invece, dopo una partenza sprint, appaiono in calo.
I multedini hanno imposto un gioco frizzante ed efficace, trovando il varco giusto con Franco Bellisario, Roberto Bianchi, Giuseppe Vannicola, Mauro Rissitano e Fabrizio Bertucci.
Inutile, per i praesi, la bella doppietta di Massimo Fassio.

In testa, allungo dell’Ansaldo Energia, che ha raggiunto il primato solitario sconfiggendo nello scontro diretto la temibile Vecchia Rivarolese 2016 per 7-2.
Un’affermazione netta, favorita da un favoloso tris di Mirko Pieralisi, bomber d’eccezione, e completata dai guizzi di Bruno Fravega, Matteo Farina, Alessio Musante e Alessandro Pelle.
Gli “avvoltoi” hanno dovuto arrendersi, nonostante l’impegno e le stoccate di Marco Rossi e Lorenzo Bettino. 

Gli ansaldini hanno approfittato anche del pareggio (1-1) che il Pedemover, in lotta per ottenere il pass per i play off, ha imposto al KF Service Srl, ora secondo, ad un punto dalla vetta.
I santolcesini hanno sfondato con Alberto Guillermo Galvez Jauch, mentre i rivali hanno bucato la difesa con Gianluca Spada. Visto il grande equilibrio, la divisione della posta è parsa un verdetto equo. 

Il Bar Europeo ha affiancato in terza posizione, a quota 16, la Vecchia Rivarolese 2016, doppiando nel punteggio (10-5) e nel rendimento l’Agua Etilic Korps Cabrones.
Roberto Schipani Mungari è stato il protagonista assoluto del match con una quaterna irresistibile; ma hanno brillato anche Marco Gagliardi e Annibal Cesar Zambrano Mendez, che hanno infilato una doppietta ciasuno (ha chiuso lo score Miguel Angel Ramirez Vasquez).
Gli “etilici” hanno comunque salvato l’onore con una gara orgogliosa, cogliendo nel segno con un magnifico tris di Roberto Leopizzi e gli affondi di Leandro Alessio ed Enrico Grosso. 

La Dinamo, attualmente nona, a meno tre dal Pedemover ma con una partita in meno, ha steso per 5-2 il Levante C, che ha centrato il bersaglio in un paio di circostanze con Marco Rombi.
Ma sul fronte opposto sono stati più lucidi e decisi, facendo pendere la bilancia dalla loro parte con una tripletta da urlo di Reno Cataldi e le stoccate di Vincenzo Palmese e Fabio Inconis.

Lo Zener è caduto di fronte ad un arcigno GS Amici Struppa, che ha avuto la meglio d’un soffio per 1-0. In una sfida incerta e dominata dalla rispettive retroguardie, è stata sufficiente un’invenzione dell’eccellente Paolo Veneziani, che ha colto l’attimo giusto al momento giusto. 

Infine, la Longobarda ha piegato per 4-3 un indomito Rovers FC, capitalizzando al meglio le bordate di Mario Scala e Daniele Ramos (una doppietta per entrambi).
I ragazzi in maglia rossa hanno risposto in parte con Alessio Villa, Alessandro Dovenna  Sergio Manfredi. 

Ha riposato il San Martino.

Nella classifica cannonieri, Giuseppe Alongi (Olimpic Sava Idraulica) domina sempre con ben 31 marcature. Reno Cataldi (Dinamo) è salito a 20,
Alessio Musante (Ansaldo Energia) è a 18 e la coppia del KF Service Srl Andrea Romani-Federico Fognani a 17. A 16 un altro duo, formato da Davide Ghironi (Vecchia Rivarolese 2016) e Mirko Pieralisi (Ansaldo Energia).
Con il suo exploit, è balzato a quota 15 Roberto Schipani Mungari (Bar Europeo) (Francesco Ferrando)