Over 40, emozioni per i play-off nel 14° turno


Due pareggi per sognare: nel 14° e penultimo turno della stagione regolare del Campionato Uisp Over 40 a 7 giocatori, Pedemover e San Martino si sono assicurati gli ultimi due posti per i play off, conquistando quel prezioso punticino che li ha messi al sicuro da ogni tentativo di rimonta.

I sammartinesi hanno impattato per 6-6 lo scontro diretto con la Dinamo, conservando tre lunghezze di vantaggio sui rivali.
Il confronto è stato palpitante e avvincente sino alla fine, con continui capovolgimenti di fronte.
Ai rosanero, che sapevano di dover vincere per continuare a sperare, non è bastata la splendida tripletta del loro bomber Reno Cataldi, a cui si sono aggiunti l’uno-due di Fabio Vitale ed uno spunto di Fabio Inconis.
Gli avversari hanno sempre ribattuto colpo su colpo, andando a segno con Stefano Bonini, Giuseppe Di Blasi (che ha concesso il bis), Massimo Menegatti, Danilo Rombolà e Luca Doragrossa.

Il Pedemover ha stoppato sul 3-3 il più quotato Bar Europeo, con una prestazione piena di brio e determinazione, trovando lo spiraglio giusto con Luca Sciutti e una doppietta d’autore del bravo Gianluca Ruffino.
La compagine di Corso Europa ha cercato di prendere il sopravvento con le stoccate di Roberto Schipani Mungari, Paolo Di Maggio e Luca Giavarra, ma non è riuscita a piegare i coraggiosi rivali e chiuderà la prima fase al terzo posto, senza più poter dare l’assalto al primato dell’Ansaldo Energia.

Gli ansaldini hanno conservato la leadership, con un punto di margine sul KF Service Srl, superando per 6-3 l’Agua Etilic Korps Cabrones, da tempo rassegnato ai play out.
Gli “etilici” hanno comunque giocato una partita più che dignitosa, centrando il bersaglio con Roberto Leopizzi e Julio Enrique Campos Ramirez, più un’autorete.
Ma sono stati inesorabilmente infilzati da una quaterna di Alessio Musante e dagli acuti di Felice Mallia e Mirko Pieralisi, che hanno fatto valere la loro tecnica.

I santolcesini, che riposeranno nella giornata conclusiva, sono certi  della seconda piazza: potranno essere raggiunti, eventualmente, dal Bar Europeo, ma rimarrebbero in ogni caso davanti grazie al successo per 4-0 nello scontro diretto.
Il KF Service Srl ha piegato per 3-1 la Vecchia Rivarolese 2016, che aveva già ottenuto il pass per la fase decisiva, a cui parteciperanno anche Olimpic Sava Idraulica e Levante C Amici di Tury.

Gli “avvoltoi”, in un match interessante e ricco di giocate pregevoli, hanno gioito solo una volta con Luca Scotto.
Decisiva la fantastica tripletta dello scatenato Alessio Furiosi, assolutamente immarcabile nella circostanza.

L’Olimpic Sava Idraulica ha steso con un perentorio 5-1 il Gs Amici Struppa, trascinata da un micidiale Giuseppe Alongi, che ha calato un tris di grande qualità (per lui è stato una costante in questa prima parte di campionato); hanno completato l’opera Alessandro Cavanna e Michele Maggi.
Gol della bandiera di Luca Succi.

Il Levante C Amici di Tury ha battuto con autorevolezza il Rovers FC per 4-1; i multedini sono attualmente sesti, ma con la possibilità di conquistare un piazzamento migliore, in caso di recupero con l’Agua Etilic Korps Cabrones.
I campioni in carica hanno lasciato solo le briciole agli avversari (a segno soltanto con un autogol), aprendo più di una breccia con l’uno-due di Alfredo Patrone e gli affondi di Roberto Bianchi e Mauro Cappai.

Nella classifica cannonieri, Giuseppe Alongi (Olimpic Sava Idraulica) è ormai irraggiungibile, dall’alto delle sue 36 marcature.
Lo segue a distanza, a quota 23, Reno Cataldi (Dinamo), incalzato da Alessio Musante (Ansaldo Energia, 22). Roberto Schipani Mungari, “ariete” del Bar Europeo, è salito a 21, l’ansaldino Mirko Pieralisi a 20 (Francesco Ferrando)