'Coppa Lavoratore Uisp', i verdetti del primo turno


Sono ben tre le squadre di serie A2 che si sono qualificate per i quarti di finale della Coppa Lavoratore UISP, al termine di un primo turno quanto mai incerto ed avvincente: Gente Della Notte, Zener e Ca’ de Rissi San Gottardo.

Queste ultime due hanno superato l’ostacolo a braccetto, dopo aver pareggiato entrambe le gare della loro sfida diretta.
Dopo lo 0-0 dell’andata, messe di gol e scarica di emozioni nel ritorno, terminato con un pirotecnico 4-4.
E’ stato un continuo rincorrersi di emozioni e di gol, con la formazione di Molassana che ha colpito con le splendide doppiette di Nickolas Bonaiuti e Giuseppe Esposito.
Ma gli “ingegneri” non sono stai meno efficaci sotto porta, trovando lo spiraglio giusto con Enrico Burlando, Fabio Bertolotti e il letale uno-due di Ernesto Dragone.
Il Ca’ de Rissi Molassana ha staccato il biglietto per il secondo turno come una delle due migliori perdenti.

L’altra “lucky looser” è stata l’ASLA Genova, detentrice del Trofeo, che aveva perso a sorpresa il duello con l’Ansaldo Energia.
Gli ansaldini, battuti nel primo match per 1-0, hanno ribaltato la situazione, imponendosi sul campo di Borzoli con un chiaro 2-0, firmato da Matteo Bisaccia e Paolo Amato.
Davvero una bella soddisfazione per gli uomini di Orazio Bisaccia, che in questa fase della stagione stanno mietendo tante vittime illustri anche in A1.

La squadra rivelazione della coppa è però senz’altro la Gente Della Notte, dominatrice del Girone B del Lavoratore A2, ma che sta già esibendo qualità degne del massimo campionato uispino: è un gruppo solido, compatto, ben organizzato, con spiccate individualità e un’eccellente organizzazione.
Doti confermate nel retour match con il Mignanego Bunker, che in A1 non è certo l’ultima arrivata. Malgrado ciò, i polceveraschi, reduci dallo 0-0 dall’andata, non hanno retto alla spinta del team di Luis Rocca (1-3), infilzati dagli affondi inesorabili di Edwin Guillermo Betancourt (che ha concesso il bis) e Luis Betancourt. A nulla è servito il guizzo di Mattia Scotto.

La Cattolica Bogliasco, finalista nella passata edizione del trofeo, ha mantenuto fede ai pronostico, eliminando il Saint Trappa con un doppio 2-1.
Ma non è stata una passeggiata. Anche nella seconda partita, i “trappisti”, a segno con Federico Gardella, hanno impegnato a fondo gli avversari, che hanno saputo sfruttare al meglio la lucidità in fase conclusiva di Lorenzo Ghilarducci e Ayoub Mohamadi.

L’Atletico Quarto, altra équipe di A2 in rampa di lancio, ha battuto per 2-1 il Campomorone Sant’Olcese, che partiva dal rotondo 3-0 acquisito in casa.
I quartesi hanno comunque dato un’altra dimostrazione delle loro qualità, bucando la munita retroguardia santolcesina con Fara Papa Diop e Fabio Cenciarini.
Gli uomini di Marco Bricola, per stare tranquilli, sono ricorsi ad un’invenzione di Marco Saltarelli.

Infine, il Real Quezzi, “fanalino di coda” del Lavoratore A1, ha battuto col minimo scarto (1-0) l’AF Calcio, sceso in campo sin troppo tranquillo dopo aver trionfato alla’andata per 3-0.
I rosanero hanno avuto un moto d’orgoglio in questa loro stagione travagliata e, se non altro, hanno ottenuto un successo di prestigio (1-0); ha deciso una bordata del bravo Stefano De Lorenzi.

Il 21 marzo, alle ore 21,30, si giocheranno le gare d’andata del secondo turno, con i seguenti accoppiamenti: Campomorone Sant’Olcese-Gente Della Notte (Via Maritano “A”), AF Calcio-Ansaldo Energia (Baiardo G. Strinati), Cattolica Bogliasco-Ca’ de Rissi San Gottardo (Bogliasco 3Campanili), ASLA Genova-Zener (Borzoli) (Francesco Ferrando)