Amatori a 8, la penultima giornata di regular-season


Penultimo turno della stagione regolare per il Campionato Uisp Amatori a 8 giocatori.
Nel Girone B, il Bar Europeo, dopo aver conquistato la vetta solitaria vincendo il recupero con l’Arci Isoverde 1991 con un sofferto 6-5, l’ha mantenuta pareggiando per 5-5 uno spettacolare e appassionante scontro al vertice con l’Ivaldi & Generale FC.
E’ stata una sfida da brividi quella tra le due migliori squadre del gruppo.

I “meccanici navali” hanno cercato di infliggere la prima sconfitta agli imbattuti rivali, ma hanno trovato pane per i loro denti e non sono riusciti nel loro intento, malgrado una grande prova corale e le doppiette di Brian Marchi, Fabio Iaquinta, più un guizzo di Flavio Cuccaro.
I baristi hanno risposto colpo su colpo con la classe e la fantasia che li caratterizzano, centrando a loro volta i bersaglio con Josymar Wilson Machuca Gomez (che ha concesso il bis), Douglas Stalin Guerrero Soto, Bryan Cesar Veliz Torres e Manuel Geancarlo Jimenez Mendieta.

Entrambe hanno confermato di essere delle serie candidate al Titolo (Genova Calcio Anni 50 permettendo) e guardano già ai play off, a cui si sono qualificate in anticipo anche Figgeu ’98, Real Ponente e Genova Galaxy.

I peglini hanno subito un’inattesa e severa sconfitta ad opera dell’Asd Gymnotecnica, che ha trionfato con un secco 4-0.
La posizione ormai acquisita in classifica (terzo posto) di Alberto Mostes e soci ha sicuramente inciso sulla loro performance, ma questo nulla toglie all’impresa dei “ginnici”, che hanno dominato la gara, sfondando le linee con Carlo D’Urso, Alessandro Campus, Marco Rovere e Federico Adragna.

Il Real Ponente (quarto) ha superato per 4-2 un roccioso Movimento Rangersport, che ha sì trovato il varco giusto con Jacopo Pigliapochi e Francesco Sanfilippo, ma è stato infilzato inesorabilmente dal formidabile uno-due del solito Denny Costanzo e dagli acuti di Daniele Campoliti e Davide Martello.

Il Genova Galaxy (quinto dopo una bella rimonta nel ritorno) ha impattato per 4-4 con l’Arci Isoverde 1991.
I “galattici” hanno “timbrato” con Jacopo Riggi, Giuseppe Argentino, Roberto Farruggia e Fabrizio De Angelis, mentre le marcature dei combattivi isoverdini portano la firma di Gentjan Ilami e Bledi Lena (una doppietta ciascuno).

Infine, l’Old Blacks ha prevalso di misura (2-1) su un valido Teplice, che è stato però poco cinico in fase conclusiva, gonfiando la rete in una sola circostanza con Gabriele Vallone.
I “vecchi neri” hanno così potuto capitalizzare la doppia prodezza di un eccellente David Frascatani, che è risultato decisivo con la sua abilità nel “vedere la porta”.

Nella classifica cannonieri, Denny Costanzo (Real Ponente) guida con 20 segnature, una in più di Brian Marchi (Ivaldi & Generale FC) e due di Alberto Mostes (Figgeu ’98).
Gli altri peglini Federico Lai e Stefano Marinelli seguono rispettivamente a quota 17 e 15.
Poi troviamo a 14 l’eterno Alessandro Pische, del Genova Galaxy.

Girone ADefinite le prime tre posizioni (assegnate a Genova Calcio Anni 50, Real Sestri e Circolo Uguaglianza), restano da scegliere altri due nomi per i play off: in lizza CSI Ansaldo Fincantieri Sestri (19 punti e 16 gare giocate), Sushi-Si Genova (19 e 15) e I Lucani (17 e 16).

Questi ultimi hanno mantenuto accesa la fiammella della speranza, pareggiando per 2-2 con il temibile Circolo Uguaglianza, in virtù delle bordate di Filippo De Salvo e Michael Celano.
I corniglianesi hanno risposto a tono con Franco Casula e Davide Burlando e hanno confermato di non mollare mai, anche quando la posta in palio non è importante (erano già aritmeticamente terzi).

Si è invece distratto il Real Sestri, che è finito al tappeto (1-2) contro un determinatissimo CSI Ansaldo Fincantieri Sestri, al termine di un derby al cardiopalmo.
Sono risultate decisive le invenzioni di Valerio Girolamo Tirella, il bomber principe degli ansaldini, che ha siglato una fantastica doppietta. I “realisti”, più rilassati e senza l’impellente necessita di fare punti, hanno finito con l’arrendersi, malgrado uno spunto di Mohamed Naji El Idrissi.

Chi non fa sconti è invece il Genova Calcio Anni 50, che ha continuato a macinare gioco e avversari.
Ha pagato pesantemente dazio anche lo Star People, travolto per 9-0. Carlo Rovatti, con una cinquina da urlo, si è guadagnato le lucei della ribalta; Maurizio Oggero, Giovanni Neri, Tommaso Pisano e Andrea Viacava hanno suggellato l’ampio score.

Altrettanto travolgente il Sushi-Si Genova, che ha annichilito con un inequivocabile 10-2 il Filippo Merlino Punto Luce.
Qui la parte del leone l’ha recitata Ciprian Costantin Craciun, che ha colpito ben sei volte; belli anche la tripletta di Hatos Fasa e il fendente di Mauro Manca.
La compagine del circolo di via Galliano ha limitato un po’ il passivo con l’uno-due dell’orgoglioso Matteo Scatilazzo.

Decisamente diversa la sfida vinta d’un soffio dall’RC Tech contro la Dinamo per 3-2.
Gli “elettrici” si sono accesi con le “scariche” dell’imprendibile Alessio Idili (doppietta d’autore), ma hanno incassato l’uno-due di un altrettanto inafferrabile Alessio Furiosi e un tocco letale di Simone Vella.

Nella graduatoria dedicata alle punte, Ciprian Costantin Craciun (Sushi-Si Genova) è balzato a quota 26, ma resta distante dal leader Simone Spinelli (Genova Calcio Anni 50), che si trova a 36.
Buon terzo Valerio Girolamo Tirella, del CSI Ansaldo Fincantieri Sestri, che vanta 23 realizzazioni.
Alessio Furiosi (RC Tech) è a 18, Andrea Carvelli (Real Sestri) a 17.
Poi ci sono Carlo Rovatti (Genova Calcio Anni 50) e Franco Casula (Circolo Uguaglianza) con 16 (Francesco Ferrando)