'Coppa Lavoratore Uisp', l'andata del secondo turno


Non sarà la Champions. E neanche l’Europa League.
Ma, nel suo piccolo, a livello amatoriale, anche la Coppa Lavoratore UISP ha il suo fascino: quello di ogni competizione ad eliminazione diretta, in cui ci si gioca tutto in poco tempo, come in una mano di poker.
La manifestazione uispina ha disputato l’andata del secondo turno e le finaliste della scorsa stagione, ASLA Genova e Cattolica Bogliasco, favorite della vigilia, hanno rispettato il pronostico contro due formazione di serie A2, ipotecando subito il passaggio alle semifinali.

I bogliaschini hanno “mostrato la manita” (5-1) al Ca’ de Rissi San Gottardo, esibendo una superiorità tecnica schiacciante.
Sul piano individuale, si è distinto, con una tripletta da urlo, un incontenibile Ayoub Mohamadi; Francesco Regestro e Andrea Mangini hanno suggellato l’ampio successo.
I rivali hanno dovuto accontentarsi del gol della bandiera di Federico Danovaro.

La compagine di Alessandro Scarcella è stata meno devastante, ma altrettanto autorevole, contro lo Zener, imponendosi chiaramente per 2-0.
Anche qui la differenza di categoria si è fatta sentire e le marcature di Gabriele Ulivi e del letale Samuel Muyiwa Erebowale hanno certificato la legge del più forte.
Gli “ingegneri” si sono limitati a contenere i danni, sperando magari di compiere un miracolo nel ritorno.

Nell’unica sfida tra squadre di serie A1, l’AF Calcio, pimpante e determinata, ha liquidato per 2-0 la temibile Ansaldo Energia, annunciata in buone condizioni di forma.
Gli uomini del presidentissimo Maurizio Bacigalupo hanno però controllato quasi sempre la situazione, concretizzando i loro attacchi con una splendida doppietta dello scatenato Simone Notarnicola, spesso inafferrabile sotto porta.

Infine, il Campomorone Sant’Olcese, nel duello più aperto ed incerto dei quarti, ha piegato per 1-0 la Gente Della Notte, che domina il Girone B del Lavoratore A2.
Per il club di Luis Rocca, questa è la prima sconfitta della stagione, giunta al termine di un incontro incerto e combattuto.
I santolcesini, che lottano per la salvezza nel massimo campionato, hanno prevalso di misura, capitalizzando un’autorete.
Insomma, anche la fortuna ha giocato un suo ruolo in questo confronto, che preannuncia un retour match al cardiopalmo (si giocherà il 10 aprile) (Francesco Ferrando)