Amatori a 8, l'ultimo turno di regular-season


I recuperi Sushi-Si Genova-I Lucani e CSI Ansaldo Fincantieri Sestri-Sushi-Si Genova sono determinanti per definire la griglia dei play off nel Girone A del Campionato Uisp Amatori a 8 giocatori.

Il Sushi-Si Genova è già qualificato e difende il suo attuale quarto posto.
Il restante biglietto disponibile se lo contenderanno gli ansaldini (favoriti) e i Lucani.
Questi ultimi possono ancora sperare di raggiungere a quota 19 i rivali, con cui sono pari nello scontro diretto (4-2 all’andata e 4-6 al ritorno) e “sul filo” in Coppa Disciplina: 7 penalità contro 8, anche se il loro compito appare quasi proibitivo.  

Nel 18° ed ultimo turno della stagione regolare, i biancoblù multedini si sono assicurati il passaggio alla fase decisiva impattando per 3-3 un acceso e vibrante confronto con il Real Sestri, seconda forza del gruppo.
I “realisti” hanno colpito con Jorge Jacome Viteri, Dario Burbano Ibarra e un autogol. Sul fronte opposto, hanno “timbrato” Hatos Fasa, Mirjian Neli e Ciprian Costantin Craciun.

I dominatori del gruppo del Genova Calcio Anni 50 hanno chiuso con un fragoroso successo ai danni dell’RC Tech per 11-4.
I campioni in carica hanno dominato in lungo e in largo con una meravigliosa cinquina di Carlo Rovatti, un tris di Tommaso Pisano, un bis di Simone Spinelli (che non manca mai nel cartellino dei marcatori), più un acuto singolo di Alessio Di Noto.
I rivali hanno limitato un po’ il passivo con una splendida tripletta di Alessio Furiosi e un guizzo di Giorgio Marzani.

Il Circolo Uguaglianza ha prevalso su un indomito CSI Ansaldo Fincantieri Sestri, al termine di un incontro interessante.
I corniglianesi hanno messo la testa avanti in virtù dei mortiferi uno-due di Nexhip Haxhjia e Aldo Domi e di una botta di Adriatik Shtufi.
I sestresi hanno ribattuto parzialmente con Valerio Girolamo Tirella e anche con un’autorete.

I Lucani sono stati sconfitti a sorpresa (3-5) dallo Star People, ultimo in classifica, che aveva vinto una sola volta.
Il “popolo delle stelle” ha cavato dal cilindro una prestazione superlativa, coronata da una strepitosa tripletta di Alessandro Bondoni e dagli affondi di Leonardo Pastorino e Luca Commisso.
Gli avversari hanno commesso qualche errore di troppo e così non sono state sufficienti per fare risultato le stoccate di Giovanni Giraudi (che ha concesso il bis) e Filippo De Salvo.

La Dinamo, a segno con Alessio Idili (due volte), Alfredo Cimicata e Zekarias Tewoldemedhin, ha avuto la meglio di misura (4-3) su un indomito Filippo Merlino Punto Luce Genova, che ha insaccato con Giovanni Gemelli, Manuel Ronchetto e Jader Caviglio.

Nella graduatoria dedicata ai bomber, Simone Spinelli (Genova Calcio Anni 50) detta legge dall’alto delle sue 36 marcature (alla media di due a partita).
Ciprian Costantin Craciun (Sushi-Si Genova) è salito a 27, Valerio Girolamo Tirella (CSI Ansaldo Fincantieri Sestri) a 24.
Alessio Furiosi (RC Tech) è a quota 16, Andrea Carvelli (Real Sestri) a 17.

Girone B – Qui alcuni recuperi, Ivaldi & Generale-Figgeu’98, Movimento Rangersport-Bar Europeo, Old Blacks-Gymnotecnica, serviranno solo a stabilire il primo posto, conteso tra Bar Europeo e Ivaldi & Generale, entrambe vittoriose nell’ultima uscita.

I “meccanici navali”, secondi, ad un punto dalla vetta, hanno mandato al tappeto (4-2) il Genova Galaxy (quinto), in virtù dei “ganci” di Jonathan Xavier Tarira Alvarez (doppietta), Brian Marchi e Radouan Asfar El Idrissi. I “galattici” hanno lottato strenuamente, ma alla fine hanno dovuto arrendersi, nonostante l’apprezzabile uno-due del bravo Giuseppe Argentino.

Il Bar Europeo, capolista, ha superato il Teplice con un eloquente 6-1, mandando a bersaglio in un paio di circostanze Michele Longo e singolarmente Daniel Andres Tandazo Del Gado, José Paul Romero Cabrera, Douglas Stalin Guerrero Soto e Manuel Geancarlo Jimenez Mendieta.
Ha salvato l’onore per i verdi Luca Bo.

Il Figgeu ’98, buon terzo, ha “dato la paga” (5-3) ad un valido Real Ponente (quarto), che ha saputo farsi sentire con un doppio Denny Costanzo e un acuto di Daniel Campoliti.
Ma i peglini hanno fatto ancor più male con un bis da urlo di Alberto Mostes e le invenzioni di Alessandro Paesanti e Matteo Le Rose, più un autogol.

Pari e patta e tante emozioni nel 4-4 tra Movimento Rangersport e Old Blacks. Isacco De Benedictis ha dato slancio ai “rangers” con una sontuosa tripletta, a cui si è aggiunto un tiro preciso di Lorenzo Scopesi.
I “vecchi neri” hanno a loro volta sfondato le linee con un doppio Matteo Tocci e i missili di Luca Di Donato e Mauro Capone.  

Infine, l’Arci Isoverde 1991 ha alzato bandiera bianca (2-6) di fronte ad un’eccellente Gymnotecnica, che ha imperversato con Andrea Marra, Alessio Mantelli (doppietta di pregio), Alessio Perfumo, Simone Romeo e Alessandro Campus.
Gli isoverdini si sono consolati con le conclusioni di Musa Likafi e Raffaele Nuovo.

Nella classifica cannonieri, Denny Costanzo (Real Ponente) è volato a quota 22, davanti a Brian Marchi (Ivaldi & Generale FC) ed Alberto Mostes (Figgeu’98), che si sono portati a 20.
Altri due  peglini, Federico Lai e Stefano Marinelli, sono rispettivamente a 17 e a 15 (Francesco Ferrando)