Lavoratore A2, la rincorsa ai play-off del 18° turno


Tra sorpassi e controsorpassi, in un continuo alternarsi di posizioni e di stati d’animo, è proseguita la corsa verso i play off nel Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A2, a cui sono ammesse otto squadre.
Il 18° turno del Girone B ha sorriso al Wings Aerospace Pianeta Pizza, che in un colpo solo ha staccato il New Old Boys e, soprattutto, scavalcato lo Zener, salendo da solo al quarto posto.
Gli “astronauti”, che sembrano aver superato il momento difficile che li aveva frenati, sono stati belli e bravi nello scontro diretto con gli “ingegneri”, imponendosi con un netto 3-0.
La loro prova, determinata e tecnicamente pregevole, è stata suggellata sotto porta dalle bordate di Alessandro Amandola, Giorgio Pinciroli e Matteo Pretelli.
I rivali, fragili in difesa e in giornata no in alcuni interpreti chiave, hanno dovuto chinare il capo.

La Vecchia Rivarolese 2016 è terza, con 21 punti, ma ha gettato al vento una ghiotta occasione per acquisire un po’ di vantaggio, non andando oltre lo 0-0 nel match casalingo con l’Amatori Genova.
Gli avversari, sebbene sia destinati ai play out, non hanno regalato nulla, combattendo con la necessaria grinta e mettendo il bavaglio all’attacco degli “avvoltoi.
Anche il “fattore Torbella”, stavolta, non ha aiutato Davide Ghironi e soci.  

L’AB Ventieventi ha compiuto il suo dovere, superando con autorevolezza (2-0) l’Olimpic Zena Tecnocasa e ora divide la quinta piazza con Zener e New Old Boys.
Gli “atletici” hanno sempre controllato la situazione, certificando la loro evidente superiorità con le stoccate di Matteo Guido e Carlo Orlando.

Il New Old Boys, invece, ha rallentato il passo, impattando per 1-1 contro un’arcigna e indomita Ottica Gualducci. In un incontro teso ed incerto, gli “ottici” di Calogero Balbi hanno colto l’attimo con Shpetim Hyka, mentre sul fronte opposto ha trovato lo spiraglio giusto un opportunista Gianluca Bozzano.

Le prime della classe hanno confermato il loro strapotere.
L’imbattuta capolista Gente Della Notte Tiessecar ha liquidato con un perentorio 4-1 il Deportivo 2007, capace solo di limitare un po’ i danni con uno spunto di Massimiliano Piatti.
Gli scatenati giocatori di Luis Rocca hanno imperversato come sempre in questa loro prima stagione nell’UISP, sfondando ripetutamente con una formidabile doppietta di Luca Battista e gli acuti singoli di Alessio Talia e Kleber Gil Oliveira Santos.

L’Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe, seconda, ha annichilito con un terrificante 8-0 il Phoenix 1995, in cui si sono divertiti, in particolare, Davide Sorrenti (sontuosa tripletta), Michele Rebora, Matteo Traverso (una doppietta ciascuno) e Gentjan Ilami.

Nella graduatoria riservata agli attaccanti, Alessio Talia (Gente Della Notte Tiessecar) ha avvicinato il leader Michele Longo: il bomber della Gente Della Notte si è portato a 19 gol, soltanto uno in meno del leader del New Old Boys.
Balzo in avanti di Davide Sorrentino (Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe), che è salito a quota 17. Stefano Castronovo (Amatori Genova) è rimasto a 16.
A 14 troviamo Davide Parodi (Gente Della Notte Tiessecar) e l’isoverdino Alessio Mastrangelo.

Girone A – L’Olimpic Pra’ Pegliese 1971 ha trionfato nel cruciale scontro diretto con la Polisportiva Sant’Eusebio (2-0), conservando la terza piazza e scavando un solco tra le prime quattro e le altre.
I praesi sono parsi più lucidi e meglio organizzati nella circostanza, non concedendo spazio al team di Bavari, che ha è stato infilzato inesorabilmente da Alessio Sercia e Alessandro Valeri.

Anche La Resistente (seconda) e il Ca’ de Rissi San Gottardo (quarto) hanno ottenuto due confortanti successi.

Quello dei ragazzi di Luca Bazzurro è stato anche confortevole, visto che hanno battuto con facilità (4-0) il “fanalino di coda” Edilizia VM, grazie ai micidiali uno-due degli scatenati Danilo Tornatore e Alessio Romano.

Più faticata, ma era nelle previsioni, l’affermazione per 2-1 de La Resistente, che affrontava un CSKA Pizza chiamato a vincere per inseguire ancora il sogno play off.
I “pizzaioli” hanno saputo insaccare con Domenico Lo Faro, ma i rossoneri sono stati maggiormente incisivi, bucando la difesa con Luca Crovetto e Ousmane Diakite.

L’Atletico Quarto, dominatore del gruppo, ha steso con un secco 4-1 il Nazario Et Celso, facendo valere la legge del più forte con le conclusioni precise di Elvio Biggi, Riccardo Gioia, Massimo Montaldo e Fara Papa Diop. Gli arenzanesi hanno siglato il gol della bandiera con Riccardo Bacoccoli.

L’AF Alcor ha centrato la terza vittoria del torneo, non concedendo scampo ad uno spento Pallavicino (3-0).
La formazione di Domenico Catalano ha conquistato subito la ribalta e ha dato vita al suo show, pungendo con gli affondi di Giuseppe Rosa, Alfredo Pugliares e Simone Ferrentino.

Genova Calcio Linea Messina e Due Settembre 1971 hanno pareggiato per 3-3 nel confronto più spettacolare ed adrenalinico della giornata.
Per incamerare l’intera posta, ai sestresi non è bastata una splendida doppietta di Alberto Esposito e neppure un’invenzione di Marco Porcu, perché i validi ”settembrini” hanno replicato a tono con i bravi Aldo Fischietti, Stefano Morelli e Andrea Cremonesi.

Nella classifica cannonieri, comanda sempre Gjiergji Kusha dell’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, che ha totalizzato 16 reti. Segue un terzetto a quota 12, formato da Giorgio Mortello (Genova Calcio Linea Messina), Marco Gullaci (Pallavicino) e Giacomo Cardinale (Polisportiva Sant’Eusebio). Daniele Verderame, compagno di club di Cardinale, è a 11.

Il Lavoratore A2 si ferma per le festività pasquali per tornare in campo il 6 e 7 aprile (Francesco Ferrando)