Over 40, il secondo turno di play-off e play-out


Emozioni sul filo della tensione, sino alla fine, tra suspense e colpi di scena, come in un thriller d’alta scuola.
Il 2° turno dei Play-Off del Campionato Uisp Over 40 a 7 giocatori ha tenuto col fiato sospeso tecnici, giocatori e appassionati del calcio amatoriale, offrendo scariche di adrenalina e un spettacolo avvincente.

Nel Girone 2, il KF Service Srl ha avuto la meglio d’un soffio (4-3) su una valida Vecchia Rivarolese 2016, facendo fruttare le meravigliose doppiette degli scatenati Alessio Furiosi e Andrea Romani.
Gli “avvoltoi”, che non sono mai arretrati d’un passo, hanno replicato in parte col formidabile uno-due del bravo Davide Ghironi e un guizzo di Marco Rossi.

Nell’altro incontro, facile affermazione del Levante C Amici di Tury, che ha liquidato con un significativo 6-2 il Pedemover.
I campioni in carica hanno innesto le marce alte, sfondando con Giuseppe Vannicola, Franco Bellisario (una splendida doppietta a testa), Flavio Bernucci e Massimiliano Oliviero. I rivali hanno limitato per quanto possibile il passivo con Gianluca Spada e Andrea Biggi.

Classifica: KF Service Srl punti 4; Levante C Amici di Tury 2; Vecchia Rivarolese 2016, Pedemover 0 (Levante C Amici di Tury e Vecchia Rivarolese 2016 una gara in meno).

Nel Girone 1, altro arrivo in volata tra Ansaldo Energia e un indomito San Martino, con gli ansaldini che hanno prevalso di un’incollatura per 2-1. Risolutive, come spesso accade, un paio di stoccate del letale Alessandro Pelle, migliore in campo.
I coraggiosi sammartinesi hanno gioito per uno spunto di Luca Doragrossa, ma sono usciti dal campo del Negrotto C amareggiati per aver solo sfiorato l’impresa.  

Goleada per un Bar Europeo, che ha abbagliato con un “accecante” 11-3 l’Olimpic Sava Idraulica.
I blu-celeste hanno messo a ferro e fuoco la difesa avversaria, incenerendola con le brucianti triplette di Marco Gagliardi e Roberto Mungari Schipani, più i lampi di Aldo Rodrigo Alvarado Revilla (che si è concesso il bis), Roberto Leyter Cortez Vergara e Paolo Di Maggio.
I praesi hanno dato segni di vita con Francesco Centomani, Giuseppe Alongi e Massimo Loris Spagnuolo; troppo poco per restare in partita.

Classifica: Ansaldo Energia punti 4; San Martino, Bar Europeo 2; Olimpic Sava Idraulica 0.

Play-Out – Scatto del Levante C, che ha conquistato la vetta solitaria, superando per 3-1 in un confronto palpitante l’Agua Etilic Korps Cabrones.
I levantini hanno capitalizzato al meglio le loro manovre con l’uno-due di Giorgio Migliardo e un affondo di Mario Bordo, controllando quindi con ordine le sfuriate degli avversari.

La Dinamo è stata invece bloccata sul pari (2-2) da un ardimentoso Zener, capace di trovare il varco giusto con Reno Cataldi e Maurizio Rossi.
I veterani rosanero hanno a loro volta concretizzato gli attacchi con Stefano Strizoli e Marco Pizzorno.

Una Longobarda lucida e decisa ha battuto per 2-0 un poco incisivo, anche se ordinato, Gs Amici Struppa.
I tocchi che hanno fatto pendere la bilancia dalla parte dei longobardi sono stati opera dei puntuali Giovanni Ciccozzi e Daniele Ramos.

Ha riposato il Rovers FC.

Classifica: Levante C punti 4; Dinamo 3; Longobarda 2; Zener 1; Rovers FC, Agua Etilic Korps Cabrones, Gs Amici Struppa 0 (da recuperare il match tra Rovers FC e Zener).

Nella classifica cannonieri generale, Giuseppe Alongi (Olimpic Sava Idraulica) detta legge dall’alto delle sue 37 reti, precedendo il compagno di club Massimo Fassio, 24.
Sul terzo gradino del podio, l’“arciere” della Dinamo Reno Cataldi, con 23 centri (Francesco Ferrando)