Femminile, il punto dopo i recuperi di campionato


La serie A1 del Campionato Femminile Uisp a 7 giocatrici ha recuperato in toto la terza giornata del girone di ritorno, rinviata nel febbraio scorso per le avverse condizioni meteorologiche.

Le prime tre della classe (Bar Roma Arenzano, Real Ovomaltina e Moto GP) hanno mantenuto fede ai pronostici.

La capolista ha battuto, sia pure con qualche affanno, un arcigno Meci Srl per 3-1.
A guidare la carica ci ha pensato, con un irresistibile uno-due, Ilenia Gasperini; l’altra marcatura porta la firma di Giulia Rogina.
Le rivali hanno lottato con encomiabile impegno, esibendo anche individualità di spicco e una buona organizzazione, ma sono riuscite a sfondare una sola volta con Monica Fasce.

Il Real Ovomaltina ha superato per 4-2  un Rayo Vallecano che si batte sempre con onore, nonostante le difficoltà di ottenere risultato.
Il copione si è ripetuto contro le quotata rossoblù, che hanno capitalizzato le conclusioni di Katia Germani, Hajer Messaoudi, Serena Coppolino e Maria Fernanda Betancout Fernandez.
Le poco fortunate “spagnole” hanno risposto in parte con Erica Lombardo e Federica Cardini.

Il Moto GP ha “passeggiato” contro il Vado FC.
Il 10-1 finale la dice lunga sullo strapotere delle “motocicliste”, che hanno dilagato con una favolosa sestina di Elena Guainazzo, una tripletta di Silvia Nietante e un acuto singolo di Francesca Macrì.
Gol della bandiera per le vadesi di Ilaria Melotto.

L’Impero ha raccolto due punti che in pratica valgono la salvezza, piegando con un importantissimo 1-0 il Boglia United.
Le bogliaschine hanno confermato di non attraversare un momento brillante e non sono riuscite a reagire in maniera adeguata dopo essere state infilzate da un astuto tocco di Sara Scaramuccia.

Il Campomorone Sant’Olcese, a segno con una magnifica quaterna di Sonia Carmarino e le stoccate di Paola Poletti e Micol Profumo, ha alzato bandiera bianca (6-8) di fronte ad un determinatissimo Bavari Hills 16133. Le ragazze di Maura Fabbri hanno trovato il varco giusto con un formidabile poker di Giulia Tortarolo, un tris di Giulia Paonessa e un’invenzione di Giulia Sigona.

Ha osservato il suo turno di riposo il CFFSD Cogoleto
.

Nell’ultimo recupero in programma, il Bar Roma Arenzano ha battuto per 5-2 il pericoloso CFFSD Cogoleto, guadagnando un margine rassicurante sulle più immediate inseguitrici: il sesto titolo consecutivo sembra davvero ad un passo.
Le arenzanesi hanno posto sulla bilancia la classe sopraffina di alcune interpreti e un gioco super collaudato.
Le giocatrici di Andrea Ramaglia, pur confermando quanto di buono mostrato sin’ora, hanno dovuto alzare bandiera bianca.

Serie A2 – Recuperi anche nella seconda serie del calcio rosa uispino.  
L’ABM Real Levante, leader del campionato, ha “calato il settebello” contro il Panta ZD.
Il 7-1 delle “realiste” è stato “timbrato” da un incontenibile Sabina Beretta (che ha colpito in quattro circostanze), Beatrice Verdina e Sharon Picone (doppietta). Sul fronte opposto, ha evitato il “cappotto” Francesca Casanova.

Hanno vinto in scioltezza pure l’US Valponte 1986 (seconda ad un punto dalla vetta) e il Genova Calcio (terzo a meno tre).

Le valpontine hanno rifilato un pesante 7-1 alla Polisportiva CAP&S, perforando la difesa delle “portuali” con le splendide triplette di Roberta Maranini e Martina Cacciabue, più uno spunto di Marcella Pandolfi.
Le avversarie hanno salvato la faccia con un fendente di Micol Favoni.

Il Genova Calcio ha tramortito con un netto 8-2 l’AE Team Pontedecimo, che ha dovuto accontentarsi dei guizzi isolati di Lorena De Chirico e Sabina Morselli.
Le biancorosse hanno offerto un autentico show, con prepotenti esibizioni di Roberta Di Blasi, Giorgia Calcagno e Alessandra Pippa (una doppietta a testa); hanno completato l’opera Jennifer Fredini e Agata Cenname.  

Il Deportivo Nervi, quarta forza del campionato, ha riposato e ora il suo distacco dalla zona promozione (salgono in A1 le prime due) si è dilatato (meno quattro).  

Un Atletico Levante lucido e senza la minima sbavatura ha raggiunto a quota 21 le nerviesi (con una gara in meno), disponendo a suo piacimento dello Zena FC (4-0).
Il bomber Alice Nappi ha esibito il solito opportunismo sotto porta, realizzando una tripletta da urlo.
La quarta segnatura è stata opera di Chiara Levaggi.

L’Arenzano, apparso decisamente in palla, ha sconfitto con un “tennistico” 6-3 il Valgraveglia Gruppo Alloro. La formazione di Cogorno ha cercato di resistere alla furia delle arenzanesi, ma è stata travolta dagli affondi di Ilaria Rapallo, Sara Valle (una doppietta ciascuno), Elena Damonte e Antonia Di Vanni.
Le valgravegliesi hanno sfondato con Marzia Barbieri (che ha fatto il bis) e Stefania Radici, ma non hanno potuto evitare il nono KO stagionale.

Nella classifica cannonieri, altro balzo in avanti di Alice Nappi (Atletico Levante), salita a quota 29.
Debora Dapelo (ABM Real Levante) è rimasta ferma a 23 ed è stata avvicinata da Martina Cacciabue (US Valponte 1986, 22 reti).
Sabina Beretta, compagna di club della Dapelo, è a 21, Agata Cenname (Genova Calcio) a 19 (Francesco Ferrando)