Lavoratore A1, sono ventuno i turni di campionato


Era la classica partita “trappola”.
Da una parte, la capolista a sorpresa del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A1.
Dall’altra, una squadra affamata di punti per evitare la retrocessione.
La Cattolica Bogliasco, dimostrando di aver raggiunto la maturità necessaria per arrivare ai massimi traguardi, ha superato il delicato esame, piegando nel 21° turno il Campomorone Sant’Olcese per 1-0.
La compagine di Giovanni Consigliere non ha disputato la miglior partita della stagione, ma anche in una giornata complicata e non brillantissima ha incamerato l’intera posta contro un avversario determinato ed estremamente combattivo.
A decidere l’incerta sfida è stato un guizzo del bravo Marco Gusso, abile nel farsi trovare al posto giusto nel momento giusto.

I bogliaschini, a sei giornate dalla conclusione, mantengono così un punto di vantaggio sulla Fia Italbrokers e allungano sul Genova Calcio Anni 50, inopinatamente sconfitto dal Mignanego Bunker.

Gli uomini di Mario Torti hanno prevalso d’un soffio nel difficile ed agguerrito confronto con l’ASLA Genova (3-2).
E’ stata, come previsto, una gara tiratissima ed incerta, con il team di Alessandro Scarcella che ha fatto di tutto per vincere e restare ancora in corsa per lo “scudetto”.
Ma, alla fine, la classe degli “assicuratori” è stata determinante.

I campioni in carica del Genova Calcio Anni 50 sono incappati nella seconda sconfitta consecutiva sul campo, sempre ostico, di Serra Riccò.
I polceveraschi hanno imposto la loro foga agonistica e una grinta “soprannaturale”, esaltandosi con le marcature di un prodigioso Stefano Ferrante (che ha concesso il bis) e Pier Luca Noli.
La formazione di Massimo Francioso, un po’ troppo compassata e con qualche distrazione difensiva di troppo, ha replicato solo parzialmente con Francesco Rinzivillo e Ousmane Dabo.   

In coda, boccata d’ossigeno per l’FC Quinto Stefano Carservice, che ha superato per 2-0 il Real Quezzi, capitalizzando le sue avvolgenti manovre offensive con Vladyslav Dzyunko e Alhaje Ndje.
La squadra di Franco Bertolla è tornata così a sorridere, anche se resta terz’ultima e sempre a rischio retrocessione.

Questo perché, oltre al Mignanego Bunker, ha vinto pure l’Ospedale San Martino, che ha steso con un perentorio 3-1 il Saint Trappa.
I giovani ospedalieri hanno impresso al match un gran ritmo, che ha stroncato i rivali, capaci di centrare il bersaglio soltanto una volta con Alessandro Mongini. I giocatori del professor Sergio Barocci hanno concretizzato la loro costante spinta con le bordate di Carlo D’Urso, Luca Tortorella e Fabio Pescetelli.

Uno scatenato AF Calcio RT Srl non ha concesso scampo (4-2) al Sori, sciorinando un calcio spettacolare ed efficace, coronato sotto porta dalle conclusioni di Rocco Panuccio, Alberto Giroldi, Stefano Cevasco e Simone Notarnicola.
I rivieraschi hanno limitato il passivo con gli spunti di Daniele Scandiani e del bomber Luca Laudisi.

Pari e patta (1-1) tra Valleggia e Ansaldo Energia sul terreno di Quiliano.
Un punticino prezioso per gli ansaldini, non ancora certi della salvezza, che hanno sfruttato una “magata” di Luca Nardini. I savonesi hanno “timbrato” con Edoardo Anselmo.

Nella classifica cannonieri, Luca Laudisi (Sori) è salito a quota 23.
Secondo Fabio Finelli, del Genova Calcio Anni 50, con 20 gol.
Terzi, con 13, Simone Notarnicola (AF Calcio RT Srl), Claudio D’Agostino (Saint Trappa) e Edoardo Grosso (Fia Italbrokers).
A quota 12 troviamo poi Giacinto Zito, compagno di club di Grosso.

Nella prossima giornata, il Genova Calcio Anni 50 è chiamato ad un pronto riscatto, ma il confronto con il temibile AF Calcio RT Srl sarà tutt’altra che agevole (sabato, Cornigliano, ore 11,30).
La Cattolica Bogliasco riceverà la visita dell’imprevedibile Valleggia (venerdì, Bogliasco 3Campanili, ore 21,30) e la Fia Italbrokers ospiterà il Campomorone Sant’Olcese (sabato, Bogliasco 3Campanili, ore 13,30).
L’Ospedale San Martino va a caccia di un altro corroborante successo contro un Real Quezzi ormai in A2 (sabato, S. Eusebio, ore 13,30).
FC Quinto Stefano Carservice non può concedersi altri passi falsi, ma dovrà sudare parecchio contro l’Ansaldo Energia (sabato, Via Maritano “A”, ore 13).
Il Mignanego Bunker cercherà di dare continuità all’impresa contro il Genova Calcio Anni 50, sfidando in trasferta la rivelazione Saint Trappa (venerdì, Quarto Alta, ore 21,30).
Completa il programma ASLA Genova-Sori (venerdì, Borzoli, ore 21,30) (Francesco Ferrando)