Lavoratore A2, la corsa ai play-off del 21° turno


Dopo Gente Della Notte Tiessecar e Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe, che avevano raggiunto la meta già da tempo, anche la Vecchia Rivarolese 2016 ha staccato il biglietto per i play off.
Nel 21° turno del Girone B del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A2, gli “avvoltoi” hanno centrato il prestigioso traguardo, schiantando il “fanalino di coda” Phoenix 1995 con un secco 4-1, frutto di un’evidente superiorità e delle conclusioni al bacio di Salvatore Marsala (che ha concesso il bis), Marco Rossi e Massimo Zavaglia.
Gol della bandiera sul fronte opposto di Luca Robba.

L’ultimo posto per la fase decisiva se lo giocheranno all’ultima curva il Wings Aerospace Pianeta Pizza (quarto con 23 punti) e lo Zener (quinto con 22).

Gli “ingegneri” hanno mantenuto accesa la fiammella della speranza impattando con uno spettacolare 3-3 contro la quotata Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe.
I bomber isoverdini Andrea Parodi, Alessio Mastrangelo e Davide Sorrenti hanno “timbrato” come spesso capita, ma gli uomini di Marco Pizzorno hanno combattuto come leoni, “graffiando” con Simone Gallone Alessio Cerbello e Fabio Bertolotti.

Gli “astronauti” sono inciampati (1-2) contro il Deportivo 2007, infilzati inesorabilmente da Giorgio Franchini e Federico Gaggero.
Non è bastato il guizzo di Giorgio Pinciroli per evitare un KO che complica certo il cammino del team di Maurizio Antognoli, ma non lo compromette.
Sarà infatti sufficiente pareggiare con l’Olimpic Zena Tecnocasa, che non ha più obiettivi, per agganciare gli agognati play off.
In caso di arrivo a pari punti, il Wings Aerospace Pianeta Pizza ha il vantaggio degli scontri diretti (0-1 e 3-0).

I praesi si annunciano però in gran forma, come testimonia il “tennistico” 6-0 rifilato al malcapitato New Old Boys, crollato dopo aver capito di non poter coltivare più le sue ambizioni.
Gara a senso unico: i rossoverdi hanno “chiuso il set” con un formidabile tris di Thomas Meloni, la splendida doppietta di Alessandro Gucciardi e un tocco di Claudio Ruatti, il “factotum” del club.

La Gente Della Notte Tiessecar, dopo la prima sconfitta stagionale (1-4 contro la Vecchia Rivaroese 2016), è tornata a fare il diavolo a quattro. Anzi, a.. cinque (5-1 all’AB Ventieventi).
Gli “atletici” erano chiamati all’impresa per inseguire ancora la quarta piazza, ma nulla hanno potuto contro i dominatori del gruppo (lo spunto di Manuel Noli ha solo limitato un po’ i danni).
La compagine di Luis Rocca ha ballato il samba, divertendosi (e divertendo); a concretizzare le manovre tambureggianti della capolista ci hanno pensato Massimo Spadoni, un doppio Davide Parodi, Christian Ratti e Michael Fernando Marriott Barzola.

Altrettanto fragorosa l’affermazione dell’Ottica Gualducci a spese dell’Amatori Genova (altro 5-1).
Gli ottici hanno “maramaldeggiato” in avanti con Jhony Wesley, Abdoulie Badje (una magnifica doppietta a testa) e Cenis Eka. Gl avversari hanno dovuto accontentarsi di un’invenzione del bravo Stefano Castronovo.  

Nella classifica riservata agli attaccanti, Alessio Talia (Gente Della Notte) guida con 24 reti, due in più di Michele Longo, “gunner” del New Old Boys.
Davide Sorrenti (Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe) non è distante (20).
A 17 troviamo Stefano Castronovo (Ottica Gualducci) e Andrea Parodi, compagno di Talia.
Giorgio Pinciroli (Wings Aerospace) e l’isoverdino Alessio Mastrangelo sono a 15.

Girone A – Anche qui, con Atletico Quarto, La Resistente e Olimpic Pra’ Pegliese 1971 già “in porto”, resta da assegnare un solo posto per i play off.
Se lo contenderanno Polisportiva Sant’Eusebio (28 punti) e Ca’ de Rissi San Gottardo (27), che hanno compiuto entrambe il proprio dovere la scorsa settimana.

I “santi” di Marco Caselli hanno superato per 2-0 un rassegnato Due Settembre 1971, mandando a segno Stefano Longo e il solito, micidiale Giacomo Cardinale.

I biancorossi di Luca Bazzurro non hanno avuto problemi sul terreno di un rassegnato Pallavicino (3-0).

Dopo la sosta prevista per il 27 e 28 aprile, i bavarini se la vedranno con il CSKA Pizza e la squadra di Molassana giocherà con il Nazario Et Celso. Polisportiva Sant’Eusebio favorito, anche perché gli scontri diretti on dalla sua parte (4-3 e 0-0); ma tutto può ancora accadere.

Intanto, i primi della classe dell’Atletico Quarto hanno rallentato il passo, impattando per 1-1 a Cornigliano contro un orgoglioso Genova Calcio Linea Messina.
In un match equilibrato, i sestresi hanno sfondato con Armando Iazzetta, mentre i quartesi hanno “timbrato” con Mattia Lucagrossi.

Il duello nei quartieri alti tra La Resistente e Olimpic Pra’ Pegliese 1971 è terminato con un salomonico 1-1. Partita interessante ed intensa, tra due formazioni che hanno confermato quanto di buono fatto vedere sin’ora. Per i praesi ha gonfiato la rete Alessio Sercia. La marcatura dei rivali porta la firma di Igor Balducci.  

Nei restanti incontri, il Nazario Et Celso ha regolato per 2-0 l’Edilizia VM, capitalizzando un autogol e una stilettata di Federico Tovagliari.
Gli edili hanno retto l’urto dignitosamente, ma sono stati poco incisivi  davanti, pagando poi a caro prezzo le distrazioni dietro.

Il CSKA Pizza, deluso per aver fallito il traguardo play off, si è sfogato contro l’AF Alcor (5-2).
Tutto facile per i “pizzaioli”, che hanno aperto brecce laceranti con gli uno-due degli scatenati Antonio Sofia e Luca Giannetti; ha completato lo score Nicolò Pasquini.
Dall’altra parte, il migliore è stato Christian Lami, che ha realizzato una pregevole doppietta.

Nella classifica cannonieri, Gjergji Kusha, dell’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, ha mantenuto la leadership con le sue 31 segnature.
Giacomo Cardinale (Polisportiva Sant’Eusebio) è balzato a quota 16, seguito a 14 da Francesco Patti (Due Settembre 1971).
Daniele Verderame (Polisportiva Sant’Eusebio) è a 13.
Poi un terzetto a 12: Federico Tovagliari (Nazario Et Celso), Giorgio Mortello (Genova Calcio Linea Messina) e Marco Gullaci (Pallavicino) (Francesco Ferrando)