Lavoratore A2, dai quarti di finale alle semfinali


Gente Della Notte Tiessecar e Atletico Quarto avevano iniziato a “flirtare” con la promozione in A1 sin dalla prima giornata della stagione regolare : non avevano mancato quasi nessun appuntamento (una sola sconfitta indolore, a giochi ormai fatti, in 22 partite).

Ma la nuova formula dei Play-Off del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori – serie A2 (gara secca ad eliminazione diretta) poteva rimettere tutti in discussione, di punto in bianco.
Si ripartiva praticamente da zero, con l‘arrivo di altri “spasimanti”, che volevano inserirsi a sorpresa nella “relazione perfetta” tra la vittoria e i “latin lover” del torneo (due autentici “macho” calcistici per prestanza fisica e personalità).

La Gente Della Notte Tiessecar non ha patito l’improvvisata concorrenza, rispettando in pieno il pronostico della vigilia.
Invece, l’Atletico Quarto ha “toppato” il quarto di finale e ha visto svanire il sogno di salire per la prima volta nella massima categoria uispina. La partita di Quarto Alta ha lasciato tanta amarezza.
A tarpare le ali dei ragazzi di Raffaele Bevere è stata una squadra abituata a volare, come indica il nome: Wings Aerospace (sponsorizzata Pianeta Pizza).
Gli “astronauti” si sono imposti di misura, ma con merito, per 3-2, grazie a tre missili terra-aria scagliati da Daniel Pantuso, Giorgio Pinciroli e Andrea D’Antona.
Il team di Maurizio Antognoli non aveva nulla da perdere: ha giocato con maggior tranquillità e alla fine ha avuto la meglio, cogliendo l’attimo giusto al momento giusto.

L’Atletico Quarto si è lasciato prendere da un eccesso di emotività e di frenesia e alle prodezze degli avversari ha risposto solo in parte con Mattia Lucagrossi e Massimo Montaldo.
Un solo passo falso, che non può e non deve cancellare quanto di bello e di buono i blu royal hanno mostrato nelle precedenti partite.

La Gente Della Notte, impegnata su due fronti (insegue anche la Coppa Lavoratore), non si è distratta, annichilendo la Polisportiva Sant’Eusebio con un 5-1 che non ammette discussioni.
La compagine della coppia Luis Rocca-Alessandro Forti (cementata anche dall’apporto di Mattia Nicotera) ha dominato in lungo in largo, mostrando la “manita” agli avversari con le stilettate di Luca Cecchi, Christian Ratti, Edwin Guillermo Betancourt e Davide Parodi (più un autogol).
I bavarini hanno dovuto accontentarsi di un lampo nel buio di Andrea Dilemma.

Altrettanto netta e perentoria l’affermazione dell’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, cha ha spadroneggiato (4-0) contro la Vecchia Rivarolese 2016.
Gli uomini di Massimiliano Cambi hanno imperversato con una serie di manovre tambureggianti, concretizzate dalle marcature del bomber Gjergji Kusha, Massimo Angileri e Massimo Ranieri.

L’ultimo pass per le semifinali l’ha ottenuto l’Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe, che ha spazzato via con un secco 3-0 la Resistente, una delle rivelazione stagionali, insieme al Wings Aerospace Pianeta Pizza.
L’équipe di Marco Pericoli ha tenuto fede al pronostico, controllando con autorevolezza la gara e capitalizzando la sua superiorità con le conclusioni al bacio di Mattia Moi, Alessio Mastrangelo e Davide Sorrenti.

Le quattro semifinaliste sono ora ad un passo dalla promozione, riservata alle prime tre della graduatoria.
La quarta avrà ancora una prova d’appello nello spareggio con la quarta classificata del Lavoratore A1.

Insomma, chi prevale nelle due sfide in programma nel fine settimana potrà già festeggiare.
Il Wings Aerospace Pianeta Pizza affronterà nella prima gara l’Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe, mentre nell’altro match la Gente Della Notte incontrerà l’Olimpic Pra’ Pegliese 1971, unica compagine del Girone A ad andare avanti (Francesco Ferrando)