Lavoratore A1, è tempo di finali


Tutto come nelle previsioni nelle semifinali del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori - serie A2.
Ma non sono state due partite scontate.
Gente Della Notte Tiessecar e Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe si sono qualificate alla finalissima e hanno ottenuto la promozione in A1, come da pronostico.
Ma le due dominatrici della “regular season” (chiusa rispettivamente al primo e secondo posto nel Girone B, quello del sabato) hanno dovuto sudare parecchio per raggiungere l’obiettivo.

La Gente della Notte Tiessecar, una sola sconfitta (contro la Vecchia Rivarolese 2016) in 24 partite, quando i giochi erano ormai fatti, ha piegato di stretta misura (1-0) un’indomita Olimpic Pra’ Pegliese 1971, che ha messo in ambasce i più quotati rivali con una condotta di gara coraggiosa e con poche sbavature.
Il formidabile attacco dei biancazzurri (ben 90 reti segnate) ha cozzato contro un muro.
Per buttarlo giù ha sfruttato l’abilità sotto porta di Gil Kleber Santos Oliveira, che ha mostrato lampi di classe. La sua prodezza è stata sufficiente per aggiudicarsi l’appassionante sfida.
I pur validi praesi non sono infatti riusciti a pungere in avanti nelle occasioni che hanno faticosamente costruito.

L’Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe è andata incontro a difficoltà simili contro il Wings Aerospace, prevalendo a stento per 2-1, dopo un confronto tiratissimo e ricco di emozioni.
Gli “astronauti”, in costante crescita negli ultimi anni e mentalmente adatti per le gare ad eliminazione diretta (come dimostra il 3-2 rifilato nei quarti al favoritissimo Atletico Quarto), hanno colto l’attimo con Alessandro Amandola.
Per imporsi, il team di Marco Pericoli ha fatto ricorso alla collaudata organizzazione di gioco, all’affiatamento di un gruppo solido e alla capacità superiori alla media di alcuni suoi interpreti.
Così, gli isoverdini, grazie a due spunti di Bledi Lena e Davide Sorrenti, hanno risolto l’intricata questione, raggiungendo la A1 come nella passata stagione (quando si piazzarono secondi nel girone all’italiana dei play off, alle spalle del Foce).
In estate rinunciarono però alla promozione, preferendo restare in A2. Vedremo se stavolta accetteranno il salto di categoria (sarebbe un peccato declinare un’altra volta l’invito) .

La finalissima che assegnerà il Titolo della seconda serie uispina si giocherà il 26 maggio, a Borzoli, alle ore 13,30.
Nei duelli precedenti si sono registrati un’affermazione della Gente Della Notte (un sofferto 3-2 all’andata) e uno spettacolare pareggio (3-3 nel ritorno).
Gli uomini di Luis Rocca sembrano avere qualcosina in più, ma le differenze sono davvero minime e potrà accadere di tutto.

Olimpic Pra’ Pegliese 1971 e Wings Aerospace Pianeta Pizza si contenderanno la terza piazza, che vale ugualmente la promozione, il 25 maggio, a Cornigliano, ore 21
.
Anche qui dovrebbe regnare l’equilibrio e la partita potrebbe essere decisa dagli episodi (e dalla fortuna).
La compagine che uscirà sconfitta avrà comunque una prova d’appello per andare in A1, affrontando nello spareggio il Sori, quart’ultima classificata nel massimo torneo. Il verdetto conclusivo verrà emesso il 30 maggio, nell’impianto di Sant’Eusebio, alle ore 21.

La graduatoria riservata ai cannonieri è rimasta sostanzialmente invariata.
Solo Davide Sorrenti (Arci Isoverde 1991 Uniservice Unisafe) ha compiuto un passo avanti, raggiungendo in terza posizione, a quota 22, Michelo Longo, dell’Old New Boys.
In testa c’è sempre Alessio Talia (Gente Della Notte), che ha “timbrato”  27 volte, tre in più di Gjergji Kusha (Olimpic Pra’ Pegliese 1971) (Francesco Ferrando)