'Torneo Ansaldo Energia', tra quarti e semifinali


Atri Junior, Avog, Dinamo Sviluppo, Attacco Atomico, Partizan Fegino, Meme, Caveshman e Real Turbine.

Sono questi i nomi delle otto qualificate ai quarti di finale nel Torneo Ansaldo Energia dopo la conclusione della fase a gironi, che ha decretato l’esclusione solo di due squadre, Deportivo Autoclave e Via Calda, ultime nei rispettivi gruppi.

Nel 5° turno del Girone A, l’Atri Junior si è assicurato la prima piazza, surclassando per 6-1 il Deportivo Autoclave, che ha potuto solo evitare il “cappotto” grazie ad un guizzo di Pietro Modica.
Per il resto, assoluto dominio della capolista, che ha imperversato con i portentosi uno-due di Leonardo Melillo e Stefano Piana, completati dagli affondi di Luca Nardini e Mattia Braga.

L’Avog, che ha chiuso con gli stessi punti dell’Atri Junior ma dopo aver perso per 2-4 lo scontro diretto, ha chiuso con una sofferta affermazione per 2-1 contro la Dinamo Sviluppo, che ha duramente impegnato i rivali, andando a segno con Alessio Costa.
Decisive, sul fronte opposto, le fucilate di Giovanni Soriano e del bomber Francesco D’Elia.

Ha riposato l’Attacco Atomico.

Classifica Girone A: Atri Junior, Agos punti 9; Dinamo Sviluppo, Attacco Atonico 6; Deportivo Autoclave 0.

Nel Girone B, ha trionfato il Partizan Fegino, che pure nell’ultima giornata ha riposato.

Il secondo posto è andato al Meme, che dopo tre pareggi consecutivi, ha steso con un “tennistico” 6-1 il Via Calda.
Hanno “chiuso il set”, esprimendo una netta superiorità, Davide Piccardo (che ha realizzato una strepitosa tripletta), Bruno Mallamo (bella doppietta) e Francesco Fassone.
Gol della bandiera per i volonterosi avversari di Marco De Caro.

Il Caveshman ha raggiunto a quota 4 il Real Turbine (e lo ha sopravanzato così per gli scontri diretti), capitalizzando con cinismo le eccellenti prove di Alessio Musante (che ha calato un tris favoloso) e Fabio Cherici (che si è limitato, si fa per dire, ad una devastante doppietta).
I combattivi “realisti”, usciti a tesa alta dall’acceso confronto, hanno replicato in parte con un bis del bravo Eros Repetto e una stoccata di Marco Ottonello.

Classifica Girone B: Partizan Fegino punti 10; Meme 6; Caveshman, Real Turbine 4; Via Calda 3.

Nei primi due quarti di finale, successi fondamentali per Dinamo Sviluppo e Atri Junior, che hanno ottenuto il pass per le semifinali.

Gli “elettrici” hanno avuto la meglio per 4-2 su un pur valido Meme, che ha saputo battersi con ardore, trovando il varco giusto con Emanuele Cipollaro e Davide Piccardo.
Ma gli avversari sono stati più incisivi nei momenti topici della gara, sfondando con l’uno-due dello scatenato Claudio Somaini e gli acuti singoli di Luca Balocco e del solito Alessio Costa.

Nella classifica cannonieri, svetta Francesco D’Elia (Avog), con ben 7 reti in quattro incontri (poco meno di due a partita).
Leonardo Melillo, dell’Atri Junior, insegue con 6, tallonato a 5 dal compagno di squadra Luca Nardini (Francesco Ferrando)