'Memorial Pastore', l'ottava edizione al Perchè No?/Viaggi


Il Perché No?/Viaggi si è aggiudicato l’ottava edizione del  “Memorial Raffaele Pastore”, torneo di calcio a 6 per giocatori non tesserati FIGC, organizzato congiuntamente da Olimpic Pra’ e il Comitato Uisp di Genova, che ha fornito gli arbitri per la direzione di tutte le partite.

Nella finalissima disputata nel rimodernato impianto dell’Olimpic, ha superato dopo un incontro tiratissimo I Corraderos per 6-4, trascinato da un superlativo Edwin Betancour, che ha realizzato una splendida doppietta; di Roberto Schipani Mungari, Marco Gagliardi, Aldo Alvarado Revilla e Florin Achitei le altre marcature.
Sul fronte opposto, i migliori sono stati Alessandro Lo Piccolo (che ha timbrato in un paio di occasioni) e Alessandro Paini.

Bentancour ha confermato di essere un bomber di razza.
In questa stagione è stato uno dei protagonisti della cavalcata trionfate nel Lavoratore Uisp a 11 giocatori - serie A2 della Gente Della Notte, che ha vinto il campionato grazie anche alle sue 7 reti.
In passato, sempre con il club di Luis Rocca, è stato “Scarpa d’Oro” in altre manifestazioni di calcio amatoriale: ben 307 gol nel 2015-2016 e 116 nel 2016-2017.

Il Perché No?/Viaggi aveva iniziato il ‘Memorial Pastore’ in modo positivo, ma non certo esaltante.
Era giunto secondo nel girone con 4 punti (due successi e due sconfitte), alle spalle proprio de I Corraderos, con cui aver perso nettamente lo scontro diretto per 3-8.
Ma nella fase ad eliminazione diretta era stato perfetto.

Nei quarti, aveva eliminato con un perentorio 7-3 il temibile Borussia Porcmund e in semifinale aveva travolto il Sen Sushi Multedo, uno dei favoriti della vigilia, con un inequivocabile 9-3 (tripletta dello scatenato Florin Achitei).

Nell’altra semifiale, I Corraderos avevano piegato al termine di un incontro palpitante e ricco di marcature il Genova Ricambi per 10-7.

Nella classifica cannonieri, primo posto ex aequo per Marco Gagliardi (Perché No?/Viaggi) e Mauro Tabacco (I Corraderos), con 12 centri a testa.
Alle loro spalle, a quota 11, Mario Bordo (Sen Sushi Multedo) e Alessio Furiosi (Genova Ricambi).
A 9 troviamo poi Luca Vallauri (I Corraderos) e Nicola Manzo (Borussia Porcmund) (Francesco Ferrando)