Lavoratore A1, la prima giornata della stagione 2018-2019


Nell’anno del Settantesimo anniversario di fondazione dell’UISP, si alza il sipario sull’edizione numero quarantaquattro del Campionato del Lavoratore a 11 giocatori, la “madre” di tutti i campionati amatoriali, che va in scena ininterrottamente dal 1974-75 (il primo campionato fu vinto dall’Italsider).

Il torneo affonda le radici in un tradizione ormai consolidata (e appassionata), ma nel corso del tempo ha saputo anche rinnovarsi, adattandosi ad una realtà in costante mutamento.
Lo spirito originario (lealtà sportiva, sana competitività, solidarietà sociale, attenta e puntale programmazione), è rimasto inalterato.
Ma la base su cui poggia l’intero movimento è aperta al cambiamento.

Quest’anno la grande novità è l’adozione, in via sperimentale e solo per il calcio a undici, dei tre punti per la vittoria, così come richiesta anche dalle stesse società.

Per il resto, la formula resta invariata.
In serie A1 saranno quattordici le squadre al via, che disputeranno gare di andate e ritorno senza play off.
La vincente si fregerà del titolo di Campione Provinciale, mentre le ultime tre classificate retrocederanno nel Lavoratore A2 (la quart’ultima disputerà lo spareggio con la quarta della serie A2).

La griglia di partenza vede in pole position tre formazioni: Cattolica Bogliasco, Genova Calcio Anni 50 e Fia Italbrokers, che alla vigilia si suddividono equamente i favori del pronostico.

La Cattolica ha vinto per la prima volta nella sua storia lo scudetto nella scorsa stagione, bruciando all’ultima giornata il Genova Calcio Anni 50, che pareva ormai avere il successo in tasca.
I bogliaschini hanno così interrotto la “dittatura” delle due grandi tradizionali (Anni 50 e Fia), che vincevano ininterrottamente dal 2000.
Non sarà facile per i campioni in carica ripetere l’impresa del 2017-2018, perché le due rivali appaiono più agguerrite che mai.

Le principali outsiders saranno AF Calcio, ASLA Genova e l’ambiziosa Gente Della Notte, al suo esordio in A1 dopo la trionfale cavalcata in A2: ha vinto infatti la manifestazione, subendo un solo KO in ventinove partite.
Si cimenterà per la prima volta nel Lavoratore anche il Golfo Paradiso PRCA, che punterà alla salvezza così come Mignanego Bunker, Ospedale San Martino, il ripescato FC Quinto (terz’ultima nel 2017-2018) e alle neopromosse ARCI Isoverde 1991 e Wings Aerospace (altra gradita new entry).

Puntano invece ad un campionato tranquillo Saint Trappa e Ansaldo Energia.

Nella prima giornata, in programma tra venerdì 28 e sabato 29 settembre, i campioni della Cattolica Bogliasco esordiranno (venerdì, Quarto Alta, ore 21,30) sull’ostico campo del Saint Trappa, rivelazione della passata “temporada”, quando, da neopromossa, ottenne una salvezza anticipata e senza troppi affanni, unendo alla proverbiale determinazione un gioco intenso e spettacolare.  

Il Genova Calcio Anni 50 testerà il valore e la competitività del Golfo Paradiso PRCA (sabato, Cornigliano, ore 11,30), mentre la Fia Italbrokers avrà l’impegno più difficile, almeno sulla carta, dovendo “incrociare i bulloni” con il temibile AF Calcio, che tenta un ulteriore salto di qualità dopo la brillante stagione 2017-2018 (venerdì, Baiardo G. Strinati, ore 21,30). Sarà questo il match clou della giornata inaugurale.  

L’ASLA Genova affronterà da favorita il Mignanego Bunker (venerdì, Borzoli, ore 21,30). ARCI Isoverde 1991 e Ospedale San Martino si sfideranno in una gara che conterà già molto nella corsa salvezza (sabato, Pontedecimo, ore 11).
La Gente Della Notte battaglierà contro l’Ansaldo Energia (sabato, Bavari Taviani, ore 13), con l’intento di lanciare un segnale al campionato: come a dire, ci siamo anche noi per la lotta al vertice.
Infine, il Wings Aerospace effettuerà il suo “vernissage” contro l’FC Quinto, che vuol partire subito forte (sabato, Borzoli, ore 13).

Buon divertimento a tutti!

(Francesco Ferrando)