Lavoratore A1, il punto dopo la quinta giornata


Halloween. Tempo di “trick or treat” (dolcetto o scherzetto). Anche nel Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori di serie A1.
Il 5° turno, che precedeva di pochi giorni la notte dei fantasmi, ha regalato a qualcuno dei dolcetti (FC Quinto, Gente Della Notte, Mignanego Bunker, Golfo Paradiso PRCA, ARCI Isoverde 1991) e a qualcun altro degli scherzetti (Cattolica Bogliasco, Genova Calcio Anni 50, Fia Italbrokers).

Il “treat” più crudele l’ha subito la Cattolica Bogliasco, sconfitta per 1-2 da un FC Quinto rivitalizzato dopo il ripescaggio estivo.
I quintini, rinnovati nello spirito e nell’organico, hanno iniziato a spron battuto e sembrano poter ambire ad un campionato di vertice (attualmente sono secondi).
Contro i campioni in carica, gli uomini di Walter Bertolla, figlio di Franco, decano degli allenatori liguri, hanno disputato una prova perfetta: solidi e ordinati in fase difensiva, brillanti e spietati in attacco. Le marcature di Marco David Navarrete Quiroz e Alhagie Njie hanno poi esaltato le manovre ficcanti dei “blues”.
Il gol dei bogliaschini porta la firma del solito Ayoub Mohamadi, ma la sua conclusione precisa non è bastata per fermare la corsa degli avversari, in giornata di grazia.

Anche la Gente Della Notte ha giocato un brutto tiro al Genova Calcio Anni 50, imponendosi di misura, ma con pieno merito, per 1-0.
Perfetta la gara degli uomini di Luis Rocca, ordinati e decisi in fase di contenimento, brillanti e “sbarazzini” in attacco.
Ad esaltare le loro ficcanti azioni è stato Edwin Guillermo Betancourt, che ha posto il timbro decisivo. Leva 1993, centrocampista dotato di estro e velocità, dopo alcune esperienze in Seconda Categoria, ha trovato la sua dimensione a livello amatoriale.
Contro rivali così in palla, la squadra di Massimo Francioso è parsa distratta e stranamente poco incisiva

Decisamente contro pronostico anche l’andamento del match che opponeva un’altra neopromossa, l’Arci Isoverde 1991 alla Fia Italbrokers.
Gli isoverdini hanno strappato un pareggio tanto insperato alla vigilia quanto prezioso (1-1), mettendo la museruola ad uno degli attacchi più letali della categoria.
I ragazzi di Marco Pericoli hanno saputo contenere le sfuriate offensive dei più quotati rivali, facendosi superare in una sola circostanza da un guizzo di Stefano Pigliacelli, ex bandiera del Sestri Levante e brillante protagonista pure con il Busalla.
Ma hanno travato il varco giusto con il loro principale bomber, l’intramontabile Davide Sorrenti.

In coda, sorridono il Golfo Paradiso PRCA e il Mignanego Bunker, entrambi alla seconda affermazione di fila.
L’équipe che ha raccolto l’eredità del Sori aveva giocata male contro gli isoverdini, ma quei primi tre punti, sebbene arrivati a termine di una gara brutta e spigolosa, hanno fatto bene al morale.
Sul campo della matricola terribile Wings Aerospace, che era ancora imbattuta, Descalzo e soci hanno mostrato il loro volto migliore, prevalendo per 2-1.
A dare il là all’importante affermazione, sono stati Davide Fazzi e Andrea Clary, implacabili nei momenti topici dell’acceso confronto.
Gli “astronauti” non sono stati scintillanti come nelle precedenti uscite e hanno dovuto accontentarsi di uno spunto del bravo Giorgio Pinciroli.
Questa battuta d’arresto, comunque nulla toglie a quanto di buono hanno fatto sin’ora al loro esordio assoluto in A1.

I polceveraschi hanno steso in trasferta per 2-1 l’Ospedale San Martino, che resta ultimo con appena 2 punticini.
La buona volontà e una prodezza di Marco Rovere si sono rivelati insufficienti per gli ospedalieri del professor Sergio Barocci, infilzati inesorabilmente dalla verve di Andrea Molinari e Massimo Gattulli, valido interprete con il Mignanego anche in Seconda Categoria.   

Ha ricevuto un delizioso “dolcetto” l’ASLA Genova, che ha piegato per 1-0 l’ostica Ansaldo Energia con una prodezza in pieno recupero dello sgusciante Jacques Rodrigue Boisfer;  davvero irresistibile e travolgente la sua azione.
Gli ansaldini, che sono usciti dalla contesa a testa alta dal duello, possono recriminare per le tante opportunità fallite, complici alcuni interveti degni dell’Uomo Ragno del portiere dell’ASLA.

Pari e patta, infine, tra Saint Trappa e AF Calcio, che hanno chiuso la loro sfida sul 2-2. Il team di Simone Di Biase ha sciorinato azioni pregevoli e pungenti, sfondando con una fantastica doppietta dello scatenato Tommaso D’Amato.
Ma i bianco-gialloneri non sono stati meno intraprendenti e hanno insaccato con le bordate di Danilo De Persis e Simone Notarnicola, classe 1982, che in carriera ha militato col Foce SAAR Depositi Portuali (sodalizio storico uispino).   

Nella classifica cannonieri, l’isoverdino Davide Sorrenti e Ayoub Mohamadi (Cattolica Bogliasco) hanno agganciato in vetta, a quota 4, Ivo Ledio Domi, “arciere” dell’Ospedale San Martino.
Seguono a 3 Davide Narizzano, Stefano Pigliacelli (Fia Italbrokers), Luca Laudisi (Golfo Paradiso PRCA) e Fabio Perino (FC Quinto).

Questa settimana il Lavoratore A1 riposerà: la competizione riprenderà con la sesta giornata il 9 e 10 novembre (Francesco Ferrando)