Lavoratore A1, l'analisi del sesto turno della stagione


Fia Italbrokers e Cattolica Bogliasco a “forza quattro”  nel 6° turno della serie A1 del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori, a conferma che queste due squadre lotteranno probabilmente sino in fondo per la conquista del titolo.

La Fia ha steso con un perentorio 4-1 il Wings Aerospace, rientrato nei ranghi dopo un avvio folgorante.
Netta la supremazia della formazione di Mario Torti, concretizzata dalle conclusioni irresistibili di Mauro Narizzano, Stefano Pigliacelli, Giacinto Zito e Marco Mastrocicco.
A parte Mastrocicco, che con la leva’98 dell’Athletic Club Liberi ha vinto il Campionato Regionale Allievi nel 2015, gli altri sono “vecchi bucanieri”, abituati da tempo a dominare i mari tempestosi del calcio dilettantistico ligure con le loro imprese.
Narizzano, classe 1976, centrocampista abilissimo negli inserimenti, ha vestito le maglie, tra le altre, di Sampierdarenese, Praese e Montoggio Casella, in Promozione e Prima Categoria. 
Pigliacelli è stato una stella del Sestri Levante e ha militato pure nella Busalla, offrendo sempre un contributo rilevante alla causa. Zito, nato il 31 maggio 1968, non ha certo bisogno di presentazioni: è uno dei bomber storici del “balun”, che ha segnato ovunque caterve di gol, dopo aver mossi i primi passi nelle giovanili del Levante C e della Sampdoria.
Gli “astronauti”, alla loro prima esperienza nella massima categoria uispina, si sono difesi con abnegazione, ma senza riuscire ad arginare la spinta offensiva degli “assicuratori”, trovando l’unica soddisfazione con un guizzo di Davide Pelacani, centrocampista classe 1986.

La Cattolica Bogliasco, a meno due dalla vetta, si è ripresa alla grande dopo un paio di scivoloni.
Contro l’Ospedale San Martino, “fanalino di coda” del torneo, si è rivista la squadra che nel 2017-2018 ha stupito tutti aggiudicandosi per la prima volta lo “scudetto”.
Il gioco è tornato a fluire in maniera naturale, travolgendo ogni barriera (4-0) con le stoccate singole di Marco Gusso e Ayoub Mohamadi e il meraviglioso uno-due di Alessio Albanese.
Gli ospedalieri hanno dovuto alzare bandiere bianca, ben sapendo che non è certo contro i bogliaschini che devono ottenere i punti salvezza.

In terza posizione, a quota 10, troviamo ben quattro compagini: due in netta ascesa, che stanno risalendo prepotentemente dopo una partenza ad handicap (Gente Della Notte e Golfo Paradiso PRCA), e due in lieve calo (ASLA Genova e FC Quinto).

La Gente Della Notte ha piegato per 2-1 il Mignanego Bunker, al termine di un confronto acceso ed incerto.
A decidere la contesa sono stati un paio di affondi di Matteo Barba e di Josymar Wilson Machuca Gomez. I polceveraschi, che hanno confermato di essere tosti e tenaci, hanno replicato in parte con una fiondata di Massimo Gattulli.

Il Golfo Paradiso PRCA si è aggiudicato di misura (1-0) lo scontro diretto con l’FC Quinto, in un altro incontro equilibrato e costantemente sul filo del rasoio.
I quintini sono stati infilzati dal solito, immarcabile Luca Laudisi, capocannoniere della scorsa stagione con il Sori e in passato formidabile “artigliere” del Camogli Avegno.
I rivieraschi sembrano aver trovato la quadratura del cerchio e potrebbero togliersi parecchie soddisfazioni dopo essersi salvati nel 2017-2018 vincendo lo spareggio con l’Olimpic 1971, quarto classificato in A2.  

L’ASLA Genova ha impattato per 2-2 l’AF Calcio in una gara spettacolare e divertente, con continui ribaltamenti di fonte ed emozioni a non finire. L’équipe di Alessandro Scarcella ha trovato lo spiraglio giusto con Jacques Rodrigue Boisfer (trentasettenne di origini francesi) e Paolo Commissione.
Sul fronte opposto, sono andati a segno Danilo De Persis e William Scavo.    

Balzo in avanti per l’Ansaldo Energia, che sin’ora è finito KO una sola volta contro l’ASLA Genova.
Gli ansaldini hanno confermato tutta loro solidità difensiva (vantano la migliore retroguardia con appena 4 reti subite) e sono stati più pungenti del solito in avanti.
Contro la neopromossa ARCI Isoverde 1991, reduce dal prezioso pari strappato alla Fia Italbrokers, è risultato decisivo per l’1-0 finale  un affondo dell’immarcescibile Alessio Musante, abituale protagonista in maglia rosso-azzurra.

Nella graduatoria riservata alle punte, Ayoub Mohamadi (Cattolica Bogliasco) guarda tutti dall’alto con 5 centri, uno in più di Stefano Pigliacelli, Mauro Narizzano (entrambi della Fia Italbrokers), Ivo Ledio Domi (Ospedale San Martino), Luca Laudisi (Golfo Paradiso PRCA) e Davide Sorrenti (ARCI Isoverde 1991).

Nella prossima giornata, in calendario nel fine settimana, l’FC Quinto affronterà nella sfida più attesa ed intrigante la Fia Italbrokers (sabato, San Desiderio, ore 11).
La Cattolica Bogliasco sarà di scena a Serra Riccò (venerdì, ore 21,30), per vedersela con l’insidioso Mignanego Bunker, mentre l’ASLA Genova riceverà la visita di un Genova Calcio Anni 50 desideroso di risalire al più presto la corrente (venerdì, Borzoli, ore 21,30).
Il Golfo Paradiso PRCA avrà sulla carta un compito più agevole contro l’Ospedale San Martino, ma occhio al’orgoglio degli uomini del professor Sergio Barocci (sabato, S. Eusebio, ore 13,30).
Completano il programma Wings Aerospace-Ansaldo Energia (sabato, Borzoli, ore 13) e ARCI Isoverde 1991-AF Calcio (sabato, Pontedecimo, ore 11) (Francesco Ferrando)