Amatori a 7, le conferme della seconda giornata


Armonia ed unità. Sono questi i segreti delle Zener, stando alle parole del suo plenipotenziario Marco Pizzorno: “Chi è con noi non vuole più andarsene, perché l’atmosfera dello spogliatoio è eccezionale: si ride, si scherza, ci si diverte, magari davanti ad una pizza od una birra. E se arrivano i risultati tanto meglio”.

E i risultati, in questo avvio di stagione, stanno arrivando, sia nel calcio a undici che in quello a sette.
Puntando sul nucleo storico, rimasto pressoché inalterato nel tempo (salvo qualche innesto di qualità), i gialloneri inseguono con buone prospettive la qualificazione ai play off in entrambe le competizione
Nel Girone B del Campionato Uisp Amatori a 7 giocatori, gli “ ingegneri” (Zener è il nome di un diodo usato, appunto, nell’ingegneria elettronica) hanno ottenuto un altro convincente successo nel 2° turno, imponendosi largamente (9-4) sull’All Scars SC.
Hanno concretizzato la loro superiorità con le fantastiche triplette di Alessio Cerbello e Fabio Coccagna.
Alle loro prodezze si sono aggiunti il letale uno-due di Paolo Speziari e un acuto di Paolo Fardin.
I rivali hanno replicato in parte con un formidabile tris di Giovanni Chillemi e un guizzo di Ettore Solar Riquelme.

Il discorso fatto per lo Zener vale pure per l’US Valponte 1986, sodalizio storico, fondato a Pontedecimo nel 1986.
I valpontini hanno da sempre due bomber implacabili come Stefano Ferrante e Marco Tancredi (nato il 1° maggio 1986, che nel 2016 sfondò il muro dei 200 gol in maglia gialloblù, vincendo anche la classifica cannonieri): sono stati loro, con una doppietta ciascuno, a trascinare i polcevereschi nell’ampia affermazione (7-2) ai danni del Calcio Tegliese.
Hanno completato l’opera un paio di stilettate di Marco Porcile e una conclusone al bacio di Davide Ferrando.
La compagine savonese ha dovuto accontentarsi di un paio di spunti dell’orgoglioso Filippo Calvi.

Oltre a Zener e US Valponte 1986, anche l‘ambiziosa Pro Sesto, tra le maggiori candidate al titolo, è rimasta a punteggio pieno, superando per 5-3 il P&P Carburanti al termine di un match combattuto ed elettrizzante.
Un’autorete ha dato il là all’affermazione dei “sestesi”, che hanno colpito con Giacomo Antonio Dimora, l’ottimo Alessandro Anastasi (che ha concesso il bis) e Christian Allegra Puglisi.
I busallesi, che hanno lottato strenuamente sino alla fine, hanno sfondato con Manuel Monterotondo, Alessio Molinari e Andrea Scevola.

La Cantera ha travolto con un “tennistico” 6-1 La Resistente, che ha evitato il “cappotto” grazie ad una botta di Daniele Orsoni.
Gli scatenati “canterani “ hanno imperversato, finalizzando le loro tambureggiati manovre con Gianluca Ruffino, Simone Festuco, Stefano Ronco (doppietta d’autore), Davide Perfumo e Davide Arvigo.

Nella graduatoria riservata agli attaccanti, guida, con 6 centri, Alessio Cerbello (Zener), seguito con 4 dal compagno d’avventure Michele Porcile.
A quota 3 troviamo ben sei atleti: Fabio Coccagna (pure lui dello Zener), i valpontini Marco Tancredi e Stefano Ferrante, Christian Allegra Puglisi, Alessandro Anastasi (entrambi della Pro Sesto) e Giovanni Chillemi (All Scars SC).

GIRONE A – Le favorite della vigilia, Serramenti Superba e Ediltecnco Design AB Edilizia, hanno ribadito tutta la loro forza, bissando con autorevolezza i trionfi del turno inaugurale.

Il Serramenti Superba ha “dato la paga” (10-3) al Roccacannuccia, mandando a segno tutti i suoi inarrestabili arieti: Francesco Di Franco (3 marcature), Massimiliano Gazzola, Matia Tonetti, Fabrizio Casazza (2 a testa) e Gabriele Roncagliolo (1). I rivali hanno contenuto un po’ i danni con gli spunti di Francesco Conti, Mirko Salemi e Fabio Caridà.

Gli “edili” hanno steso con uno squillante 5-1 il Percivales Team, mostrando una retroguardia solidissima (un solo gol subito in due incontri) e una prima linea devastante, esaltata nella circostanza da un terno secco dell’onnipresente Roberto Leone (classe 1982, gloria del Fegino); hanno chiuso lo score Stefano Balestra e Andrea De Luca. Sul fronte opposto, gol della bandiera del bravo Massimiliano Paparella.  

Il Capichera Calcio ha superato per 10-2 i neofiti dell’O. Grifone, che hanno pagato la loro inesperienza, lasciandosi infilzare da Renato Bisagno, Luigi Cuneo (una doppietta ciascuno), Mauro Terrile, Matteo Grilli, Simone Garibotti, Emanuele Lari, Marco Battista e Giuseppe Rosa.
Ad addolcire la bocca ai tremebondi grifoni ci ha pensato Matteo Paganelli, ma la dimensione della disfatta resta comunque notevole.

Il San Ciro Eremita ha avuto la meglio (4-2), in una gara combattuta ed incerta, sulla Polisportiva Sant’Eusebio.
L’avvincente sfida ha offerto sprazzi di bel gioco da una parte e dall’altra, ma i biancoblù sono stati più abili e cinici sotto porta, individuando il varco giusto con Alessandro Renna, Davide Boero, Gilles Fedeli e Rocco Foti.
La compagine delle Rocche di Bavari ha dovuto arrendersi, nonostante una buona prova complessiva e le stilettate di Fabio Longo e Giuseppe Fabio Vignola.

Nella classifica cannonieri, brilla il “trio maravilha” del Serramenti Superba: Matia Tonetti, Fabrizio Casazza e Francesco Di Franco comandano infatti con 4 reti, una in più di Francesco Leone, miglior “fromboliere” dell’Ediltecno Design AB Edilizia (Francesco Ferrando)