Amatori a 6, terzo turno nel segno dell'equilibrio


La squadra, al suo esordio nel Campionato Uisp Amatori a 6 giocatori, si chiama Cuae poca. Ovvero, tradotto dal genovese, voglia poca.
Ma non fatevi ingannare: è solo un “divertissement”, un modo per non prendersi troppo sul serio, in puro spirito goliardico. Perché la voglia,
in realtà, è tanta, l’entusiasmo a mille, il desiderio di divertirsi (e possibilmente di vincere) immenso.
Così il Cuae Poca, alla sua seconda partita, dopo aver riposato nel turno inaugurale, ha ottenuto il suo primo, esaltante successo nella terza giornata, sconfiggendo per 8-4 una delle favorite della vigilia, il Real Pluto Pizzeria Al Portico (Campione Provinciale due stagioni fa).
Un risultato a sorpresa, certo, ma non per quello che si è visto in campo, con i “falsi pigri” che hanno mostrato forza, generosità, razionalità, concretezza, determinazione. Insomma, tutto il contrario di chi ha “poca cuae”.
Prova collettiva perfetta, a cominciare da Basilio Vavalà, 31 anni, che ha realizzato una favolosa tripletta.
Non meno efficace Nicolò Bozzolo (autore pure lui di un meraviglioso tris) e fondamentale anche l’apporto di Andrea Parodi, che ha “timbrato” una bella doppietta.
I “portuali” hanno cercato di reggere l’urto e di reagire con veemenza, ma il loro impegno non è bastato, così come il terno secco realizzato da uno straordinario Luca Rosso e il guizzo del bravo Luca Buiese.

Intanto il Mambo FC, comanda a punteggio pieno.
I rossoblù hanno superato per 6-4 con qualche affanno, ma con merito, un’indomita Edilcleri, capitalizzando l’uno-due di un rapace Fabrizio Parodi, le solite “magate” di Alessandro Pische (che ha concesso il bis) e un affondo di Antonio La Face.
Per gli “edili”, da rimarcare la sontuosa tripletta dell’indiavolato Fabrizio Menniti e uno spunto di Davide Paquola.

A meno uno dalla capolista, troviamo Cibona CB e Resto Del Mondo.

Il Cibona, formazione giovane e sbarazzina, che fa leva sulla freschezza atletica e sull’entusiasmo dei suoi interpreti,ha piegato per 4-2 un coraggioso Teplice, a segno con Riccardo Bombara e Giovanni Grillo, ma affondato dalle “spingardate” di ”Matteo Murgia, Marco Peghini e del puntuale Achille Da Pelo (doppietta d’autore).

Il Resto Del Mondo, che vanta probabilmente la rosa con il miglior tasso tecnico, ha però dovuto sudare sino alla fine per piegare un eccellente Olimpic Pra’ Borussia Porcmund (5-4), in un altro incontro pieno di emozioni e tocchi di classe. I praesi hanno sfondato con l’uno-due di Simone Tagliafico, più gli spunti di Federico Fognani e Andrea Garofani.
Sul fronte opposto, hanno però piazzato gli “uppercut” nei momenti topici della sfida Massimo Molinari (inarrestabile in un paio di occasioni), Luca Parodi, Davide Federici e Giuseppe Patrone.  

Anche Figgeu ’98 e I Macachi hanno dato vita ad un incontro spettacolare, che, dopo un susseguirsi di fuochi d’artificio, è terminato con un salomonico pareggio per 5-5.
I peglini hanno colto l’attimo con Andrea Lai, Andrea Calafato, Federico Rotondo, Fabio Marchesani e Davide Del Re. Ma gli avversari non sono stati a guardare e hanno replicato con le conclusioni precise di un formidabile Ivan Palomba (gran tripletta), Andrea Canestrelli e Fabio Macrì.

Il Real Ponente ha subito il terzo KO di fila, cedendo per 4-5 ad uno scatenato All Scars SC (come si vede è stato un turno in cui i risultati sono rimasti costantemente in bilico in ogni gara).
I “realisti” hanno messo in luce una prima linea pericolosa, capace di bucare la difesa con un portentoso tris dello sgusciante Alessio Greco e con una botta di Carlo Ragosa.
Ma la loro retroguardia ha commesso qualche banale errore di troppo e si è fatta infilzare da Gianluca Miano, Giorgio Fonzi, Simone Villaricca e da una doppietta da autentico rapinatore d’area di Alessio Gentile.

Ha riposato l’Ediltecno Design AB Edilizia.


Nella classifica cannonieri, un Fabrizio Menniti (Edilcleri) in stato di grazia è primo con ben 11 centri, tre in più dell’inossidabile Alessandro Pische (leader del Mambo FC).
A quota 7 si è portato Luca Rosso (Real Pluto Pizzeria Al Portico), tallonato a 6 da Simone Tagliafico e Federico Fognani, affiatata e mortifera coppia dell’Olimpic Pra’ Borussia Porcmund (Francesco Ferrando)