Over 40, Dream Team e Vecchia Rivarolese 2016 a punteggio pieno


Nel 3° turno del Campionato Uisp Over 40 a 7 giocatori, il Dream Team ha dato una dimostrazione di forza dirompente.
A farne le spese sono stati i campioni in carica del KF Service srl, superati con un fragoroso 15-4.
Sul piano individuale hanno brillato in modo particolare Roberto Leyton Cortez Vergara, che ha calato una portentosa cinquina, Josè Christopher Marriot Barzola (superlativa tripletta) e Aldo Rodrigo Revilla Alvarado (che ha messo sul tavolo un fantastico poker); a completare l’altisonante score ci hanno pensato Miguel Eduardo Cabrera Cruz, Florin Achitei e Roberto Schipani Mungari.
I santolcesini hanno dovuto accontentarsi di qualche estemporaneo tocco di Fabio Gardella, Andrea Romani e Paolo Macciò (che ha fatto il bis).

Per ora, l’unica formazione a reggere il ritmo della “squadra dei sogni”, restando anch’essa a punteggio pieno, è la Vecchia Rivarolese 2016: i ragazzi del “Torbella”  non hanno avuto problemi nel travolgere (8-1) il Rovers FC, che ha siglato il classico gol della staffa con Alessio Villa.
Gli “avvoltoi” hanno affondato ripetutamente gli artigli nella retroguardia avversaria con un incontenibile Riccardo De Camilli, che è andato a segno cinque volte; alle sue prodezze multiple si sono aggiunti gli acuti di Davide Ghironi (il “guru” del club), Mauro Chino e Massimiliano Gullone.

Con identico punteggio l’Olimpic Para si è sbarazzato agevolmente del Pedemover Market Castagna, che pure veniva da un paio di importanti successi.
Ma contro i praesi non c’è stata partita. Giuseppe Alongi ha realizzato una sestina favolosa, che avrebbe ammazzato un toro; le altre due “banderillas” le ha piantate un altrettanto ispirato Massimo Fassio.
Per il team di Serra Riccò, ha evitato il cappotto un guizzo di Gianluca Spada.

Goleada pure per gli Amici di Tury Cep, che hanno superato con un tennistico” 6-1 il Gaeta 1983: i “blues” hanno gioito solo in una circostanza con Negret Mjeshtri.
La compagine del quartiere sulle alture di Pra’ ha imperversato dall’inizio ala fine, concretizzando la sua netta supremazia con una tris di un “paradisiaco” Mauro Rissitano e l’uno-due mortifero di Stefano Pasquino; l’altra marcatura porta la firma di Antonio Bencivenga.

Grande lotta, invece, e partita in bilico tra Agua Etilic Korps Cabrones e Forever Young, con i “caproni” che hanno prevalso d’un soffio per 3-2, rendendo vani gli affondi di Alessandro Chioccarelli e Lorenzo Friggio.

Il San Martino, un po’ altalenante in queste prime uscite stagionali, ha vissuto una giornata positiva, piegando per 3-1 l’Ex Atletico, che ha risposto solo parzialmente con Emanuele Merlini alle conclusioni precise di Andrea Fanutza (splendida la sua doppietta) e Massimo Menegatti.

Per chiudere, segnaliamo la bella affermazione di un eccellente Triple A ai danni di una combattiva Longobarda per 7-4.
I grigi hanno trovato lo spiraglio giusto con le pregevoli doppiette di Massimo Molinari e Massimo Cabitza, ma dall’altra parte sono stati ancor più letali gli affondi di Gabriele Manara Cevasco (terno secco) e le invenzioni di Luca Piazza ed Emanuele Doria (una doppietta ciascuno).

Nella classifica cannonieri, duellano spalla a spalla, con 11 reti a testa, Aldo Rodrigo Revilla Alvardo (Dream Team) e Riccardo De Camilli (Vecchia Rivarolese 1919). Giuseppe Alongi (Olimpic Para) è salito a quota 7, mentre a 6 troviamo Roberto Leyter Cortez Vergara (compagno d’avventure di Revilla Alvarado) e Andrea Romani (KF Service srl) (Francesco Ferrando)