Lavoratore A1, le diciassette reti del nono turno


Nella serie A1 del Campionato Uisp del Lavoratore a 11 giocatori, la nona giornata, in linea generale, è stata caratterizzata dal tatticismo e decisa più dagli episodi che dalla logica del gioco.
Si è segnato abbastanza poco, 17 reti in dieci partite (media 1,70).
Solo in due partite si è alzata la quota dei gol (ARCI Isoverde 1991-Saint Trappa e Ospedale San Martino-Ansaldo Energia).
Nella altre, si sono registrati due pareggi per 1-1 e tre successi per 1-0.

Scendendo nel particolare, tra le squadre più in forma del momento c’è il Golfo Paradiso PRCA, che ha espugnato per 1-0 il “3Campanili” di Bogliasco, aggravando così la crisi dei campioni in carica della Cattolica..
I rivieraschi hanno cominciato a marciare spediti, infilando una serie positiva che dura dal 19 ottobre (prima c’erano state tre sconfitte di fila). Venerdì scorso, i gialloneri hanno gestito l’incontro con intelligenza, raziocinio e una buona dose di cinismo. Hanno contenuto con ordine e hanno colpito al momento giusto.
Con chi? Guarda caso col solito, implacabile, mortifero Luca Luadisi, un bomber che non solo segna tanto, ma lo fa spesso nei momenti importanti.
Questa impresa proietta Daniele Scandiani e soci al secondo posto insieme all’FC Qunto.

Momento magico per la Fia Italbrokers, l’unica imbattuta.
Gli uomini di Mario Torti sbagliano pochissimo e anche nelle giornate meno brillanti portano a casa sempre qualcosa.
Lo si è visto sul “campo minato” del Mignanego Bunker, sempre pericolosissimo quando si esibisce tra le mura amiche.
Gli “assicuratori” hanno sofferto l’aggressività e il furore agonistico dei padroni di casa, che hanno pure trovato il varco giusto con Stefano Ferrante, uno dei loro elementi simbolo.
Ma i biancazzurri hanno tanta esperienza, una rosa ampia e hanno saputo sfondare quando ne hanno avuto l’opportunità con Lorenzo Nardini.
Dall’aspra ed incerta contesa è così scaturito un pari per 1-1, che consente alla capolista di conservare un buon margine (più cinque sul più immediato inseguitore).

La Gente Della Notte ha rallentato la sua rincorsa verso il vertice, impattando (1-1) con la temibile ASLA Genova, che vanta mille risorse e un gruppo affiatato che non molla mai. La compagine di Alessandro Scarcella, in un altro match equilibrato ed incerto, ha sfruttato una bordata di Paolo Commissione, mentre il  team di Luis Rocca ha insaccato con Mattia Nicotera.

Sta invece prepotentemente riprendendo quota il Genova Calcio Anni 50.
Sul terreno del neopromosso Wings Aerospace è bastato un guizzo di Francesco Di Franco per risolvere (1-0) una contesa tutt’altro che semplice, visto che gli “astronauti” hanno battagliato con ardore dal primo alll’ultimo minuto contro i blasonati avversari.   

Anche l’FC Quinto si mantiene con sicurezza nei quartieri alti,
Contro un arcigno AF Calcio, è arrivata la quinta affermazione stagionale (1-0), firmata dall’intramontabile Antonio Pandiscia.
Il team di Walter Bertolla può quindi continuare a sognare, mentre quello del duo Bacigalupo-Palmaverde, che nella circostanza non ha certo demeritato, deve meditare sul fatto di raccogliere sempre meno di quanto seminato.

In zona salvezza, fondamentale affermazione per 3-1 dell’ARCI Isoverde 1991 contro una diretta concorrete come il Saint Trappa.
Gli isoverdini hanno sfoggiato uno dei loro “abiti migliori”, spingendo con determinazione e lucidità.
A raccogliere il frutto del lavoro collettivo sono stati Gentjan Ilami e un formidabile Beniamino Lanza, che ha “timbrato” una magnifica doppietta.
I “trappisti”, poco incisivi e non particolarmente ispirati, hanno così dovuto arrendersi, nonostante uno spunto di Lorenzo Pateri.

Prosegue il difficile momento di un Ospedale San Martino in continua emergenza (per fortuna calcistica e non medica).
I ragazzi di Sergio Barocci sono stati infilzati (2-4) dall’Ansaldo Energia, che ha approfittato delle loro difficoltà (specie in difesa), andando a segno con un inafferrabile Felice Mallia (che ha concesso il bis), Alessio Musante ed Emanuele Cipollaro.
I “camici bianchi”, come al solito volonterosi, hanno replicato in parte con le orgogliose stilettate di Fabio Pescetelli, che ha siglato una bella doppietta.

Nella classifica cannonieri, “SuperLuca” Laudisi (Golfo Paradiso PRCA) guida con 9 centri, due in più di Mauro Narizzano, principale finalizzatore della Fia Italbrokers. Affollato il terzo gradino del podio, con quattro “arcieri” a quota 6: Ivo Ledio Domi (Ospedale San Martino), Stefano Pigliacelli (compagno di club di Narizzano), Stefano Ferrante (Mignanego Bunker) e Davide Sorrenti (ARCI Isoverde 1991).

Il torneo si ferma per celebrare la festività dell’Immacolata.
Riprenderà la settimana successiva, con le gare del 14 e 15 dicembre (Francesco Ferrando)