Over 40, equilibrio per i "veterani" Uisp


43 reti in quattro giornate di campionato: più di dieci a partita.
Basta questo dato per certificare il valore del Dream Team.
Nell’ultima uscita, resta un po’ sotto la media, ma non ha problemi nel superare per 7-3 una formazione tutt’altro che sprovveduta come gli Amici Di Tury Cep.
I bianchi riescono anche ad andare a segno con lo splendido uno-due di Mauro Rissitano e un’invenzione di Stefano Pasquino, ma si arrendono alle folate offensive degli avversari. Così arrivano inevitabilemente una quaterna del formidabile Aldo Rodrigo Revilla Alvarado e una tripletta dello sgusciante Jose Christopher Barzola Marriot.

Dietro alla capolista, che viaggia a punteggio pieno e senza intoppi, si affollano, staccate di due punti, ben cinque squadre: Olimpic Para, KF Service srl, Vecchia Rivarolese 2016, Triple A e Pedemover Market Castagna.

Nel match più interessante e spettacolare della giornata del Campionato Uisp Over 40 a sette giocatori, gli “avvoltoi” del Torbella cedono di misura all’Olimpic Para, che capitalizza un sontuoso tris di Giuseppe Alongi e il micidiale uno-due del bravo Claudio Ruatti.
I rivarolesi, che escono a testa allta dall’equilibrato confronto, replicano in parte con una tripletta del superlativo Riccardo De Camilli e uno spunto di Massimiliano Gullone.

Grande incertezza anche nella risicata affermazione del Pedemover Market Castagna contro un irriducibile Forever Young.
Le difese hanno nettamente la meglio sugli attacchi e così l’accesa sfida finisce solo 1-0 a favore del team di Serra Riccò: risolve una “magata” di Andrea Biggi.

Il KF Service, invece, spadroneggia (8-1) contro una Dinamo, che evita il “cappotto” solo grazie ad un guizzo di Fabio Inconis.
I santolcesini divertono e si divertono, con Fabio Cusmiani, Davide Brunelli (una rimarchevole doppietta a testa) e l’immarcabile Andrea Romani (che realizza una quaterna secca).

Il Triple A riserva un trattamento analogo al Gaeta 1983, a cui rifila una severo 8-2. Gazmend Bizgjoni salva l’onore dei “gaetani” con un paio di conclusioni precise, ma gli amaranto sono scatenati e concretizzano le loro avvolgenti manovre con le straripanti doppiette di Andrea Piombino, Luca Piazza e Gianfranco Falasca, più gli acuti singoli di Emanuele Doria e Stefano Gaggero.

Il Rovers FC sconfigge in un incontro ricco di emozioni e di buone giocate la Longobarda per 9-5.
La parte del leone la recita un mostruoso Alessandro Dovenna, che cala un ricchissimo “settebello”; ma va sottolineato pure il bis dell’eccellente Alessio Villa.
I “longobardi” lottano con ardore, ma non evitano il KO, nonostante l’apprezzabile uno-due di Massimo Molinari e le stilettate di Giovanni Ciccozzi, Dimitri Logiudice e Matteo Genta.

L’Old Blacks, dopo qualche passaggio a vuoto, torna a sorridere superando per 5-3 un ostico San Martino.
David Frascatani, con una meravigliosa tripletta, traina i “vecchi neri”, che completano l’opera con Mauro Capone e Luca Musi.
I sammartinesi insaccano a loro volta con Marco Menegatti e un doppio Massimo Menegatti, ma tornano a casa a mani vuote, pur non avendo demeritato.

Infine, l’Ex Atletico perde d’un soffio (1-2) contro uno spietato Agua Etilic Korps Cabrones, che limita al minimo i rischi quando deve contenere e massimizza i suoi attacchi con una buona prestazione di squadra.

Nella classifica cannonieri, Aldo Rodrigo Revilla Alvarado (Dream Team) guida con 15 centri, appena uno in più dell’altrettanto letale Riccardo De Camilli (Vecchia Rivarolese 2016).
Sul terzo gradino del podio, siedono insieme Giuseppe Alongi (Olimpic Para) e Andrea Romani (KF Service srl): entrambi hanno siglato 10 gol.
A 8 troviamo poi Mauro Rissitano (Amici di Tury Cep) e Jose Christopher Barzola Marriot (Dream Team) (Francesco Ferrando)